Articolo

Curare la pianta di limone con i rimedi naturali (fitopatie)

Afidi, le cocciniglie, la gommosi della corteccia e la marcescenza della radice: questi sono i problemi tra i più comuni da affrontare se si coltiva una pianta di limone. Vediamo come risolverli in odo naturale.

Curare la pianta di limone con i rimedi naturali (fitopatie)

Il limone è un agrume originario delle terre asiatiche tra l’India e l’Indocina. Il suo nome botanico è Citrus limon e gli esperti credono che sia nato dal incrocio naturale tra il cedro e il lime.

Questo agrume ha portamento di un albero che può crescere sino a 6 metri di altezza con molte ramificazioni e sviluppo cespuglioso. I suoi rami hanno le spine e possiede foglie di forma ellittica di color verde scuro sopra e chiaro sotto.

Fiorisce in profumatissimi fiori bianchi e molte varietà sono rifiorenti il che significa che i fiori sbocciano più volte nel anno. Solitamente una fioritura è in primavera per poi produrre i frutti in inverno mentre l’altra fioritura è in settembre e questa produrra i verdelli che sono i limoni estivi.

Il frutto del limone è appunto un agrume con buccia gialla esterna e polpa a spicchi interna dal sapore aspro e succoso.

 

Esigenze del limone

Il limone ha bisogno di un'esposizione soleggiata e viene coltivato in climi miti come le terre del Mediterraneo che hanno temperature non inferiori ai – 2 gradi.

Il terreno ideale per il limone è ricco di humus e ha un pH intorno ai 5,5 e i 6,5.

Il vento è un altro fattore limitante quindi per la coltivazione del limone: è bene scegliere zone al sole con poca ventosità o magari proteggere le piante con altri alberi o arbusti che hanno la funzione di frangivento.

Per proteggere la pianta di limone dal freddo è sufficiente coprire con tessuto non tessuto (TNT) oppure se la pianta di limone è coltivata in vaso dovremo spostarla alla fine del autunno per metterla al riparo all’interno di una serra. Le temperature invernali che scendono sotto zero sono troppo dannose per la pianta del limone.

 

Leggi anche Pianta di limone, come coltivarla >>

 

Come curare la pianta di limone da insetti e malattie

La pianta del limone - come tutte le altre piante da frutto del gruppo degli agrumi - può soffrire di varie malattie e disturbi. I più comuni problemi del limone sono gli afidi, le cocciniglie, la gommosi della corteccia e la marcenscenza della radice.

 

Gli afidi del limone

Le piante di limone a volte vengono infestate dagli afidi chiamati più popolarmente pidocchi. Questo avviene specialmente il primavera quando la linfa riprende a scorrere e la pianta è in un momento di creazione di nuove gemme e butti.

Alleati dei pidocchi sono le formiche che praticamente allevano e proteggono gli afidi dagli altri insetti che potrebbero magiarli. In cambio di questo, le formiche ottengono dagli afidi un prodotto zuccherino traformazione della linfa succhiata dagli afidi.

Per curare la pianta di limone dagli afidi è necessario controllare e tenere sotto controllo innanzitutto la popolazione delle formiche e un modo molto semplice è quello di legare un anello intorno al tronco del limone e su questa striscia mettere una sostanza collosa che evita la risalita delle formiche.

In caso l’infestazione di pidocchi sia già presente, possiamo intervenire con l’irrorazione di insetticidi naturali a base di cannella, peperoncino, macerato d’aglio o di ortica ma anche di tabacco.

Ottimo persino l’olio di neem o una soluzione spray di sapone di marsiglia che aiuterà ad allontanare gli afidi dalla pianta di limone. Tutti questi rimedi naturali possono essere prodotti in casa seguendo semplici ricette di preparazione e con una minima attenzione per i modi e i tempi di applicazione avremo sicuramente ottimi risultati contro gli afidi.

 

Le cocciniglie e il limone

Anche le cocciniglie sono un'infestazione molto comune nelle piante di limone ed esistono diverse tipologie di cocciniglia, da quella rossa a quella bianca, ma anche il cotonello che ricopre la pianta di melata zuccherina originando l’insediamento e la diffusione della fumaggine malattie originata da un fungo.

Le cocciniglie amano la polvere che può essere presente sulle foglie del limone quindi un metodo naturale per contrastare questo problema è pulire le foglie della pianta per ridorre la polvere. Inoltre se nella zona vi sono fonti di polvere o venti che trasportano sporcizia e polvere sarà bene proteggere le piante di limone mettendo dei frangivento.

Potremmo chiederci, quindi, cosa piantare vicino al limone come pianta frangivento: sono consigliati i cipressi e i cedri in pieno campo essendo ottimi frangivento sempreverdi ma anche piante di alloro, ligustro e viburno come classiche siepi.

In caso l’infestazione di cocciniglia sia già presente, è bene intervenire potando i rami infestati e irrorando con antiparassitario a base di prodotti naturali come il piretro.

Altro metodo naturale è l’uso dell'olio bianco minerale che crea una sottile pellicola sulla pianta e quindi anche sull’insetto stesso che non potrà più respirare e libererà la pianta dall'infestazione.

In lotto biologico viene utilizzato l’iserimento di un altro insetto il Cryptolaemus montrouzieri che si nutre di cocciniglia.

 

Gommosi del limone

La gommosi sulla corteccia del limone è una vera e propria malattia che porta all’ingiallimento delle foglie e a un deperimento della pianta stessa perché il fenomeno fotosintetico viene compromesso.

Il prodotto naturale che può essere utilizzato nei giusti dosaggi anche in regime di agricoltura biologica è a base di rame. Solitamente i prodotti a base di rame vengono sciolti in acqua e irrorati sulla pianta. Inoltre, è bene supportare la pianta aggiungendo del concime apposito e ricco di potassio per aiutare le foglie nella loro ripresa vegetativa.

 

Marciume delle radici

Il marciume radicale è un altro possibile problema per la pianta di limone e solitamente deriva da un mal uso dell’irrigazione con abuso della risorsa idrica o mal drenaggio del terreno di coltivazione.

Infatti, le piante di limone soprattutto se coltivate in vaso quando vengono rinvasate in primavera devono avere sempre sul fondo uno spesso strato di materiale drenante in modo da evitare il rischio di marcescenza del colletto o delle radici.

 

Leggi anche Timo limone, coltivazione e usi >>

 

Foto: Inacio Pires / 123rf.com