Articolo

Mandorle, il croccante fatto in casa

Le mandorle sono ottime come spuntino o come ingrediente per varie ricette dolci e salate. Ecco come preparare il croccante di mandorle, con qualche piccolo segreto per ottenere un risultato invidiabile.

Mandorle, il croccante fatto in casa

Mandorle, caratteristiche e proprietà nutrizionali

Le mandorle sono i semi contenuti all’interno del frutto del mandorlo. Solitamente vengono inserite nella dieta per garantire una buona riserva di proteine vegetali, sali minerali (prevalentemente calcio, magnesio e ferroe vitamine (soprattutto la vitamina E). 

Sono anche un'eccellente fonte di acidi grassi essenziali come gli omega 3, che aiutano a regolare i livelli di colesterolo "cattivo" nel sangue.

Le mandorle hanno effetti positivi per il cuore, le ossa e le arterie, oltre a mantenere più giovani pelle e capelli.

Ricche di energia, sono un ottimo spuntino soprattutto nella stagione invernale, quando abbiamo bisogno di qualche caloria in più per il freddo. La loro ricchezza di proteine fa sì che risultino molto adatte per i bambini, nei casi di denutrizione o dopo una convalescenza. 

L’unica controindicazione delle mandorle è proprio quella di essere ricche di calorie. Chi è attento alla linea dovrebbe consumarne circa 30 grammi al giorno, una quantità sufficiente per ricavarne tutti i benefici senza eccedere. 

 

Leggi anche Mandorle amare, proprietà e uso >>

 

Croccante di mandorle, la ricetta

Il croccante di mandorle fatto in casa è molto semplice: basta seguire qualche consiglio per ottenere ottimi risultati.

Ingredienti

> 400 g di mandorle pelate;
> 100 g di zucchero;
> un cucchiaio di olio di oliva extravergine ;
> un limone.

Preparazione

Posizioniamo le mandorle pelate su una teglia ricoperta da carta antiaderente. Preriscaldiamo il forno a 160 gradi, per poi inserire la teglia con le mandorle fino a doratura (indicativamente saranno pronte dopo circa 10 minuti).

Nel frattempo prendiamo una pentola dal doppio fondo, dove sciogliere lo zucchero unendo un cucchiaio d'acqua ed eventualmente uno di succo di limone.

Quando lo zucchero inizia a sciogliersi e formare dei grumi, aggiungiamo le mandorle ancora calde e mescoliamo bene il composto. Per capire il momento giusto possiamo andare a occhio, oppure misurare la temperatura con un termometro apposito e versare le mandorle quando raggiunge i 120 gradi.

Sempre sul fuoco, continuiamo a girare fino a quando lo zucchero inizia a imbiondire. A quel punto aggiungiamo il cucchiaio di olio d'oliva e mescoliamo ancora. Quando lo zucchero è di colore bruno e ben amalgamato alle mandorle, che sono attaccate tra loro, possiamo togliere la pentola dal fuoco. 

Prendiamo un foglio di carta da forno e lo spennelliamo con un filo di olio di oliva a cui adageremo un altro foglio di carta da forno. I due fogli aderiranno tra loro uniformando l’olio sulla superficie di contatto.

Possiamo ora dividere i due fogli e versare le mandorle ancora calde su uno di essi. Con un limone andiamo ad appianare la superficie e successivamente copriamo con l’altro foglio, dalla parte oliata. Con un mattarello, schiacciamo lo strato di croccante per renderlo uniforme.

Il segreto è quello di cercare di mantenere le mandorle compatte e vicine tra loro, mantenendo comunque uno spessore idoneo per fare il croccante.

L’ultimo passo è quello di tagliare il croccante di mandorle quando è quasi freddo ma non completamente (altrimenti potrebbe rompersi). Lo tagliamo prima a strisce e e poi a quadrotti, per poi lasciarlo asciugare e raffreddare all’aria.

Il nostro croccante ora è pronto per essere assaporato; possiamo anche confezionarlo per fare un regalo ai nostri cari. 

 

Leggi anche Pasta di mandorle, 3 ricette per Natale >>

 

Credit foto: imstock 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio