Articolo

A ogni capello il suo balsamo

Quali differenze ci sono tra un balsamo per capelli e un altro? E quale scegliere per i propri capelli?

A ogni capello il suo balsamo

In commercio esistono balsami per ogni tipo di capello, da quelli volumizzanti a quelli che promettono ricci più definiti.

Ci sono davvero differenze tra un balsamo per capelli e un altro? Quale balsamo scegliere per i propri capelli?


Come scegliere il balsamo giusto per i propri capelli

Oggi in commercio possiamo trovare balsami per capelli adatti a ogni esigenza, che promettono di dare volume, disciplinare i ricci, donare luminosità, proteggere il colore: è utile scegliere il balsamo in funzione della natura dei propri capelli, ma nessun balsamo avrà un effetto miracoloso.

Il balsamo, infatti, ha lo scopo di districare i capelli, rendendoli facilmente pettinabili, morbidi e lucidi e non rappresenta un trattamento cosmetico in grado di rivoluzionarne la natura.

Quando scegliamo un balsamo per capelli, quindi, prestiamo attenzione soprattutto agli ingredienti, leggiamo bene l'etichetta e optiamo per un prodotto che non contenga siliconi, parabeni e altre sostanze che potrebbero risultare dannose per la nostra salute e per quella dell'ambiente.

Meglio scegliere un balsamo eco-bio che contenga ingredienti naturali in grado di districare i capelli e renderli più morbidi grazie a sostanze idratanti e nutrienti di origine naturale. Ecco comunque qualche consiglio in base alla natura dei vostri capelli.

 

Capelli normali

Se i vostri capelli sono normali, potete scegliere un balsamo che contenga gel di Aloe vera e olio di semi di lino; questo tipo di prodotto è adatto anche a chi ha capelli sottili, ricci o grassi e desidera dare volume e morbidezza ai capelli senza appesantirli.

 

Scopri di più sull'olio di lino, protettore dei capelli e del sistema circolatorio

 

Capelli secchi

In caso di capelli particolarmente secchi, sfibrati, trattati con tinte o decolorazioni e che presentano doppie punte, scegliete un balsamo a base di olio di argan, olio di cocco, burro di karité e proteine vegetali.

 

Capelli spenti

Per dare luminosità a tutti i tipi di capelli e in caso di capelli spenti, si possono ottenere buoni risultati grazie a balsami che contengono oli essenziali di limone e rosmarino.

 

Quando utilizzare e come applicare il balsamo per capelli

Se i vostri capelli sono sani, lucidi e riuscite a pettinarli con facilità, l'utilizzo del balsamo non è necessario. Al contrario, se i capelli risultano indeboliti, secchi, sfibrati e presentano doppie punte, l'uso del balsamo può essere molto utile per districare i capelli e renderli più morbidi.

Il sole, l'inquinamento, l'uso eccessivo di phon e piastra e di trattamenti aggressivi come decolorazioni, tinte e permanenti, possono infatti sfibrare i capelli e renderli opachi e crespi.

Per ridare ai capelli un aspetto sano, utilizzate un balsamo nutriente dopo lo shampoo: tamponate i capelli dopo averli lavati, applicate il balsamo sulle lunghezze distribuendolo in modo uniforme, lasciate agire per almeno cinque minuti e risciacquate con cura.

Se avete poco tempo potete ricorrere anche a un prodotto “due in uno”, che combini l'azione detergente a quella districante, oppure utilizzare un balsamo leave-in senza risciacquo, da applicare sui capelli puliti e asciutti.

Se i vostri capelli risultano particolarmente secchi, preferite l'uso di maschere nutrienti fai da te da applicare due volte alla settimana.

 

Prodotti naturali per capelli: quali usare?

 

Per approfondire:
> Capelli, disturbi e rimedi naturali

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio