Articolo

I 10 migliori alimenti per il sistema nervoso

Quali sono gli alimenti che fanno bene al nostro sistema nervoso centrale? In che modo il cibo favorisce concentrazione e coordinazione motoria, agisce sull'umore e su tutte le modalità comportamentali, la postura e persino i pensieri dipendenti dai nervi

I 10 migliori alimenti per il sistema nervoso

Come si può trarre vantaggio dagli alimenti che mangiamo a tavola per nutrire dall'interno il nostro sistema nervoso e promuovere il benessere a livello dello stato umorale, delle connessioni mente-corpo e delle capacità motorie. 

 

I 10 migliori per alimenti per la salute del sistema nervoso 

Vediamo insieme 10 alimenti che promuovono il benessere del sistema nervoso e ne garantiscono il corretto funzionamento, influenzando positivamente poi tutto l'organismo.  

1. Avena

L'avena aiuta nei casi di depressione, migliora l’umore e diventa una valida alleata per le prestazioni sportive, l’avena è pura energia disponibile, che aiuta molto anche il sistema nervosa, insieme all’apparato respiratorio.  

 

2. I piselli

I piselli  sono pieni di fosforo, affatto calorici, ricchi in vitamine (B1, B2, B3, A, C), aiutano, oltre al sistema nervoso, quello immunitario, la pelle, il colon, il cuore e la circolazione nei vasi sanguigni.


3. Zucca

La zuccaè ricca di nutrienti, ha un’elevata azione diuretica. La sua azione positiva per il sistema nervoso si deve all’abbondanza di vitamina A che ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Contiene inoltre curcubitina, che protegge l’apparato urinario.  

 

4. Frutta secca

La frutta secca ha molti nutrienti, sostanze antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cellulare. Ricca in fibre, amica dell’intestino e quindi di tutto il sistema nervoso. Attenzione solo a non eccedere, tenete sempre in considerazioen l'introito calorico.

 

Sistema nervoso, 5 consigli per il suo benessere

 

5. Banana

La banana, ricca di potassio, è un frutto che fa molto bene all’intestino  e allo stomaco e fornisce i nutrienti necessari ai muscoli. Molto utile anche per la fisiologia del sistema immunitario.

 

6. Albicocca

L’albicocca è un frutto alleato della pelle ed è ricca in fibre e vitamina A, nutriente che le conferisce il forte potere antiossidante. Oltre ad essere benefiche per il sistema nervoso sono ottime per tenere basso anche il livello di glicemia nel sangue.

 

7. Spinaci

Se consumati con il limone creano una buona riserva di ferro; gli spinaci sostengono i muscoli e l’apparato osteoarticolare, oltre al sistema nervoso, in quanto sono ricchi di vitamina A e acido folico. 


8. Legumi  

I legumi aiutano a sciogliere i grassi e sono ricchi di sali minerali che agevolano le connessioni nervose. I legume sono anche pieni di vitamin del gruppo B. La scelta è vasta tra fagioli, ceci, lupini, lenticchie, arachidi e cicerchie.

 

9. Cacao 

Ricco di proteine, lipidi, glucidi, diversi sali minerali e vitamine del gruppo B, il cacao contiene, inoltre, serotonina, tiramina, caffeina, teobromina e feniletilamina. Teobromina e caffeina aiutano a mantenere la concentrazione. La serotonina e la tiramina sono utili contro la depressione e i disturbi d’ansia.  

 

10. Polline   

Un alimento a tuti gli effetti, anzi, un vero e proprio super-alimento, il polline garantisce benessere a tutti i livelli, innalza le difese del sistema immunitario e gioca un ruolo fondamentale nel benessere di quello nervoso, in quanto stimola anche il metabolismo cerebrale.

È un alimento che può avere un prezzo non poprio basso, ma vale la pena procurarselo per affrontare l'inverno, in quanto ricco di lipidi, proteine, vitamine, minerali, acidi grassi, enzimi.  


Il benessere del cervello e del sistema nervoso

Il cervello, come sappiamo, è diviso in due metà; le due parti consumano zucchero in modo diverso in base alle loro funzioni.

Le abilità dell'emisfero destro sono diverse rispetto a quelle dell'emisfero sinistro; irradiando i due emisferi separatamente, la scienza ha dimostrato che alcune cose invisibili a una metà erano assolutamente visibili per l'altra: la parte destra sente distanze, tempo, valori, calcolo; la metà sinistra è la parte meno esplorata, dove non vale il senso del tempo normale. L'uso del linguaggio sta nel ponte di comunicazione tra i due emisferi.

Usiamo parti del cervello durante la veglia o quando ci addormentiamo diverse da quelle che usiamo quando balliamo e quando mangiamo. Nel primo caso c'è un rilassamento e una possibilità di adottare un'attitudine al lasciare andare totalmente diversa dalle altre attività; dormendo si allenta la tensione, mentre nelle altre attività si lavora molto, il livello di concentrazione è diverso.

Questo serve a spiegare che il dispendio calorico è completamente diverso e i picchi glicemici hanno varie conseguenze anche a livello del sistema nervoso: quando il sistema nervoso è troppo sollecitato si hanno reazioni eccessive che possono portare ad attacchi di panico e altri sintomi da ansia e stress generalizzato; quando non è sufficientemente stimolato si può andare in stati di depressione, disfattismo, rinuncia continua.

Il nostro sistema nervoso si compone anche del sistema nervoso enterico, ovvero quel grande cervello che è l'intestino. Se introduciamo alimenti cui, per ragioni variabili, siamo intolleranti, ne risente tutta la flora intestinale.

Il sistema nervoso gioca un ruolo importante anche a livello della propriocezione, il modo in cui percepiamo il nostro corpo, il modo in cui ne abbiamo gestione rispetto allo spazio.

 

Scopri i 10 migliori alimenti per il cervello