Articolo

Frugtsuppe, la ricetta

Una zuppa di frutta essiccata? Perché no: la frugtsuppe è un piatto tipico danese gustoso e molto particolare. Prepararlo è facile.

Frugtsuppe, la ricetta

Frugtsuppe: cos'è e come si prepara

La frugtsuppe è un piatto tipico danese. Si tratta di una zuppa, da mangiare calda o fredda, a base di frutta essiccata.

La cucina tradizionale danese, come quasi tutta la cucina del nord Europa, si caratterizza per piatti molto grassi, con burro e condimenti a base di panna, presentando anche molte ricette a base di pesce e carne.

La frugtsuppe si caratterizza invece per la mancanza di tutti questi ingredienti, quindi povera di grassi, ma calorica e con un indice glicemico molto alto, portato appunto dagli zuccheri della frutta essiccata.

Il sapore della frugtsuppe è molto particolare: sostanzialmente risulta dolce, ed è difficile pensare di consumarla come piatto all'interno di un menù.

Si presta quindi bene, per i palati mediterranei, come dolce, freddo, o come colazione energizzante, sia invernale che estiva.

 

Leggi anche Come fare il pane con la farina di castagne >>

 

Frugtsuppe: ricetta

Ingredienti 

> 500 g di frutta secca senza aggiunta di zucchero a scelta fra 5 o 6 tipologie differenti, come: albicocche, uvetta, prugne, fichi, mele;
> 40 g di farina di tapioca;
> 1 cucchiaino o una stecca di cannella;
> 1 cucchiaino di chiodi di garofano;
> 1 cucchiaino di zucchero;
> il succo di un limone.

Preparazione

Si lascia rinvenire la frutta secca, per 8 ore, in ciotole separate in quantità di acqua doppia al volume della frutta Si scola poi la frutta e si taglia a pezzetti.

La si rimette nelle rispettive acque di ammollo e si fa riposare per un'altra ore.

Se si ha poco tempo si taglia la frutta secca e si lascia ammollare con dell'acqua per 4 ore. La quantità di acqua, anche in questo caso, è pari al doppio della frutta. Ammollare la frutta tagliata permette di dimezzare i tempi di preparazione.

A seconda della preferenza, più densa o più liquida, si aggiusta di acqua di volta in volta.

Trascorso il tempo di riposo si scola frutta e si aggiungono, all'acqua di ammollo, la cannella e lo zucchero e la tapioca.

Si fa bollire per 30 minuti, per far cuocere bene la tapioca. A 2 minuti dalla fine della cottura si immergono i chiodi di garofano, fatti prima ammollare in acqua, inseriti in un colino da the o in un sacchetto di lino per cotture.

A fine cottura si eliminano i chiodi di garofano, si rimette la frutta nella zuppa, si aggiunge il succo del limone, ed è pronta.

Si può decidere di lasciare la frutta a pezzetti, oppure frullare il tutto per ottenere una frugtsuppe più fine e cremosa. Si può mangiare sia calda che fredda.

 

Leggi anche La farina di frutta secca: come si fa e gli usi >>

 

Foto: Brent Hofacker / 123rf.com

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio