Articolo

Enteroclisma per la salute

L'enteroclisma è un rimedio a base di acqua, facilmente utilizzabile a casa, e benefico per la salute, in quanto depura naturalmente l'intero organismo.

Enteroclisma per la salute

Enteroclisma: benefici per la salute

Un buon funzionamento intestinale è sinonimo di salute: da una parte la regolare (e per regolare si intende una o due volte ogni giorno) eliminazione di quanto non più utile al corpo, è segnale di una buona vitalità e di salute non solo dell'intestino, ma di tutto il tratto digerente; dall'altra eliminare le tossine e gli scarti che quotidianamente il nostro corpo introduce e produce, migliora le condizioni di salute dell'organismo intero.

L'enteroclisma non è quindi solo un rimedio in caso di stipsi, ma può essere utilizzato anche come pratica più costante di pulizia intestinale.

 

Funzioni dell'enteroclisma

L'enteroclisma è un lavaggio dolce e poco invasivo dell'ultimo tratto intestinale, un depurativo naturale e casalingo. Si esegue comodamente a casa propria con una economica sacca per enteroclisma da viaggio, acquistabile in farmacia. Il principale ingrediente è l'acqua, che può essere tiepida, calda, o leggermente più fresca della temperatura del corpo, e sale.

Il sale evita che l'acqua venga assorbita dalle pareti intestinali e, con essa, che vengano assorbite anche le tossine presenti e ristagnanti nel colon.

Altri ingredienti per l'enteroclisma sono l'argilla, il caffè, infuso di camomilla, bicarbonato, fino alle acqua frequenziali e ai fiori di Bach: ciascuno di questi, aggiunti all'acqua, ha un suo specifico vantaggio.

È utile fare un enteroclisma ogni qual volta ci siano problemi di evacuazione, soprattutto stipsi, nel caso di alimentazione eccessivamente ricca di grassi e amidi, nei casi in cui si consumino tanta carne e tanti formaggi: l'enteroclicma ripulisce l'ultimo tratto dell'intestino fino alla fessura splenica, e stimola la peristalsi.

Diversamente dai lassativi, siano essi chimici o naturali, l'enteroclisma agisce senza irritare la mucosa intestinale, ma solo tramite lavaggio meccanico a cura di acqua naturale. Questo evita che venga compromessa la flora batterica, poiché l'acqua ha il solo vantaggio di lavare via le incrostazioni fecali presenti nell'intestino.

L'enteroclisma non va eseguito tutti i giorni, poiché potrebbe impigrire l'intestino, non più stimolato alla normale peristalsi, e potrebbe impoverire la flora intestinale, perchè non permette il normale rigenerarsi della stessa.

 

Enteroclisma: indicazioni

L'enteroclisma si può fare nei seguenti casi:

> gonfiore addominale;
> flatulenza;
> sovrappeso;
> astenia;
> febbre, sia bassa che durante febbri più alte;
> mal di testa;
> cattiva digestione;
> indigestione;
> emorroidi;
> alitosi;
> problemi della pelle.

 

Leggi anche Come affrontare la stitichezza con rimedi naturali >>