Articolo

Astenia, cinque trucchi per combatterla

L’astenia è una sensazione di stanchezza psicofisica generalizzata, come si può combattere? Ecco cinque “trucchi” che potrebbero aiutarti.

Astenia, cinque trucchi per combatterla

L’astenia, quella spiacevole sensazione di stanchezza generalizzata che mette KO, può avere varie cause. Nella maggior parte dei casi è dovuta a stress, periodi lavorativi particolarmente intensi e cambi di stagione, in particolare esiste un’astenia tipica della primavera.

Spesso è uno dei primi sintomi di una gravidanza.

Solitamente, quindi, non è una condizione preoccupante ma talvolta può essere la spia di problemi di salute, anche gravi, quindi se l’astenia si presenta per un periodo prolungato, è consigliabile fare qualche accertamento.

L’astenia può essere infine data, o comunque aggravata, da una cattiva alimentazione.

Come si può affrontare l’astenia? Naturalmente parliamo di astenia primaria, cioè non causata da problemi di salute.

Combattere l’astenia con una corretta alimentazione

Esistono alimenti in grado di dare all’organismo i giusti nutrienti per ripristinare un buon equilibrio psicofisico e riacquistare energie. In caso di astenia, sì a tutte le verdure a foglia verde, ai frutti oleosi e agli alimenti ricchi di vitamina B6, al riso e alla frutta fresca di stagione.

Solitamente, viene consigliato di evitare i cibi che rallentano la digestione o appesantisco l’organismo, per esempio le carni rosse, gli alimenti ricchi di grassi animali, i formaggi, soprattutto quelli più grassi.

 

Leggi anche Astenia in medicina cinese >>

 

È inoltre consigliabile che i pasti siano regolari, cinque al giorno, cioè colazione, spuntino, pranzo, spuntino pomeridiano e cena, in modo da non arrivare affamati ai pasti principali e mangiare troppo, appesantendosi.

 

1. Combattere l’astenia dormendo

Spesso l’astenia si associa all’insonnia, è quindi consigliabile cercare di avere una buona igiene del sonno, cioè, per esempio, andare a dormire e puntare la sveglia sempre più o meno allo stesso orario e concedersi, se possibile, qualche ora di sonno in più, sempre tenendo presente che gli adulti dovrebbero dormire circa 7 ore a notte.

 

2. Combattere l’astenia assecondandola

Uno dei modi per combattere l’astenia è assecondarla. Talvolta, le esigenze lavorative e di vita quotidiana portano a combattere strenuamente l’astenia, con la resistenza e con caffè dopo caffè. Rischia di diventare una lotta contro i mulini a vento.

L’astenia spesso è un messaggio del corpo, che ci invita, appunto, a riposare. È consigliabile, dunque, ritagliarsi qualche momento di relax e di riposo in più.

 

3. Combattere l’astenia con il movimento

Non solo il riposo, ma anche un’attività fisica moderata e regolare può aiutare a combattere l’astenia. Una bella passeggiata all’aria aperta, una corsetta leggera, un giro in bicicletta aiutano l’organismo a liberarsi dalla tossine e ad ossigenarsi.

Sono inoltre attività che consentono di liberarsi o quantomeno di attenuare quello stress psichico che può essere alla base dell’astenia.

 

4. Combattere l’astenia con gli integratori

In periodi particolari, per esempio al cambio di stagione, o quando i ritmi lavorativi sono troppo intensi e la stanchezza si fa sentire particolarmente, può essere utile ricorrere a qualche integratore, come magnesio e vitamine del gruppo B.

Possono essere utili anche alcuni rimedi naturali tonificanti quali, ad esempio, ginseng e guaranà.

Prima di assumere integratori è consigliabile consultare il proprio medico di fiducia.


Leggi anche Astenia in gravidanza, come combatterla >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio