Articolo

Rimedi naturali per le smagliature: come scegliere i prodotti da acquistare

La parola d'ordine, quando si tratta di smagliature, è prevenzione. La natura, come sempre, ci fornisce un aiuto prezioso donandoci alcuni attivi che compongono creme e oli specifici.

rimedi-per-le-smagliature

Credit foto
©Olena Rudo - 123RF

Le smagliature, il cui nome scientifico è striae atrofiche distensae, sono un inestetismo estremamente diffuso (e democratico), che colpisce circa l'80% degli uomini e il 30% delle donne.

Si tratta di vere e proprie piccole cicatrici che si formano sulla pelle quando le fibre di elastina e quelle di collagene che si trovano nel derma (lo strato presente sotto l'epidermide) si rompono, per vari motivi. 

Se la pelle viene sottoposta a una tensione tale che porta alla rottura delle fibre, il corpo procede poi a una "riparazione" delle lesioni del tessuto cutaneo attraverso un processo di cicatrizzazione che si manifesta in superficie, appunto, con le smagliature. 

Le smagliature si presentano come dei solchi longitudinali e paralleli, che seguono la disposizione delle fibre che compongono le fasce muscolari, con un colore che varia in base al loro stadio: all'inizio, quando ci si trova ancora nella fase infiammatoria, assumono una colorazione che tende al rosso.

Nella fase successiva, ovvero quando le lesioni iniziano a cicatrizzarsi, si colorano di un bianco opalescente

La larghezza delle smagliature può arrivare fino a un centimetro ma le più comuni hanno una larghezza di soli pochi millimetri. 
 

Perché si formano le smagliature?

Le smagliature si formano in seguito a una lesione del tessuto connettivo e sono più frequenti se la cute è poco elastica a causa di fattori legati alla costituzione, alle variazioni ormonali, alle condizioni contingenti.

Il più comune motivo per cui si forma questo inestetismo, senza dubbio, è la gravidanza: durante la gestazione, infatti, il corpo di una donna cambia notevolmente, aumentando anche di peso.

Il periodo in cui più frequentemente si formano le smagliature in gravidanza è compreso tra il sesto e l'ottavo mese, proprio quando l'aumento di peso è più consistente. 

In realtà, le condizioni tipicamente connesse alla comparsa di questo fastidioso quanto comune inestetismo sono, in genere, tutte quelle imputabili alle variazioni improvvise di peso e all'evoluzione ormonale: durante la gravidanza, come abbiamo visto, nel periodo adolescenziale, in seguito a diete ferree o a un repentino aumento del peso corporeo, il corpo viene sottoposto ad alterazioni sia della forma che del volume, provocando una tensione anomala della pelle in alcune zone. 

Negli uomini, soggetti alla formazione delle smagliature durante il periodo adolescenziale (15-20 anni), le zone più esposte sono la schiena, i glutei e l'addome. 

Nelle donne, il cui periodo più a rischio è sia quello puberale (12-15 anni) che quello della gravidanza, le smagliature si formano più frequentemente sulle cosce, sui glutei, sul seno e sull'addome. 

Riassumendo, pancia, glutei, seno, cosce, fianchi, braccia, schiena e ascelle sono parti del corpo in cui le smagliature si formano più frequentemente. 
 

Come eliminare le smagliature: un aiuto dalla natura

La parola d'ordine, quando si tratta di smagliature è prevenzione.

Una volta formatesi, infatti, è più difficile intervenire per eliminarle e comunque va precisato che un miglioramento estetico può essere ottenuto quando le smagliature sono rosse. Quando, invece, subentra la fase cicatriziale, cioè quando diventano bianco perla, è quasi impossibile eliminarle. 

Prima di tutto, è importante mantenere la pelle costantemente idratata, non solo dall'esterno (mediante l'applicazione di oli e creme) ma anche dall'interno: fondamentale, quindi, bere molta acqua e consumare frutta e verdura di stagione, prediligendo gli alimenti ricchi di vitamina E e C. 

Bisogna evitare repentine variazioni di peso, seguendo un regime alimentare regolare e svolgendo attività fisica adeguata al proprio stato di salute. 

Una volta alla settimana è consigliato effettuare uno scrub in modo da eliminare le cellule epiteliali morte e rigenerare la cute mentre, ogni giorno, è buona norma applicare creme o oli che contengano ingredienti con spiccate proprietà elasticizzanti e nutrienti. 

Vediamo nel dettaglio le proprietà dei più diffusi rimedi naturali per prevenire le smagliature e migliorarne l'aspetto quando si sono già formate. 
 

Oli e vitamine per contrastare le smagliature

La natura, come sempre, ci fornisce un aiuto prezioso, donandoci alcuni attivi che compongono creme e oli per le smagliature acquistabili online su siti specializzati come farmacosmo.it.
 

Olio di Mandorle Dolci per ricostruire il film idrolipidico

Gli acidi grassi, le vitamine E e B e i sali minerali contenuti nelle mandorle e, quindi, nell'olio ottenuto dalla loro spremitura a freddo, migliorano il microcircolo, contrastano l'invecchiamento cutaneo, contribuiscono a ricostruire il film idrolipidico e aiutano a mantenere la pelle elastica e idratata. 

Olio di Rosa Mosqueta antiossidante

È uno dei rimedi naturali più utilizzati per le smagliature poiché l'olio estratto dalle bacche di questa varietà di rosa è ricchissimo di omega 3, omega 6, antiossidanti, fitosteroli, vitamina E e retinolo: quest'ultimo, in particolare ha una spiccata azione cicatrizzante.
 
Olio di Semi di Lino per stimolare il collagene

L'altissima percentuale di omega 3 contenuta nell'olio di semi di lino lo rende ideale per stimolare la produzione di collagene, migliorando notevolmente l'elasticità della pelle. 

Burro di Karité per ammorbidire

Il burro di karité è noto per l'azione emolliente e nutriente che svolge, restituisce elasticità e turgore anche alle pelli più sensibili, rendendole morbide e levigate.
 
Vitamine C ed E: un cocktail antiossidante

La vitamina C (acido ascorbico) ostacola gli effetti dei radicali liberi che derivano da inquinamento e raggi UV, e rende la pelle elastica stimolando la produzione di collagene. Il fabbisogno  degli adulti è di circa 105 mg/die.

La vitamina E (tocoferolo) è una vitamina liposolubile che viene immagazzinata nell’organismo e utilizzata quando necessario. E’ presente negli oli vegetali in particolare ma in misura inferiore anche nel latte e nelle uova.

La vitamina E ha un elevato potere antiossidante e protegge la pelle dall'azione dei radicali liberi, i principali responsabili del danno cellulare e dell’invecchiamento cutaneo.

L'applicazione cutanea di prodotti che contengono vitamina E migliora l'idratazione e l'elasticità della pelle e rinforza la protezione naturale dell'epidermide.

La sinergia di queste vitamine permette di potenziare la loro azione antiossidante: questa caratteristica fa sì che la pelle sia più tonica ed elastica e che venga stimolata la produzione di nuove fibre di collagene.

Alimentazione 

Anche l'alimentazione non andrà trascurata: una dieta ricca di frutta e verdura e il giusto apporto di acqua, aiuteranno l’idratazione della pelle minimizzando le smagliature.
 

Esposizione al sole

L'esposizione eccessiva al sole inoltre, nelle zone colpite,  andrà evitata e supportata in ogni caso da una protezione solare con filtro abbastanza alto per proteggere la pelle e per evitare di mettere in risalto le striature.