Articolo

Sai che il sedano ti aiuta a contenere il colesterolo?

Il sedano è un alimento che, inserito in una dieta corretta, può apportare numerosi benefici all’organismo. Per esempio, è un aiuto contro il colesterolo alto.

Sai che il sedano ti aiuta a contenere il colesterolo?

Il sedano, come tutti gli alimenti ricchi di fibre e poco calorici, è indicato nella dieta per tenere sotto controllo il colesterolo.

Naturalmente, va inserito in un regime adeguato, perché, come diciamo spesso, nessun alimento è miracoloso.

Quali sono le caratteristiche che rendono il sedano un prodotto indicato per il controllo del colesterolo?

 

Sedano e colesterolo, il ruolo dello ftalide

Il sedano contiene ftalide, una sostanza che, in base a diverse ricerche e recenti studi, è efficace nel ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e anche i valori di pressione arteriosa, un altro fattore di rischio cardiovascolare.

 

Sedano e colesterolo, la fibra alimentare

Il sedano è ricco di fibre. Tutti gli alimenti ricchi di fibre sono utili per mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Il sedano, inoltre, ha altre caratteristiche utili a questo scopo: ha poche calorie ed ha un contenuto di grassi quasi nullo.

100 g di sedano contengono 1,6 grammi di fibra alimentare, pari al 6% del consumo giornaliero consigliato.

Lo stesso quantitativo di sedano apporta meno di 20 calorie, meno di un grammo di grassi e zero colesterolo.

 

Leggi anche 3 ricette afrodisiache con il sedano >>

 

Il sedano contiene sodio

Il sedano è piuttosto ricco di sodio. 100 grammi di sedano ne contengono circa 80 milligrammi, pari a circa il 3% del nostro fabbisogno giornaliero.

Apparentemente, dunque, dovrebbe essere un alimento da consumare con moderazione, specie nelle persone che soffrono di pressione alta.

Certamente, come per tutti gli alimenti, l’esagerazione non è mai consigliabile. In ogni caso, il livello di sodio contenuto da 100 grammi di sedano è al di sotto della soglia considerata potenzialmente dannosa.

Inoltre, tale contenuto di sodio può costituire addirittura un vantaggio; dona, infatti, una certa sapidità al sedano, e pertanto, quando si usa questo ortaggio per insaporire i piatti si potrà ridurre il quantitativo di sale aggiunto.

 

Altri benefici del sedano

Il sedano è un alleato per la salute perché, oltre a favorire il controllo del colesterolo e della pressione arteriosa, presenta numerose altre qualità, tra cui:

> In quanto composto prevalentemente da acqua, è depurativo e diuretico.
> Contiene un antiossidante, la luteina, preziosa per il cervello.
> È ricco di minerali e contiene una buona quota di vitamine.
> È molto digeribile e favorisce il benessere di stomaco e intestino.
> È utile nelle diete che mirano alla riduzione e/o al controllo del peso corporeo grazie soprattutto al suo indice di sazietà elevato e al suo aroma, che può donare sapore a molti piatti senza aumentare in maniera significativa le calorie

 

Leggi anche

> 3 ricette con il sedano di Verona
Olio essenziale di sedano, proprietà e controindicazioni

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio