Articolo

Come superare l'insonnia da jet lag

Ecco qualche consiglio naturale per aiutarvi a superare l'insonnia da jet lag: tisane, movimento, alimentazione, sole e tanta acqua per favorire il naturale ripristino dell'orologio biologico

Come superare l'insonnia da jet lag

Spesso le vacanze, a causa del jet leg, della lunghezza stessa del viaggio e del conseguente cambiamento di ritmo e di stile di vita, sono fonte di stress e nervosismo per certe persone, che per giorni e giorni ne subiscono i postumi.

Così insorgono piccoli malesseri, ansie, insonnia e difficoltà a rilassarsi profondamente sia durante il giorno che la notte.

Per staccare davvero come si dovrebbe e riposare bene, è importante sapere quali sono quei rimedi naturali e piccoli stratagemmi che contribuiscono a donare serenità e a far recuperare più in fretta all'organismo il nuovo ritmo sonno-veglia, regolando quanto prima l'orologio biologico provato dal jet lag. Ecco quali sono.

 

Tisane rilassanti

Eccoci arrivati a destinazione. Controllate di avere a disposizione in dispensa, o che vi siano presso la struttura ricettiva scelta, delle buone tisane rilassanti.

Le erbe principali che vi possono aiutare a favorire il sonno sono:

> la malva (magari con aggiunta, a piacere, di verbena, finocchio od ortica) aiuta a rilassare corpo e mente;
> la passiflora, antispasmodica e calmante;
> la camomilla, che aggiunge proprietà digestive e antinevralgiche all'azione sedativa;
> il tiglio, naturalmente utile per calmare i nervi e diuretico;
> la valeriana, per il sistema nervoso centrale;
> la melissa, contro gli stati d'ansia;
> il biancospino, che va in soccorso anche di chi soffre di palpitazioni;
> l'escolzia, pinata miorilassante che favorisce dolcemente il sonno.

Ovviamente tutte da consumarsi prima di coricarsi, calde o tiepide, dolcificate a piacere con un po' di miele.

 

Rimedi omeopatici per appisolarsi

Il rimedio omeopatico prescritto più di frequente per il jet lag è Nux vomica, indicata in generale per i disturbi del sonno, soprattutto con risveglio precoce, accompagnati da difficoltà della digestione e secchezza e ostruzione del naso.

Un altro rimedio utile è Kalium phosphoricum oppure l'Arnica, tutti da provare previo consulto di un omeopata. Un altro rimedio naturale che si è verificato efficace è l'agopuntura.

 

Movimento e yoga

Movimento, come camminate, corse, nuotate, non in ore serali naturalmente, bodywork e yoga sono ottimi alleati di un corretto riposo.

Lo yoga e la meditazione, in particolare, contribuiscono a sciogliere le tensioni legate al viaggio, sono un toccasana per la mente e lo spirito, soprattutto se eseguiti prestando particolare attenzione alla respirazione.

Infine, un bel bagno caldo, ricco di oli essenziali (lavanad per esempio) prima di coricarsi, risulta essere molto efficace.

 

Prova anche i rimedi naturali per l'insonnia estiva

 

Fototerapia o elioterapia

Un trattamento che ha dimostrato efficacia per alleviare il senso di malessere generale causato dal jet lag è l’esposizione alla luce prodotta da un apparecchio o da una lampada a spettro naturale, meglio nota come fototerapia.

Se si preferisce si può anche provare l'elioterapia, l'esposizione naturale ai raggi del sole: se si viaggia verso ovest, è consigliato prendere la luce del sole la mattina, giorni prima del viaggio, evitandola nel pomeriggio, metre viceversa per i viaggi veso est.

La luce aiuta molto a regolare l'orologio cardiaco dell'organismo, così da sentirsi più riposati e svegli a tempo debito per l'orario di destinazione.

 

Mangiare e bere con attenzione

Mangiare in modo leggero già da un paio di giorni prima della partenza e all'arrivo, scegliere cibi giusti che favoriscono il sonno evitando quelli pesanti, fritti, grassi o troppi carboidrati, aiuta ad equilibrare il sonno e a riposare meglio, cosa fondamentale per alleviare i disturbi legati al jet lag.

Scegliere quindi frutta fresca (le ciliegie è stato dimostrato che aiutano nel recupero da jet lag, ricche come sono di melatonina), verdura, come insalata, evitando alimenti difficili da digerire o eccitanti, come cioccolato, caffè o bevande alcoliche che disturbano il sonno e interferiscono con il riposo.

Fondamentale è invece bere tanta acqua, meglio naturale e a temperatura ambiente, per idratare bene l'organismo, prima durante e dopo il viaggio.

 

Ancora da sapere sul jet lag

Il jet lag è un disturbo del ritmo circadiano che si verifica quando l'orologio biologico del corpo perde la sincronia con l'orario ed il ciclo di luce e di buio sui quali biologicamente è regolato.

I sintomi da jet lag sono generalmente peggiori quando si viaggia da ovest verso est. Più si è anziani, più il jet lag può diventare fastidioso e il recupero più lento.

Oltre al jet lag esiste anche la "fatica da viaggio", meglio nota come "travel fatigue" che è associata ad una condizione di stanchezza generale, affaticamento, mal di testa, disorientamento che non interessa necessariamente un'alterazione dei ritmi circadiani. In questo caso il recupero è più breve, bastano un paio di giorni, a differenza del jet lag che produce sintomi che possono durare anche per una settimana.

 

Prova il riso e le sue ricette per combattere l'insonnia

 

Per approfondire:

> L'insonnia curata con la fitoterapia

> Gli integratori naturali per l'insonnia

> Curare l'insonnia con l'omeopatia

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio