Articolo

La dieta disintossicante: un esempio e 2 ricette

È tempo ormai di depurarsi: le pulizia di primavera vanno fatte non solo in casa, ma anche dentro di noi. Sempre col buon senso, e una buona dieta disintossicante

La dieta disintossicante: un esempio e 2 ricette

Ci avete fatto caso? Con la primavera gli animali perdono il pelo invernale, gli alberi si liberano delle coperture alle gemme e anche a noi vien voglia di fare il cambio dell'armadio (che poi non lo facciamo subito per mancanza di voglia, questo è un altro discorso...).

È ora di uscire dal letargo, di liberarsi della corazza invernale, non solo esternamente: il corpo ha bisogno di eliminare le tossine per iniziare pieno di forze una nuova stagione.

Ecco perché ci serve un'alimentazione leggera, che ci aiuti a liberare il nostro organismo dalle scorie accumulate, a stare meglio e, perché no, magari a perdere qualche etto di grasso.

Ci viene in aiuto la dieta disintossicante: ecco un esempio e 2 ricette.

 

La dieta disintossicante: cos'è

La nostra comune alimentazione è composta prevalentemente da cibi già pronti, dai biscotti ai crackers agli affettati fino alle comode buste... che saltano.

Prodotti che spesso contengono molte sostanze che cibo non sono: addensanti, aromi non meglio specificati, conservanti e compagnia bella.

Tutte cose che il nostro corpo deve in qualche modo smaltire. Se ci aggiungiamo gli alcolici, abbiamo completato il quadro. Il fegato, i reni e gli altri organi deputati alla disintossicazione sono sottoposti a un superlavoro.

Cerchiamo di dare loro sollievo con un'alimentazione più sana, fresca, leggera, genuina. Almeno per qualche giorno al mese, o alla settimana, meglio ancora. Ecco perché nasce la dieta disintossicante. Fa dimagrire? Anche, come risultato secondario forse, ma l'obiettivo principale è la salute senz'altro.

 

Detox, ma che vuol dire?

 

Le regole della dieta disintossicante

Poche ma ferree le regole: no al cibo conservato (quello delle scatole, dei sacchetti, delle lattine), no agli alimenti raffinati (quelli troppo bianchi: farina, riso, zucchero, si alle alternative integrali), no alcolici, no carni rosse, salumi e formaggi stagionati.

Via libera a frutta e verdura fresche di stagione, legumi, formaggi freschi magri. Bere molta acqua aiuta il corpo a smaltire le tossine. Si a succhi di frutta fresca, centrifugati di verdura, tisane.

Ecco alcuni alimenti che facilitano la depurazione e che sono vivamente consigliati durante la dieta disintossicante: ananas, carciofo, cipolla, cetriolo, cocomero, finocchio, prezzemolo, sedano, cavoli, broccoli, mele, prugne, frutti di bosco, riso integrale, yogurt bianco naturale, olio extravergine d'oliva.

Alimenti da eliminare nei giorni di dieta depurativa: sale, cibi affumicati, fritti, dolciumi, caffè, würstel, hamburger, alcolici.

Ridurre al minimo indispensabile i farmaci.

Evitare quanto più possibile lo stress, imparare tecniche di meditazione: lo stress aumenta i livelli di cortisolo e questo contribuisce a un ulteriore surplus di lavoro per il fegato 

 

La dieta disintossicante: un esempio

Organizzare una dieta disintossicante non è difficile, la si può fare per due o tre giorni dopo un periodo di bagordi alimentari, oppure per qualche giorno al mese.

No ai supermercati, si ai fruttivendoli, con queste indicazioni di base:

Colazione: il 50% di frutta e verdura, il 50% di cereali integrali senza glutine (riso, mais, amaranto, miglio..., soffiati o in fiocchi) e semi oleosi (noci, nocciole, mandorle, semi di zucca o girasole). Te o tisane non zuccherati, bevande vegetali (di soia, mandorle, riso, nocciole o altro).

Spuntini: frutta, verdura, semi oleosi.

Pasti (pranzo e cena) : 60-80% di verdure, 20-40% tra legumi e cereali senza glutine. Sono ammesse, sporadicamente, piccole porzioni di pesce al vapore.

Condimenti: olio extravergine di oliva, avocado, succo di limone, guacamole, hummus e semi (sesamo, chia, papavero, girasole ecc).

Ecco un giorno-tipo della dieta disintossicante:

  • Colazione: Tè verde, 3 gallette di mais, 3 cucchiaini di marmellata di limone o arancia amara
  • Spuntino: frutti di bosco
  • Pranzo: insalata belga in padella con olio di oliva extravergine; risotto allo zafferano light: 80 g di riso integrale tostato con 2 cucchiaini di olio di oliva extravergine, cui unire poco alla volta, finito a cottura, del brodo vegetale in cui si è sciolta una bustina di zafferano
  • Merenda: ananas fresco
  • Cena: 150 g di legumi, 200 g di finocchi in padella con 2 cucchiaini di olio di oliva extravergine, 3 gallette di riso

 

La dieta disintossicante: due ricette

Una zuppa per tutte le stagioni

Ingredienti:
>  olio extravergine d'oliva,
> 8 carote (pelate, a rondelle),
> 1 cipolla spezzettata,
> zenzero.

Preparazione: scaldare 2 cucchiai di olio, unire le verdure e lo zenzero mescolando brevemente. Coprire con acqua e cuocere per circa 40 minuti, poi conservare il brodo e frullare le verdure. Aggiungere brodo per ottenere la consistenza desiderata. Servire con olio a crudo e crostini di pane integrale. Ottima anche tiepida.

 

Insalata Vegan

Ingredienti:
> 100 gr di quinoa,
> 100 gr di tofu,
> semi di sesamo,
> olive nere,
> rucola fresca,
> olio extravergine d'oliva,
> succo di limone.

Preparazione: sciacquare la quinoa in acqua corrente e farla cuocere in abbondante acqua per circa 15 minuti, poi scolare e aggiungere poco olio. Tagliare il tofu in piccoli pezzi e aggiungerlo alla quinoa. Tagliare le olive a rondelle e la rucola e aggiungerle a tofu e quinoa. Condire con olio extravergine e succo di limone.

 

E dopo le feste, la dieta detox!

 

Per approfondire:

> I cibi disintossicanti: quali sono e quando assumerli