Articolo

Ciclo mestruale doloroso, sintomi e rimedi

Il ciclo mestruale per molte donne è un appuntamento mensile doloroso, spesso invalidante per i primi giorni. Esistono alcuni rimedi naturali che possono aiutare a regolare la gestione ormonale e a ridurre gli aspasmi.

Ciclo mestruale doloroso, sintomi e rimedi

Noi donne lo sappiamo, ogni mese cambiamo, ci rinnoviamo, seguiamo i flussi lunari e non sempre è una passeggiata piacevole.

Anzi, alcune donne vivono il ciclo mestruale con disagio, con dolori e spasmi. A cosa si deve questo fenomeno definito dismenorrea?

 

Sintomi e cause della Dismenorrea

La Dismenorrea si presenta per i primi giorni del ciclo con fitte crampiformi e spasmi che spesso si associano a contrazioni muscolari che impediscono addirittura di camminare o di mantenere una postura corretta.

Colpisce con maggiore incidenza le giovani donne, in età adulta invece una sintomatologia simile può divenire sospetta, in ogni caso è suggerito il consulto medico per verificare se esistano cause di natura patologica.

Ai crampi e agli spasmi possono accompagnarsi dolori alla schiena, nausea, mal di testa, capogiri, tensione mammaria, che si risolvono dopo i primi due o tre giorni, nel caso si tratti di dismenorrea primaria, che non identifica una causa specifica a cui attribuire i dolori da ciclo.

Nel caso di dismenorrea secondaria si riscontrano condizioni scatenanti come l’endometriosi, l’adenomiosi, neoplasie, e i dolori accompagnano tutto l’intero ciclo di mestruazioni.

 

Leggi anche Alleviare i dolori della dismenorrea >>

 

Rimedi per la Dismenorrea

Esistono vari rimedi utili per lenire la sintomatologia dolorosa. Innanzitutto il calore è di grande conforto sia per gli spasmi sia per i crampi e le tensioni muscolari che coinvolgono tutta l’area, zona lombare compresa. Possiamo utilizzare la classica boule dell’acqua calda o uno scaldino elettrico.

In campo erboristico esistono preparati e rimedi ad hoc per diminuire la sintomatologia dolorosa:

> Cimicifuga: è un rimedio ricco di acido salicilico, polifenoli e fitosteroli utili per sedare il dolore e per riequilibrare l’attività estrogenica. La cimicifuga esercita un’azione rilassante e analgesica sulla muscolatura liscia uterina. E’ utile anche in menopausa per le sua capacità di sopprimere l’ormone luteinizzante e quindi sedare le vampate di calore, gli sbalzi d’umore.

> Agnocasto: è un rimedio ricco di glicosidi iridoidi, flavonoidi e terpeni. L'Agnocasto possiede la capacità di regolare il sistema ovulatorio, i rapporti estrogeni/progesterone, alleviai sintomi della sindrome premestruale. E’ indicato in caso di endometriosi, causa di dolori durante il ciclo.

> Rubus Idaeus: è il lampone in gemmoderivato e agisce a livello ormonale nella comunicazione tra ipofisi ed ovaie. E’ in grado di ridurre il dolore del ciclo mestruale, ma deve essere assunto in prevenzione, quindi con cicli costanti prima dell’inizio del ciclo, particolarmente indicato anche in caso di sindrome premestruale.

> Angelica Sinensis: è il ginseng femminile che agisce sul riequilibrio estrogeni/progesterone e in più esplica un’azione spasmolitica per sedare crampi e dolori spesso dovuti all’endometriosi. L'Angelica non deve però essere assunta da coloro che soffrono di ciclo abbondante perché potrebbe aumentare ulteriormente il flusso.

> Magnesio: questo minerale dovrebbe essere assunto con regolarità quando si è consapevoli di soffrire di dismenorrea. Aiuta a sedare le contrazioni muscolari, agisce sugli spasmi uterini ed intestinali e regola la sfera neurovegetativa.

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio