Articolo

Acqua di cocco, proprietà e benefici

Del cocco non si butta via niente, tantomeno l'acqua. Infatti l'acqua di cocco viene utilizzata come rinfrescante e rigenerante per l'alto tasso di potassio con buoni effetti sulla salute.

Acqua di cocco, proprietà e benefici

Per chi collegasse il cocco solo a spiagge assolate e secchi ghiacciati, vale la pena ricordare che la noce di cocco (frutto della palma Cocos nucifera, appartenente alla famiglia delle aceracee) ha parecchi altri utilizzi e parti che possono essere consumate con effetti benefici.

Tra queste, l’acqua di cocco. L'acqua di cocco è il liquido chiaro, traslucido, contenuto nei frutti acerbi della palma da cocco; è presente solo nelle noci di cocco ancora verdi poiché ha uno sviluppo precoce rispetto alla maturità del frutto (polpa).

Per poter estrarre l’acqua di cocco dal frutto occorre forarlo o tagliarne una estremità in modo da creare un'apertura nella cavità interna, nella quale sono contenuti tra i 200 ed i 1000 ml di acqua (a seconda del tipo di pianta e delle dimensioni della noce). Sconosciuta ai più, l’acqua di cocco vanta benefici e proprietà sorprendenti. Scopriamo cosa c’è di vero.

 

Acqua di cocco: proprietà

A differenza della polpa della noce, l’acqua di cocco contiene pochissimi grassi, apporta una modica quantità di calorie e una buona concentrazione di sali minerali.

Acqua di cocco fresca, proprietà nutrizionali:

> Calorie: 100 ml di acqua di cocco apportano circa 20 calorie;

> Minerali: potassio e sodio sono presenti in proporzione 2:1 - ovvero circa 250mg/100ml di potassio contro i 105mg/ml di sodio - oltre a discrete quantità di calcio e magnesio;

> Vitamine: sono presenti vitamine del gruppo B e C (2,4mg/100ml);

> Altre sostanze: enzimi, amminoacidi, citochine e fito-ormoni, tutte presenti in concentrazioni piuttosto esigue;

> Glutine: l’acqua di cocco è priva di glutine;

 >Lattosio: l’acqua di cocco è priva di lattosio;

> Proprietà rinfrescanti e dissetanti: l’acqua di cocco è una delle bevande più rinfrescanti naturali (ovvero non prodotte dall'uomo), viene consumata in tutta la fascia tropicale, grazie alle sue proprietà dissetanti conferitegli dal contenuto in potassio

> Sterile: l’acqua di cocco contenuta nella noce è pressocchè sterile fino all’apertura della noce stessa.

 

Leggi anche Latte di cocco, benefici e ricette >>

 

Acqua di cocco: benefici

Facciamo una debita premessa: non vi sono studi scientifici tali da mostrare gli effettivi benefici dell’acqua di cocco sulla salute umana. Abbiamo però la possibilità di riassumere i benefici principali a partire dagli usi tradizionali e delle proprietà nutrizionali.

Ecco i potenziali benefici dell’acqua di cocco:

> Può essere consumata da chi soffre di ipertensione, dato il rapporto di sai minerali sfavorevole al sodio;

> è adatta a vegani e celiaci, non contenendo lattosio né glutine;

> è adatta a una dieta crudista poiché non ha subito cottura o pastorizzazione;

> in molte regioni tropicali, l'acqua di cocco viene somministrata in caso di dissenteria, come soluzione reidratante;

> reidrata in caso di sport e sudorazione intensa: in caso di sport o sudore intenso si può fornire (non in maniera esclusiva) dell'acqua di cocco al posto dell'acqua comune. La modesta concentrazione degli altri minerali (calcio, ferro, manganese, magnesio, zinco) e di certe vitamine del gruppo B (riboflavina, niacina, tiamina, piridossina e folati), concorre a rendere l'acqua di cocco un prodotto ipoteticamente utile per la reidratazione e nei soggetti deboli;

> benefici sulla digestione: l’acqua di cocco contiene molti enzimi naturali, che potrebbero costituire un valido aiuto nella digestione.

> adatta a tutti: essendo pressocchè sterile (se estratta da una noce di cocco sana), l’acqua di cocco è considerata sicura anche in gravidanza, in allattamento, per i bambini (dopo il divezzamento) e in condizioni patologiche - sempre previo consenso medico.

Controindicazioni dell’acqua di cocco: in caso di iperglicemia, ipertrigliceridemia, sovrappeso per certe forme di insufficienza renale sarebbe meglio evitare di consumarne porzioni significative. E’ bene non eccedere nel consumo per evitare un eccesso di potassio.

 

Leggi anche

> 3 ricette con l'acqua di cocco

> Come fare la panna di cocco

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio