Articolo

3 Ricette con il cardo mariano

Ecco 3 ricette semplici per imparare a cucinare il cardo mariano, una pianta selvatica particolare, spinosa e difficile da pulire, ma che dà grandi soddisfazioni al palato e alla salute, vediamole insieme.

3 Ricette con il cardo mariano

Cos'è il cardo mariano 

Il cardo mariano è una varietà di cardo che cresce spontanea e selvatica, le cui foglie ricordano quelle appuntite della cicoria e del dente di leone.

Molto noto in erboristeria per le proprietà depurative e come ingrediente per ottime tisane e infusi detossinanti, tonificanti per il fegato e rinfrescanti, il cardo mariano può essere considerato il "cugino selvaggio" del carciofo.

Questa pianta irta e piena di punte, durante il secondo anno di vita, presenta dei fusti lunghi con fiori rosso magenta, con foglie munite di spine e venate di bianco. 

La pianta del cardo mariano può essere coltivata anche nel proprio orto e si può usare in svariate ricette come verdura commestibile, sia cruda che cotta, benefica per l'organismo e salutare.

Si può mangiare sia la parte interna del fusto, ben pulita, che le foglie, pulite accuratamente dalle spine; c'è chi usa anche i capolini dei fiori ancora completamente chiusi (secondo alcuni una vera delizia!) e le radici.

Il suo sapore ricorda quello del carciofo; il momento ideale per consumare il cardo mariano è da novembre a febbraio: il sapore si addolcisce e le parti diventano meno coriacee se hanno subito una gelata invernale.

In generale però si consiglia il consumo cotto delle coste ben pulite di cardo mariano, mentre il "cardo gobbo" sarebbe il più adatto ad essere consumato anche a crudo.

Ecco 3 semplici ricette. 

 

Coste di cardo mariano in padella

Ingredienti per 2 persone

> una decina di coste di cardo mariano.
> aglio;
> olio evo
> mezzo limone;
> prezzemolo fresco tritato;
> sale e pepe.

Preparazione 

Pulire le coste del cardo, tagliarle a pezzi e metterle in ammollo in acqua e limone.

Nel frattempo fare saltare una fesa di aglio in camicia in poco olio in una padella a fuoco medio, quindi aggiungere i cardi, salare e pepare a piacere; coprire e cuocere così per circa 20 minuti, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo poca acqua se necessario.

Sono cotti quando si riescono a bucare con una forchetta e risultano morbidi. Spegnere quindi il fuoco e cospargere di prezzemolo fresco tritato prima di servire. 

 

Leggi anche Cardo mariano: effetti collaterali >>

 

Minestra di ceci e cardo mariano

Ingredienti per 2 persone

> 100 g di ceci lessati;
> uno scalogno;
> una patata;
> rosmarino fresco;
> una manciata di foglie di cardo mariano tritate e ben pulite;
> brodo vegetale;
> parmigiano;
> sale, pepe e olio evo.

Preparazione 

In una pentola capiente fare saltare lo scalogno tritato con i ceci, la patate a cubetti, le foglie di cardo ben pulite e tritate e un rametto di rosmarino fresco per qualche minuto.

Togliere il rosmarino, aggiungere abbondante brodo vegetale bollente e cuocere così per circa 15 minuti.

Prelevare una parte della zuppa e frullarla con il mini pimer, quindi rimetterla nella pentola e cuocere per altri 10 minuti.

Una volta ottenuta una minestra dalla consistenza omogenea e cremosa, impiattare con parmigiano, pepe e olio evo a piacere. 

 

Insalata con foglie di cardo mariano 

Ingredienti per 2 persone

> una manciata di foglie di cardo mariano, con capolini floreali e fusti;
> olio evo;
> pane casereccio per accompagnare;
> a piacere un'acciuga e una fesa di aglio;
> aceto balsamico;
> sale e pepe.

Preparazione

La parte più diffficile è mondare le foglie, lavarle bene con i guanti, facendo attenzione alle spine, togliere le spine con un coltello ed eliminare il duro costolo centrale. 

Quindi sminuzzare finemente quel che resta delle foglie. Aggiungere i capolini floreali sminuzzati, puliti da eventuali spine e peluria interna; quindi pulire bene dalla corteccia e dalla parte fibrosa fusti e coste, prelevando il morbido "midollo" interno, tenero e saporito. 

Una volta raccolta questa insalata spontanea prelibata, condirla emulsionando una vinaigrette di olio evo, aceto balsamico, sale, pepe, aggiungendovi, a piacere, un'acciuga schiacciata con una fesa d'aglio, che andrete a togliere.

Attenzione

Se volete cercarlo in campagna, cogliete il cardo mariano solo se siete sicuri che sia proprio la pianta giusta: avvicinarsi alle spontanee e alle erbe selvatiche commestibili senza la dovuta preparazione o senza l'aiuto di un occhio fidato ed esperto, il pericolo di intossicazione o avvelenamento ci può sempre essere!

 

Leggi anche 5 erbacce benefiche e commestibili >>

 

Foto: hskoken / 123rf.com

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio