Articolo

I sostituti del lievito

Per sostituti del lievito intendiamo qui tutte quelle alternative al lievito chimico comunemente venduto o al lievito di birra, usati per la produzione e la realizzazione di ricette dolci e salate. Ecco qualche alternativa possibile

I sostituti del lievito

Chi sceglie di non usare il lievito per dolci nelle torte o nei biscotti fatti in casa, vuole optare per una alternativa che sia più naturale e completamente vegana - non di rado vi si possono trovare infatti additivi o stabilizzanti di origine animale -, ecco dunque la polvere lievitante al cremor tartaro, per esempio.

Chi non sceglie il lievito di birra, vuole dirigersi magari verso prodotti da forno salati più gustosi e semplici da digerire, ecco dunque che compra o impara ad autoprodursi pane di pasta madre.

Oltre ad un discorso etico e di una migliore digeribilità e sapore, la scelta di eliminare il lievito può essere dettata anche da intolleranze o semplicemente dal fatto che non ne è rimasto più in casa!

 

Ecco altri modi per sostituirlo nelle preparazioni.

 

Sostituire il lievito, ecco con cosa

Il cremor tartaro e il lievito di pasta madre, benché siano forse le più note e facilmente reperibili, non sono le uniche alternative al lievito comune.

 

Bicarbonato di sodio unito a sostanze acide

La reazione chimica acido-basica, che genera anidride carbonica e va a lavorare sugli impasti, può anche essere riprodotta dal bicarbonato di sodio, unito a succo di limone, latte, aceto di vino o di mele, yogurt.

Queste formulazioni lievitanti vanno dosate alla fine nell'impasto e il dolce messo subito in forno, senza aspettare, altrimenti l'effetto lievitante svanisce.

Bicarbonato di sodio e cremor tartaro o bicarbonato di sodio e acido citrico alimentare

Come per il cremor tartaro, anche l'acido citrico va unito alla farina con il bicarbonato e aggiunto al termine della preparazione del dolce, che va poi messo subito in forno.

 

Ammoniaca per dolci

Nota anche come bicarbonato di ammonio, veniva usato spesso in pasticceria per la preparazione dei dolci, i biscotti in particolare. Non lievita tanto quanto il lievito comune; ne basta pochissima, e ha un retrogusto lievemente amarognolo.

 

Albumi montati a neve ben soda

Questa è una delle altre alternative al lievito, per chi non è vegano naturalmente. Il trucco è, oltre a usare un frullino elettrico, mettervi un pizzico di sale fino.

 

Birra molto schiumosa

Solitamente si usa nelle pastelle salate, ma anche nella pizza o nelle frittelle, messa alla fine.

Lievito madre

Si ottiene grazie a un impasto di acqua e farina, lasciato per tempo debito a lievitare naturalmente, formando così una microflora che dà vita allo stesso e ai futuri impasti.

Non è così difficile da preparare, ma ci vuole gran costanza per manterla viva. Ottima per pane, pizze, focacce, impasti salati in genere.

Esiste anche il lievito madre essiccato, ma non ha potere lievitante, serve solo per dare più sapore agli impasti e necessita comunque di un agente lievitante attivo.

 

Scopri di più sui diversi tipi di lievito

Per approfondire:

> Pane senza lievito: benefici, valori nutrizionali, ricetta

> Lievito di birra, proprietà e benefici

> Pane senza lievito in 3 varianti