Articolo

Balsami naturali per capelli: quali sono e come farli

Cosa contengono i balsami per capelli e come si preparano in casa.


Balsami naturali per capelli: quali sono e come farli

I balsami hanno la funzione di ammorbidire i capelli rendendoli più districabili, lucidi e soffici.

Vediamo cosa contengono i balsami per capelli e come si preparano in casa.

 

Cosa contengono i balsami per capelli

Il balsamo per capelli contiene normalmente acqua, oli vegetali o di sintesi e sostanze funzionali, stabilizzanti, conservanti, fragranze.

Le sostanze funzionali hanno principalmente lo scopo di ammorbidire i capelli rendendoli meno crespi, più lucidi e più facilmente districabili nonché di eliminare l'effetto elettrostatico. Un buon balsamo, oltre ad ammorbidire i capelli, non dovrebbe appesantirli.

I balsami che troviamo in commercio possono contenere sostanze poco eco-compatibili poiché difficilmente biodegradabili oppure ingredienti molto discussi, come siliconi e parabeni; a volte i balsami per capelli contengono anche ingredienti di origine animale, tra cui la lanolina.

Esistono però numerose alternative eco-bio e diverse marche propongono balsami naturali che contengono materie prime vegetali; inoltre è possibile preparare a casa il proprio balsamo naturale per capelli.

 

Cos'è il balsamo per capelli e come si prepara

I balsami per capelli sono emulsioni condizionanti che si applicano dopo lo shampoo: come le creme in emulsione, i balsami per capelli contengono una fase costituita da sostanze grasse (oli o burri vegetali) e una fase formata da sostanze idrofile (acqua o idrolati). Le due fasi sono normalmente immiscibili tra loro ma restano legate l'una all'altra grazie a un emulsionante.

Il balsamo per capelli preparato in casa contiene generalmente esterquat, un composto chimico biodegradabile e ammesso nella cosmesi eco-bio che ha funzione emulsionante e condizionante.

Grazie all'esterquat è dunque possibile preparare balsami cremosi dall'azione ammorbidente sui capelli.

Un esempio di balsamo per capelli naturale e fai da te può essere ad esempio costituito da:

> 83 grammi di acqua o idrolato > 4 grammi di glicerina
> 4 grammi di esterquat
> 3 grammi di alcol cetilico
> 4 grammi di olio o burro vegetale

L'acqua (o l'idrolato) e la glicerina compongono la fase acquosa, che può eventualmente essere addensata grazie all'uso di un gelificante. Gli oli e i burri vegetali costituiscono invece la fase oleosa, insieme all'esterquat e all'alcol cetilico, quest'ultimo con azione azione emulsionante.
Gli ingredienti attivi non termolabili si aggiungono alla fase acquosa o a quella oleola, a seconda della loro solubilità: sono esempi di sostanze funzionali per capelli la fitocheratina e l'inulina.

Dopo aver riscaldato le due fasi e averle mescolate tra loro fino a ottenere un'emulsione, è possibile aggiungere al balsamo principi attivi termolabili, una o più fragranza o oli essenziali e conservante.

In alternativa al balsamo fai da te, si possono preparare delle maschere da applicare prima o dopo lo shampoo per ammorbidire i capelli e renderli più pettinabili.

Gli ingredienti per preparare il balsamo fai da te sono reperibili online presso i negozi specializzati nella vendita di materie prime per la cosmesi fai da te.

 

Conosci i metodi "no-poo" per lavare i capelli?

 

Per approfondire:

> Capelli, disturbi e tutti i rimedi

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio