Articolo

Come fare una trappola ecologica anti zanzare

Ecco come creare una trappola ecologica per eliminare le fastidiose zanzare: basta un poco di zucchero, qualche attrezzo e in pochi minuti è fatta!

Come fare una trappola ecologica anti zanzare

Basta un poco di zucchero... e la zanzara scompare, anzi, annega! Non ci credete? Basta sperimentare da sé. Ecco l'occorrente per preparare una piccola trappola ecologica ed economica per le tanto odiate zanzare.

 

Eco-trappola antizanzara fai da te

Occorrente
> Una bottiglia di plastica
> 5 cucchiai di zucchero
> 15 grammi di lievito di birra
> 250 cl di acqua calda
> scotch (facoltativo)
> cartoncino nero (facoltativo)


Procedimento
Tagliare a poco più di metà altezza una bottiglia di plastica grande, a quindici centimetri circa dal tappo. Mettere nella base della bottiglia lo zucchero e l'acqua calda, ma non bollente, mescolare per bene con un cucchiaio.

Volendo, al posto dello zucchero si può usare anche il miele. Aggiungere quindi il cubetto di lievito di birra fresco intero, posizionandolo così com'è sul fondo della bottiglia e incastrare l'altra metà della bottiglia, senza il tappo, girata al contrario, con la parte a imbuto verso il fondo, per intenderci. Sigillare il tutto con lo scotch e rivestire con del cartoncino nero; quest'ultima operazione può aiutare a impedire che le zanzare fuoriescano, ma non è così necessaria.

In pochi minuti accadrà una reazione chimica tra il lievito e lo zucchero che produrrà anidride carbonica e le zanzare saranno attratte da questa sostanza. Una volta entrate nel collo della bottiglia, non riusciranno più ad uscire. Una trappola così preparata può durare anche due settimane, si può riporre in ambienti interni e chiusi o sotto porticati.

 

Come vincere la guerra alle zanzare in modo naturale

 

Altre trappole antizanzara

Vi sono altri metodi naturali ed economici che impediscono il proliferare di questi insetti:

  • Prendere una bacinella nera, un catino di medie dimensioni; riempirlo per metà di acqua, aggiungere un cucchiaio di olio e uno di sapone per piatti. Le zanzare, naturalmente attratte da acque stagnanti, vi entreranno ma non riusciranno più ad uscire. Questa trappola è ideale per bonificare ambienti esterni; andrebbe infatti posizionata in giardino, sotto tettoie o porticati.
  • Mettere qualche goccia di olio di neem o di citronella sulle candele grandi, con il fumo e gli odori di queste essenze le zanzare staranno alla larga
  • Uno spray antizanzara naturale ed efficace si realizza facendo un infuso con fiori di lavanda, chiodi di garofano e foglie di basilico. Volendo, per incrementare l'efficacia, si possono aggiungere cinque gocce di olio essenziale di geranio. Si spruzza negli ambienti chiusi, ma anche sulla pelle; si conserva al massimo tre giorni in frigorifero, poi perde di efficacia.
  • E le piante carnivore? Senza dubbio sono belle e suggestive da tenere sul balcone... Ma non prendetele come insetticida! Piuttosto regalatevi una bat-box: se avrete fortuna una famigliola di pipistrelli potrà pensare di trasferirvici, aiutandovi così nella vostra caccia alle zanzare.

 

E per le punture di zanzara prova i rimedi naturali

 

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio