Articolo

10 alimenti per la pressione alta

L’alimentazione è la base per una buona prevenzione anche in caso di pressione alta: scopriamo meglio di cosa si tratta e quali sono gli alimenti che possono aiutare a mantenerla nei giusti valori

10 alimenti per la pressione alta

La pressione alta è un disturbo molto diffuso e rappresenta uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Prevenirla con una dieta corretta è un ottimo modo per tenerla sotto controllo.

Vediamo allora gli alimenti contro la pressione alta.

 

I 10 alimenti che aiutano a combattere la pressione alta

Ci sono degli alimenti specifici, che possono influire sui valori della pressione contribuendo a farla abbassare. Questi alimenti sono:

1. Aglio: aiuta ad abbassare la pressione arteriosa favorendo la diuresi.

2. Peperoncino: è un vasodilatatore, grazie alla capsicina di cui è ricco, aiuta i vasi sanguigni a rilassarsi e di conseguenza abbassa la pressione arteriosa.

3. Sedano: grazie alle sue proprietà drenanti aiuta l’apparato renale a smaltire la renina in eccesso, un enzima che alza la pressione.

4. Ortaggi. Gli ortaggi sono degli alimenti curativi per il loro alto contenuto in Sali minerali. La presenza, in particolare, di potassio ne fa un cibo essenziale nella dieta di chi soffre di ipertensione. Il potassio è un minerale che partecipa nella regolazione della contrazione delle fibre muscolari che costituiscono e fanno parte della parete dei vasi sanguigni. Ecco perché introdurre nella dieta quotidiana le banane, che contengono un’alta percentuale di potassio, fa sì che mantenga contenuti i valori pressori. 

5. I cereali. L’acido glutammatico contenuto nei cereali è un valido rimedio per mantenere bassi i valori della pressione arteriosa

6. Formaggi e latticini. I prodotti che derivano dal latte contribuiscono in modo rilevante a ridurre la pressione alta. Questa loro azione benefica sui valori pressori è dovuta alla presenza di alcuni peptidi che agiscono attivamente sulla pressione arteriosa contribuendo a mantenerla entro certi valori normali. 

7. LegumiGrazie alla presenza di una proteina, idrosalato proteico, i legumi contribuiscono ad abbassare la pressione alta. I legumi introdotti nella dieta per l’ipertensione sono in grado di abbassare la pressione e, inoltre, impediscono l’insorgere di eventuali danni ai reni che sono spesso sovraccaricati a causa degli alti valori pressori.  

8. Noci. La frutta secca, in particolare le noci, hanno la capacità di abbassare la pressione alta. Questa loro proprietà è dovuta alla presenza di antiossidanti e acidi grassi non saturi in essi contenuti. 

9. PesceIl pesce, in particolare il pesce azzurro, grazie all’elevato contenuto in omega 3 ha un effetto benefico sul controllo della pressione alta e sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari. 

10. Barbabietola rossa. La barbabietola presenta un elevato contenuto di nitrati che, tramite una reazione chimica che si svolge in bocca durante la masticazione, vengono trasformati in nitriti da alcuni batteri e questi contribuiscono a mantenere bassi i valori della pressione arteriosa.


Pressione alta: conoscerla e riconoscerla

La pressione alta, detta anche ipertensione, è un disturbo circolatorio caratterizzato da un aumento della pressione arteriosa del sangue, che supera i valori normali, generalmente stabiliti tra 80-90 mmHg per la minima e 120-140 mmHg per la massima.

Per pressione arteriosa del sangue si intende la forza esercitata dal sangue contro le pareti delle arterie, indispensabile per assicurare la funzionalità del sistema circolatorio.

Nella maggior parte delle persone la pressione alta è asintomatica, mentre in alcuni si manifesta con cefalea, sudore, episodi di vertigini e persino emorragie nasali.

L’ipertensione può essere determinata da diversi fattori, tra cui le cattive abitudini alimentari, l’abuso di alcolici, l’assunzione di ingenti quantità di sodio, lo scarso esercizio fisico, l’obesità, lo stress, il fumo di sigaretta e l’utilizzo di sostanze stimolanti come la caffeina.

L’aumento della pressione del sangue può dipendere anche da fattori emotivi, quale tensione e ipereccitabilità.

 

Scopri di più su cosa fare in caso di pressione alta

Per approfondire:

> L'alimentazione in caso di pressione alta