Articolo

Tè matcha, come sceglierlo

Cos'è, come si sceglie e come si prepara il tè matcha, una particolare tipologia di tè verde lavorata per ottenere una polvere ricchissima di proprietà.

te-matcha

Credit foto
©Cseh Ioan - 123RF

Il tè matcha è un tè verde della tradizione giapponese. Si tratta di un tè macinato molto finemente, pregiato e dal costo molto elevato.

Ecco come scegliere e come preparare il tè matcha.
 

Tè matcha, cos’è e come sceglierlo

Il tè matcha è un tè verde macinato della tradizione giapponese. Si tratta di un tè pregiato e raffinato che affonda le sue radici nella filosofia zen.

Il tè matcha – o tè verde giapponese – si ottiene dalle foglie di tè particolarmente ricche di clorofilla e povere di sostanze amare, poiché raccolte da alberi posizionati all’ombra.

Dopo la raccolta, le foglie del tè matcha vengono asciugate e macinate fino a ottenere una polvere molto fine.

Dal punto di vista nutrizionale, il té matcha non si discosta dal tè verde, il tè matcha contiene infatti:

  • caffeina;
  • vitamine;
  • minerali;


Il matcha contiene sostanze antiossidanti al pari del tè verde in foglie.


Il fatto che il tè matcha sia in polvere anziché in foglie rende però più efficace l’estrazione dei principi attivi quando è preparato in infusione.

In commercio esistono diverse qualità di tè matcha: il tè matcha più pregiato è quello chiamato tè matcha da cerimonia o tè matcha cerimoniale.

Tutte le qualità di tè matcha sono caratterizzate da una colorazione particolare, di un verde chiaro molto intenso, quasi fluorescente, dovuto all’elevata quantità di clorofilla.

Il tè matcha di qualità migliore ha un costo elevato, in genere superiore a 100 euro al chilo. È possibile acquistare il tè matcha nelle erboristerie, nei negozi specializzati in alimentazione biologica o su siti Iternet specializzati.
 

Tè matcha, la preparazione

Il té matcha prevede una particolare tecnica di preparazione che deriva dalla tradizione.

 

Occorrente

Per la preparazione del tè matcha occorrono una ciotola non vetrificata nella parte interna, un cucchiaino (o una spatola di bambù), una frusta, un piccolo setaccio e una tazzina da degustazione in ceramica.

 

Preparazione

Dopo aver sistemato nella ciotola un cucchiaino o due di polvere di tè matcha setacciata, si portano a bollore una tazza d’acqua (circa 120 millilitri). L’acqua va poi fatta raffreddare fino a circa 75°C, dopodiché la si versa sulla polvere di tè matcha nella ciotola.

A questo punto l’infuso va agitato vigorosamente avanti e indietro con una piccola frusta. Quando si formerà la schiuma, l’infuso andrà agitato solo in superficie per far sì che la schiuma incorpori ancora più aria.
Infine, si versa l’infuso nella tazzina di ceramica e si beve.

Il tè matcha viene generalmente servito con biscotti frollini o con frutta secca non tostata e non salata.


Oltre che per infusione, la polvere di tè matcha viene utilizzata anche per la preparazione di dolci, come biscotti e torte.