Articolo

I cibi energetici da preferire prima di fare yoga

E' giusto mangiare prima della pratica yoga? Se sì, cosa è bene mangiare e quanto lontano dall'inizio della pratica? Scopriamo di più sui cibi energetici adatti alla pratica.

I cibi energetici da preferire prima di fare yoga

Ebbene sì, mangiare prima di praticare yoga (con un ragionevole anticipo) è non solo accettabile, ma addirittura consigliabile.

E’ stato dimostrato che il corpo reagisce meglio quando idoneamente idratato e ricco di vitamine.

Idratare il corpo non significa semplicemente ingerire acqua, ma fornigli degli alimenti ricchi di acqua organica, magari intergata naturalmente come accade nei fitocomplessi, in modo che l’assorbimento sia graduale e modulato sul consumo dovuto all’attività.

Idratare con sola acqua spesso significa soltanto riempirsi di liquido sia lo stomaco che la vescita, rendendo non affatto confortevole la pratica delle asana.

Ma andiamo un po’ più nello specifico e scopriamo i cibi energetici ideali da assumere prima di praticare yoga.

 

Leggi anche Esercizi di yoga per la depurazione >>

 

Perché mangiare prima della pratica yoga e come farlo

L’ideale è consumare il pasto a 3 ore di distanza prima di praticare yoga. Se fatto bene, lo stomaco sarà libero e il sangue non sarà concentrato nella digestione quanto piuttosto nella respirazione, cosa fondamentale.

Una felice eccezione a questa regola sono i succhi di frutta, che vengono assorbiti molto velocemente permettendo alla stomaco di essere libero in tempo.

La frutta in generale richiede da 30 a 60 minuti per essere digerita ed è da considerare senza dubbio il cibo ideale per preparare il corpo alle attività legate allo yoga: ricca di acqua, di metaboliti interessanti, molti dei quali antiossidanti, vitamine, eccetera.

Come detto, la pausa è importante, specialmente perché, nello yoga, abbondano posizioni di torsione, di compressione e di rovesciamento in cui lo stomaco subisce un discreto stress e difficilmente sopporterebbe di contenere materiale da digerire e succhi gastrici particolarmente acidi.

Se ci atteniamo ai precetti classici, il cibo dovrebbe rientrare nel "guna sattva", ovvero cibo sano, vegetale, senza troppi condimenti, meglio ancora se crudo.

La frutta, i cereali, le noci, in proporzioni moderate, fanno esattamente al caso. Se la sessione di yoga è mattutina, l’acqua, bevuta in abbondanza, aiuterà a purificarsi dalle scorie del sonno.

 

Elenco dei cibi ideali prima della pratica yoga

Le mele sono considerate uno dei cibi ideali prima della pratica yogica: ricche d’acqua e di fibra, hanno un contenuto di zuccheri moderato e puliscono il cavo orale e i denti. Le mandorle forniscono energia a presa rapida, potassio e vitamina E, ideale per sessioni intense.

Una bella tazza di orzo con un latte vegetale e della frutta, se mangiata con ragionevole anticipo, fornisce tutta l’energia necessaria, idrata, migliora la tonificazione muscolare e quella della pelle.

Un altro frutto che risulta ideale come snack pre-yoga è la pera, con bassissimi livelli di acidità, ricca di acqua e fibra, sazia sufficientemente per non venir distratti dalla fame durante le sessioni piu’ lunghe di yoga.

L’uva passa è una delle migliri forme di zuccheri e fornisce grandi quantità di energia sebbene sia povera di acqua. Tutti i praticanti yoga sanno che la banana è uno dei migliori cibi pre yoga: ricca di minerali che aiutano i muscoli a rilassarsi e a lavorare bene, aiuta la circolazione sanguigna e quindi migliora l’ossigenazione dovuta al pranayama.

Le prugne secche non sono solo un ottimo lassativo: forniscono energia, vitamine, minerali e fibra, utile a migliorare la circolazione del sangue. Al contratrio le albicocche secche forniscono molti zuccheri in un ambiente per niente acido, in modo da evitare fastidiosissimi riflussi durante la pratica yoga.

Molto simile è l’anguria, che non produce riflussi acidi ma che invece dell’energia fornisce grandi livelli di idratazione. L’avocado è uno dei frutti piu’ consigliati dai dietologi esperti di yoga: ci dà ottimi livelli di minerali utili per il corretto funzionamento del corpo, e per via della densità della sua polpa, ci darà un forte senso di sazietà  nonostante lo spazio effettivamente occupato sia poco.

Un po’ di cioccolato fondente è ideale per l’apporto di teobromina e feniletiamine, importanti per migliorare l’umore e le sensazioni positive, inoltre fornisce energia rapida.

Altri cibi interessanti ed utili: quinoa, crackers, frutti di bosco.

 

Leggi anche Yoga e sonno >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio