Articolo

Ernia iatale, come ridurre i sintomi

L'ernia iatale può provocare reflusso gastrico, con bruciore di stomaco e difficoltà nella digestione. Esistono però alcuni rimedi naturali che aiutano a ridurre i sintomi.

Ernia iatale, come ridurre i sintomi

L’ernia iatale può essere anche asintomatica, ma spesso causa reflusso esofageo con bruciore di stomaco e difficoltà digestive. Vediamo cos’è l’ernia iatale e come possiamo ridurne i sintomi in modo naturale.

 

Cos’è l’ernia iatale

L’ernia iatale è una malattia che interessa lo stomaco e l’esofago. Si tratta di un’erniazione di una parte dello stomaco attraverso lo iato diaframmatico.

Nel 90% dei casi l’ernia iatale è da scivolamento, con formazione di una protusione dello stomaco attraverso lo iato. L’ernia iatale da scivolamento può non produrre sintomi oppure causare esofagite da reflusso: in genere il reflusso gastrico è il sintomo più comune.

I restanti casi di ernia iatale sono invece da rotolamento o paraesofagei, in cui una porzione dello stomaco risale attraverso lo iato e si ritrova nell’esofago. L’ernia paraesofagea può formarsi come conseguenza di interventi chirurgici e può provocare digestione difficile, gastrite, ulcere e altre complicazioni.

 

Leggi anche Reflusso gastrico: cosa mangiare? >>

 

Come ridurre i sintomi dell’ernia iatale

Il principale sintomo dell’ernia iatale è l’esofagite da reflusso, provocata dal rigurgito del contenuto gastrico acido nell’esofago.
Questo fenomeno provoca infiammazione della mucosa, con allungamento e congestione delle papille dermiche e iperplasia delle cellule basali. I sintomi includono bruciore alla bocca dello stomaco, difficoltà digestive, rigurgito.

Per ridurre i sintomi dell’ernia iatale occorre evitare le situazioni che favoriscono il reflusso. Tra le altre cose, è consigliabile moderare le porzioni di cibo e non assumere determinati alimenti (tra cui l’alcool e i cibi piccanti).

Per non comprimere la zona dello stomaco, è bene evitare abiti e cinture troppo stretti. È inoltre sconsigliato assumere una posizione sdraiata poco dopo i pasti, per contrastare il reflusso del contenuto gastrico dallo stomaco all’esofago.

Tra i rimedi naturali utili per ridurre i sintomi dell’ernia iatale al primo posto c’è sicuramente la radice di radice di liquirizia da assumere sotto forma di tisana. Altre erbe utili allo scopo sono quelle emollienti e lenitive come la malva, i semi di lino, la camomilla e l’achillea.

Per ridurre il reflusso sono efficaci anche gli alginati estratti dalle alghe: queste sostanze, assunte dopo i pasti, creano un gel a livello della bocca dello stomaco evitando che il contenuto gastrico risalga in superficie.

 

Leggi anche Le tisane per lo stomaco: quali sono e le ricette >>

 

Credit foto: Tharakorn Arunothai

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio