Articolo

Semi di zucca: un aiuto contro la caduta dei capelli?

Recenti studi e ricerche dimostrano che i semi di zucca sono dei validi alleati anche contro la caduta dei capelli. Scopriamone il meccanismo e come usarli.

Semi di zucca: un aiuto contro la caduta dei capelli?

I semi di zucca, da sempre conosciuti per le loro proprietà vermifughe e per l'azione benefica contro infiammazioni e cistiti, potrebbero essere utili, come altri alimenti, anche nella lotta contro l'alopecia e la caduta di capelli.

Scopriamo meglio, allora, come agiscono i semi di zucca sui capelli.

 

Semi di zucca: funzionano davvero?

Per gli uomini in particolare pare di si. Lo dimostrerebbe una ricerca di un paio di anni fa condotta in Corea e pubblicata su NCBI, per cui su un campione di 76 uomini, la somministrazione per 24 settimane di estratto di semi di zucca avrebbe registrato un aumento del 40% della crescita dei capelli, rispetto al gruppo placebo.

Come spesso si legge, circa il 70% degli uomini a partire dai 50 anni andrebbe incontro a una drastica riduzione dei capelli, sia in numero che in spessore, spesso, anche se non sempre, legato ad alopecia androgenetica.

 

Alopecia, come si genera

Sarebbe tutta colpa di un enzima, il tanto odiato 5alfa-reduttasi. Il meccanismo che determina l'alopecia, e che riguarderebbe circa il 95% delle cause di perdita di capelli, sarebbe il seguente: l'enzima 5alfa-reduttasi tipo II trasforma il testosterone in una sostanza chiamata DHT; DHT si lega con dei recettori del follicolo e ne determina la diminuzione, favorendo invece la prodzuzione di sebo.

L'iperproduzione di sebo porta a un diradamento del fusto del capello che diventa più sottile e a un soffocamento del capello stesso; si manifesta al contempo una riduzione in fase di crescita del capello: si sta verificando il fenomeno di calvizie o alopecia androgenetica.

 

I semi di zucca contro i disturbi della prostata

 

Come agiscono i semi di zucca sui capelli

Le sostanze contenute nei semi di zucca, ovvero nutrienti preziosi, zinco, magnesio, ferro, omega-3, vitamine del gruppo B, fitosteroli e carotenoidi, secondo uno studio di un paio di anni fa pubblicato su NCBI National Center for Biotechnology Information, e altri studi, andrebbero a ridurre gli effetti negativi causati dalla trasformazione del testosterone in DHT, tra cui ipertrofia prostatica e alopecia.

Tali sostanze andrebbero ad inibire l’azione dell’enzima 5alfa-reduttasi di tipo II, responsabile, come visto sopra, dell'attivarsi del processo.

 

Olio prezioso per i capelli, ma no solo

Si è visto in particolare quanto sia efficace l'uso dell'olio di semi di zucca, per cui se ne consiglia in genere l'assunzione di un cucchiaino al giorno; oppure ci si può sbizzarrire e utilizzare i semi di zucca in ricette gustose e fantasiose.

Di per sè questi piccoli semi verdi sono ricchi di fitoestrogeni, acidi grassi, flavonoidi e polisaccaridi, oltre alle sostaze gia citate. Per questo sono indicati non solo per gli uomini, ma anche per le donne, in particolare, secondo altre ricerce, andrebbero a prevenire tumori ovarici.

Agli stessi semi si attribuisce un'attivita antinfiammatoria e antiossidante, capace anche di regolare il metabolismo del colesterolo.

 

Leggi anche Semi di zucca, lo snack ideale >>

 

Per approfondire:
>  I rimedi omeopatici per l'alopecia


Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio