Articolo

La ciclabile della Riviera dei Fiori

Nasce lungo le tracce di una ferrovia dismessa e costeggia il mare. La pista ciclabile della Riviera dei Fiori, o Pista Ciclabile del Ponente Ligure, offre ai cicloturisti ventiquattro chilometri di scorci mozzafiato tra San Lorenzo al Mare e Ospedaletti, nella provincia ligure di Imperia.

ciclabile-riviera-fiori

Credit foto
©dimitrisurkov -123rf

Pedalare con il privilegio della vista sul mare, lungo un itinerario alla scoperta di otto comuni della costa ligure. La Pista Ciclabile del Ponente Ligure- o, più semplicemente, ciclabile della Riviera dei Fiori- collega San Lorenzo al Mare a Ospedaletti, seguendo il percorso di un'antica ferrovia, ora dismessa. Il percorso è asfaltato, illuminato e dotato di segnaletica.
 

Da antica ferrovia a pista ciclabile

Completata nel 1872, l’antica ferrovia Genova – Ventimiglia che corre lungo la Liguria di Ponente ha continuato a subire, nel corso dei decenni, costanti lavori di ampliamento e modifica, che ne hanno deviato o spostato il percorso originario.

In particolare, le opere di raddoppio della linea tra San Lorenzo al Mare e Ospedaletti- durate venticinque anni e terminate nel 2001- hanno fatto sì che il preesistente tratto di ferrovia fosse dismesso e fosse riconvertito nel 2008 in pista ciclabile, diventando il  fiore all'occhiello delle iniziative di riqualificazione del tracciato.

Le gallerie ferroviarie sono state recuperate e dotate di illuminazione e il percorso è stato organizzato in modo da ospitare corsie separate per le biciclette e i pedoni. 

 

Il tracciato della ciclabile della Riviera dei Fiori

Nel suo tracciato, la ciclabile della Riviera dei Fiori attraversa diversi comuni della Provincia di Imperia: i piccoli borghi liguri di San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare e Riva Ligure, i territori litoranei dei comuni dell’entroterra di Cipressa e Costarainera, e le località di Arma di Taggia, Ospedaletti e Sanremo.

Dal percorso è possibile visitare queste località, situate a ridosso del mare o nelle immediate vicinanze. Solo i borghi di Cipressa e Costarainera sono arroccati a circa 200 metri sul livello del mare. E' possibile raggiungerli in bicicletta percorrendo preferibilmente la Strada Provinciale 45 da San Lorenzo al Mare.
 

Le tappe

Lungo gli attuali ventiquattro chilometri della Pista Ciclabile del Ponente Ligure sono disseminati otto Comuni, che corrispondono ad altrettante tappe di interesse turistico. Il progetto completo prevede una pista ciclabile a doppio senso di marcia lunga 60 chilometri.

  • San Lorenzo al Mare: prima tappa della pista ciclabile, San Lorenzo è un borgo di pescatori affacciato sul mare, composto da case colorate e incorniciato dai monti. Il tratto che ha origine nel paese è molto semplice, rettilineo e adatto a tutti. Con un unico aspetto negativo: dopo un inizio rettilineo lungomare (che offre la possibilità di raggiungere la spiaggia per qualche momento di relax), occorre percorrere circa un chilometro e mezzo in galleria. Al termine del tunnel- dotato di colonnine di SOS e di tettoie anti umidità- la fatica e la pazienza dei ciclisti o dei pedoni che decideranno di percorrerlo saranno tuttavia ampiamente ripagati da un panorama mozzafiato, godibile dallo spiazzo con panchine che funge da belvedere. Di qui, alzando lo sguardo, si può ammirare il piccolo comune di Costarainera, che si trova su un colle a 240 metri sul livello del mare.
  • Costarainera, Cipressa e Lingueglietta: la pista ciclabile non si addentra all’interno del piccolo borgo di Costarainera, ricco di bellezze storico-naturalistiche e raggiungibile con una lieve deviazione dal mare. Anche il comune di Cipressa vale le pedalate supplementari necessarie a visitarlo, così come la frazione di Lingueglietta, appartenente al circuito dei borghi più belli d'Italia. Tornando sulla pista ciclabile, all'uscita della galleria il percorso prosegue tranquillo, verso Santo Stefano al Mare.
  • Santo Stefano al Mare: in questo tratto, il percorso non presenta difficoltà e si snoda proprio all’interno del borgo, percorrendolo da cima a fondo. La prossimità del percorso al mare permette, inoltre, di ammirare i lidi del paese, affiancati dalle tipiche, antiche e coloratissime case dei pescatori.
  • Riva Ligure: la Pista Ciclabile del Ponente Ligure conduce, a questo punto, il cicloturista all’interno del tranquillo comune costiero, in bilico fra mare e montagna. Il borgo, che gode tutto l’anno di temperature piacevolmente miti, possiede una fisionomia influenzata dal piccolo e caratteristico porticciolo, e conserva visibili segni della presenza dei monaci benedettini.
  • Arma di Taggia: la pista ciclabile entra nel territorio di Arma di Taggia- area sul mare del Comune di Taggia- dopo il rettilineo che corre parallelo all’Aurelia. Si addentra nel borgo e si snoda lungo il mare, permettendo ai visitatori di ammirare alcune perle di valore naturalistico e storico-culturale: dalla Grotta dell’Annunziata al porto, dalla fortezza cinquecentesca alla costa multicolore. La zona della pista ciclabile che corre nei pressi della vecchia stazione si trova proprio nel pieno centro di Arma di Taggia ed è è dotata di numerosi parcheggi ove lasciare l'automobile.
  • Sanremo: città viva e animata, il comune di Sanremo- celebre per essere capoluogo della musica leggera italiana- non necessita di presentazioni. La pista ciclabile vi si addentra attraverso la zona di Bussana di Sanremo, seguendo il tracciato dell’ex ferrovia e sovrastando il litorale disseminato di spiagge. Qui, i due punti di ristoro regalano al ciclista affaticato un po’ di riposo e un rigenerante scorcio sul mare. Dopodiché, si prosegue costeggiando l’Aurelia fino alla zona del Mercato dei Fiori. Da qui la pista prosegue più in basso rispetto alla strada, tra campi, prati e piccole gallerie, prima di penetrare nel cuore vero e proprio di Sanremo. Attraversando la zona dell’ex stazione ferroviaria e costeggiando la passeggiata a mare di Corso Imperatrice, la corsa della pista ciclabile riprende, infine, verso l’ultima tappa: Ospedaletti.
  • Ospedaletti: lasciatasi alle spalle il centro di Sanremo, la pista ciclabile attraversa la galleria di Capo Nero, lunga circa 1,7 km. Inaugurato nel 2014, il tunnel è decorato con frasi e tweet dedicati a momenti particolarmente emozionanti della celebre la gara ciclistica della “Milano-Sanremo”. Il tratto conclusivo della pista della Riviera dei Fiori si snoda tra il mare e una rigogliosissima vegetazione, e non presenta particolari difficoltà dal punto di vista tecnico.
     
Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio