Articolo

Le tisane depurative per l'intestino

A volte ci si ammala perché si trascurano alcune parti importanti dell'organismo: avete mai depurato a fondo il vostro intestino? Insieme a dieta e movimento, ecco le tisane consigliate

Le tisane depurative per l'intestino

Quando l'intestino non fa il suo dovere come dovrebbe sopraggiungono una serie di segnali a darci l'allerta: pelle spenta con brufoli, dolori di pancia, stipsi o diarrea, gonfiori addominali o meteorismo, colon infiammato, stanchezza e senso di pesantezza, mancanza di energie; ma anche candidosi, diverticoliti, alito cattivo, fino ad allergie alimentari.

Una dieta depurativa salutare è utile per dare una sferzata di rinnovamento e depurazione in questi casi, ma da sola può non bastare, o essere poco efficace.

Bisogna imparare ad associarvi del movimento svolto con una certa periodicità (corse, camminate, nuoto, rilassamento yoga), idratare profondamente l'organismo durante la giornata e anche coadiuvare la sera con calde e profumate tisane depurative per l'intestino.

Esempi di tisane ad azione depurativa sono quella a base di senna e di frangola con azione peristaltica sulla muscolatura intestinale, ma anche le tisane alla malva, ricca in mucillagini in grado di trattenere acqua nell’intestino e quindi incrementa l’ammorbidimento delle feci, alla ciliegia, alla cicoria o alla liquirizia.

La camomilla invece è un ottimo calmante per l'intestino, insieme alle proprietà antispastiche del tiglio aiutano a rilassare profondamente; proprietà lenitive le troviamo anche nel finocchio.

Ecco a seguire qualche semplice ricetta che vi aiuterà nell'intento di dare vigore a un organo e apparato tanto importante quanto spesso trascurato.

 

Tisana composita alla senna

Le foglie della senna contengono glicosidi antrachinonici, mucillagini, flavonoidi e zuccheri che conferiscono alla pianta attività purgante.

La frangola è indicata nei casi in cui le feci devono essere molli, in tutte quelle situazioni in cui il naturale processo fisiologico di evacuazione può essere reso particolarmente difficile e doloroso.

La radice di liquirizia per la pressione, svolge una leggera azione lassativa, grazie alla presenza di mannite, principio attivo della manna.

Ingredienti:
> 40% senna,

> 20% finocchio,

> 20% melissa,

> 20% frangola.

Preparazione: lasciare in infusione per circa 5 minuti, filtrare.

Uso: bere due tazze al giorno, lontano dai pasti.

Proprietà: purganti, lassative, emollienti.

 

Leggi di più sulle tisane lassative

 

Tisana composita alla malva e liquirizia

Ideale per combattere la stitichezza cronica, senza dare assuefazione o dolori, la liquirizia e la malva associate in tisana sono ottime per ammorbidire le feci e favorire l'evacuazione.

Ingredienti:

> 20 grammi di malva> 20 di liquirizia.

Preparazione: miscelare la malva e la liquirizia e lasciare in infusione in acqua bollente per circa 5 minuti un cucchiaino abbondante del preparato per tazza, addolcire a piacere con miele.

Uso: bere la sera, una tazza calda prima di coricarsi

Proprietà: depurative, lassative, emollienti

 

Tisana rilassante alla camomilla

Si tratta di una tisana consigliata per rilassare la muscolatura intestinale e favorire l'evacuazione, ottima nei casi di stipsi causata da stress o psicosomatici

Ingredienti e preparazione: 20 grammi circa per ogni erba, camomilla, tiglio, fiori di sambuco o fiori di ciliegio, verbena. Dai cinque ai sette minuti di infusione in acqua bollente sono sufficienti, versare un cucchiaino abbondante del preparato per tazza, filtrare e addolcire a piacere con miele.

Uso: bere la sera, una tazza calda prima di coricarsi

Proprietà: rilassante, lassative, emollienti

 

Scopri come depurarsi con le tisane

 

Per approfondire

> Tutti i disturbi e le cure per l'intestino