Articolo

Worldrise e la campagna No plastic more fun

Woldrise è la onlus creata per sensibilizzare sui temi della difesa degli oceani e della biodiversità marina: il progetto No plastic more fun si impegna per una movida senza plastica.

worldrise-cannucce

Credit foto
©Fb Worldrise

La plastica ho ormai invaso gran parte del nostro ecosistema, danneggiandolo pesantemente. Prima che Greta Thunberg denunciasse l'inerzia dei governanrti sulo stato catastrofico del nostro pianeta. 

 

La plastica è ovunque. Ormai, possiamo dirlo, anche dentro quello che mangiamo e beviamo, e non solo intorno. Non è più soltanto un materiale con cui si confezionano contenitori e packaging vari, ma è un elemento che è entrato a far parte della natura e della catena alimentare. Le microplatiche sono parte della nostra vita, e non solo in senso lato

 

Per anni ci siamo rivolti alla plastica come materiale versatile, economico e riciclabile. Fino a quando siamo arrivati a usarla oltre misura e oggi questo materiale ha perso anche alcune delle qualità che l'hanno reso così diffuso: sul lungo periodo non è più economico da produrre, né tantomeno facilmente riciclabile

 

La plastica ha talmente tanto invaso la quotidianità di ciascuno di noi che sostituirla con altri materiali ad impatto ambientale inferiore o addirittura pari allo zero, richiede un'inversione di approccio.

 

Un movimento positivo volto al cambiamento è in atto: le cannucce di plastica possono essere facilemtne sostituite con altri prodotti, esistono alternative green alle pellicole per gli alimenti, le buste di plastica sono già oggetto di leggi per la loro messa al bando, mentre il vecchio concetto di "usa e getta" sta pian piano lasciando il posto a nuove visioni legate al riuso creativo e al riciclo. 

 

Woldrire: No plastic More fun

Woldrise è una onlus formata da giovani, rivolta (soprattutto ma non esclusivamente) ai giovani. Uno de progetti più importanti è No plastic more fun e ha come obiettivo di creare una rete di esercizi commerciali che bandiscano la plastica dai propri locali. 

 

Bar, ristoranti, club, discoteche, cinema e teatri. La città con le maggiori adesioni è Milano, ma la rete si sta allargando in tutta Italia e il risultato non è penalizzante per il divertimento, anzi. 

 

Adesivi, notti bianche plastic free, attività social: la sensibilizzazione sui temi ambientali ha un nuovo linguaggio. Ad esempio, il decalogo delle regole per ridurre il consumo di plastica, tra cui si legge che “Il drink perfetto, qualunque esso sia, è senza cannuccia”. 

 

I giovani sono, dunque, portatori e fruitori di nuovo ecologismo e di uno stile di vita sostenibile, pur inseriti nel contesto sociale metropolitano.

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio