Articolo

Dieta iperproteica: esempio e 2 ricette

Ci sono diete e diete. Alcune sono veri stili di vita e vanno bene sempre. Altre invece non devono essere prese alla leggera, ma coi consigli di un professionista e le dovute precauzioni. Tra queste ultime troviamo la dieta iperproteica

Dieta iperproteica: esempio e 2 ricette

Ne abbiamo sentito parlare tutti, prima o poi: le donne, per dimagrire presto e tanto, gli uomini per aumentare la massa muscolare e diventare fortissimi. Queste le promesse della dieta iperproteica.

Spesso mantenute, è vero, ma a quale prezzo? E dopo uno-due anni come va il peso?

Mettersi a dieta non significa mettere da parte tutto pur di dimagrire. La dieta iperproteica può essere intrapresa per un breve periodo, meglio se sotto controllo medico e se siete in perfetta salute.

Meglio ancora se la conoscete bene: ecco la dieta iperproteica, con un menù di esempio e due ricette.

 

La dieta iperproteica: cos'è?

Anzi, le proteine, cosa sono? Sono molecole composte a loro volta da altre, più piccole, gli amminoacidi; hanno svariate funzioni nel nostro organismo, tutte fondamentali.

Le proteine compongono le nostre cellule tutte, i nostri muscoli; sono ormoni messaggeri di informazioni, e molto altro. Assai raramente sono utilizzate per ricavarne energia, tranne nei casi, per esempio, di digiuno prolungato, e di dieta iperproteica.

Bisogna sapere almeno due cose: che il corpo umano non ha modo di accumulare le proteine in eccesso e che il metabolismo delle proteine produce scarti che, a lungo andare e in grandi quantità sono tossici per il fegato e i reni.

La dieta iperproteica fornisce come "carburante" per il nostro corpo solo proteine e grassi, invece dei carboidrati di cui avrebbe bisogno, stimolando così il dimagrimento attraverso il "consumo" del grasso corporeo.

Attenzione però: il nostro corpo non è fatto per funzionare in questo modo. La dieta iperproteica induce anche la produzione di corpi chetonici che in eccesso sono tossici.

Dal punto di vista nutrizionale, la dieta iperproteica prevede un apporto giornaliero proteico di circa 1,8-2,2 grammi. Le raccomandazioni mediche invece prevedono un apporto di 0,8-1 grammi al giorno, in persone non atleti agonisti.

Inoltre una dieta ricca in proteine animali e grassi e povera di fibre aumenta le probabilità di rischio cardiovascolare e i problemi intestinali. Seguitela solo sotto stretto controllo di un professionista della nutrizione.

 

Scopri di più sulle diete per mettere massa

 

Alimenti consentiti e da evitare nella dieta iperproteica

Una dieta iperproteica a basso contenuto calorico prevede l'assunzione di questi alimenti: carne bianca (pollo, tacchino, coniglio); formaggi magri (ricotta, quark, fiocchi di latte), pesce almeno tre volte la settimana, legumi almeno tre volte la settimana; frutta secca, uova, olio d'oliva. Bere molta acqua.

Vietati pane, riso, pasta, dolci, zucca, patate, mais, prodotti da forno e cereali in generale, margarina.

 

La dieta iperproteica: un esempio

Alternative per la colazione (pasto fondamentale, da non saltare mai), da accompagnare con te o caffè senza zucchero:

  • 150 grammi di yogurt magro, con crusca
  • 200 grammi di formaggio magro con 50 grammi di tacchino
  • Due uova strapazzate

Proposte per lo spuntino:

  • 150 grammi di yogurt magro
  • 100 grammi di formaggio fresco magro
  • Un frutto di stagione e della frutta secca
  • Una macedonia
  • Un frullato di frutta e verdura

Per pranzo:

  • verdure o insalata a piacere,

da accompagnare a una di queste alternative:

Alternative per la merenda:

Per cena, come per pranzo, verdure o insalata a piacere, da accompagnare a una di queste alternative:

  • Carne bianca
  • Uova
  • Pesce
  • Formaggi magri
  • Affettati magri o sgrassati

 

La dieta iperproteica: 2 ricette

Rotolo di frittata

Ingredienti:
> uova,
> sale,
> tonno,
> formaggio quark,
> olio extravergine d'oliva.

Preparazione: preparare una frittata molto bassa e sottile. A parte, mescolare il tonno con il formaggio fino a formare una mousse. Spalmare la mousse sulla frittata, che verrà arrotolata e avvolta con pellicola trasparente. Lasciare riposare in frigo almeno pezza giornata. Servire a fette con panna fiocchi di latte.

 

Branzino in gratella

Ingredienti:
> branzino,
> sale,
> pepe,
> olio extravergine d'oliva,
> rosmarino,
> limone

Preparazione: pulire il pesce, salarlo ed eventualmente aggiungere pepe. Inserire il rosmarino nel pesce e far cuocere sulla griglia per almeno 20 minuti, a seconda delle dimensioni. Una volta cotti, lasciar raffreddare e condire con olio e limone.

 

Anche la dieta chetogenica è iperproteica: ecco un esempio e le ricette

Dieta iperproteica, fa bene o fa male