Articolo

Cucina cinese: caratteristiche e alimenti principali

Un viaggio attraverso la Cina alla scoperta dei suoi piatti tipici, dei luoghi migliori dove gustarli, dei cibi da provare assolutamente e quelli da evitare. Scopriamo una parte importante della cultura cinese che conserva ancora i suoi tratti originali.

Cucina cinese: caratteristiche e alimenti principali

La Cina è un luogo magico, misterioso e per molti versi impenetrabile. Viaggiandovi si scoprirà che molte delle idee che ci siamo fatti attraverso i nostri media sono solo luoghi comuni.

Di sicuro è una nazione che sta cambiando molto velocemente, ma una parte della sua cultura sembra non essere intaccata dalla frenesia del progresso: il cibo. Diamo un'occhiata a cosa appare sulle tavole del Sichuan e dello Yunan.

 

Cina Sichuan e Yunan

La Cina è una nazione federale, come Usa, Russia, Brasile e India, e ogni suo stato ha una cucina peculiare.

Gli stati del Sichuan e dello Yunnan sono una meta classica del viaggiatore e del turista interessati a fare trekking. Scopriremo che quest'area è anche meta di un cospicuo numero di turisti cinesi.

Una delle caratteristiche più interessanti e positive di questi luoghi è che nonostante il progresso e l'urbanizzazione, ogni metro quadrato disponibile di terra è un vero e proprio orto florido e molto curato, ricco di prodotti vegetali: i cinesi hanno un'alta considerazione dell'agricoltura domestica ed amano mangiare le verdure cotte giusto appena un po', ancora croccanti.

La simpatia dei cinesi diventa anche utile se riuscirete ad andare a mangiare con uno di loro che potrà consigliarvi e tradurvi il contenuto dei piatti... non esiste guida migliore.

La cucina del Sichuan è la più piccante della Cina e una delle più piccanti esperibili, è bene esserne consapevoli. Il viaggiatore deve essere un esploratore di sapori e aromi, quindi flessibile, adattabile e deve dedicarsi alla ricerca del nuovo, anche se questo vi porterà a provare piatti come la puzzolente carne secca o l'uomo millenario.

 

I piatti tipici della cucina cinese

Come si suol dire, in Cina si mangia praticamente di tutto, e questa massima è valida anche per il Sichuan e lo Yunan, dove potrete trovare: moltissima frutta esotica,

riso a volontà cotto al vapore e servito in catini di legno,

una gamma sterminata di funghi e bambù,

> tutte le possibili varianti del tofu, persino quello gelatinoso e in vari colori,

uova di ogni tipo.

Riguardo alla carne è impossibile non imbattersi soprattutto nell'onnipresente maiale e in ogni sorta di volatile; nel plateau hymalaiano ci sarà l'occasione di assaggiare il formaggio, il burro e la carne dello yak, un bovino dal pelo lungo tipico del Tibet.

Il latte non è molto usato, e in genere a tavola di usa bere acqua calda (molto utile per la digestione) o succhi caldi e tè.

Per il fine pasto esistono vari tipi di grappa molto raffinata. Uno dei piatti tipici della regione montana sono i momo, dei ravioli ripieni di carne o di verdure cotti al vapore o in una leggera frittura.

Le salse e tutti i cibi in generale sono spesso ricolmi di spezie non identificabili facilmente. Uno dei cibi che troverete ovunque e che è adorato dai cinesi più che dai viaggiatori sono le zampe di gallina cucinate in tutti i modi possibili: bollite, grigliate, arrostite, in salsa, con verdure.

 

Viaggiare tra i diversi sapori della Cina

 

Dove mangiare (in strada o al ristorante)

Una delle prime cose che noteremo è che dovremo spesso essere in grado di arrangiarci perché la comunicazione non è mai facile, specialmente quando si tratta di cibo di strada.

Nelle campagne e sulle montagne il cibo è buono ma poco vario, mentre nelle città potreste vivere per anni senza mangiare due volte lo stesso piatto.

La mattina è possibile fare colazione nei chioschetti che offrono del pane ripieno cotto al vapore, in versione dolce o salata; la sera è possibile mangiare nelle baracchine dove ogni tipo di carne viene cotta alla griglia. È importante imparare subito che non esistono veri e propri piatti: ogni tavolata è come un'unica grande portata, dove ognuno ha la sua scodella di riso e tutti i vari intingoli sono messi al centro dove ogni commensale può prendere e servirsi creando il suo mix.

 

Da non perdere in Cina!

Il cibo nei ristoranti viene preparato con ingredienti sempre freschi: capiterà di vedere le cuoche andare a comprare i pesci al mercato e portarli ancora vivi nelle cucine dove verranno preparati... provate ad accompagnarle, è un'esperienza imperdibile.

Altra cosa molto bella da vedere è la preparazione dei noodle di riso fatti a mano ogni mattina nei chioschi di strada: una vera e propria arte. La Cina è il luogo ideale se amate il tè verde, anche se spesso costa un occhio della testa.

 

Cosa evitare della cucina cinese

Per i vegetariani e ancor più per i vegan, certi stati montani come i plateau himalayani possono essere impraticabili. Meglio informarsi prima ed evitare sorprese.

Spesso i chioschi non brillano per igiene ed è buona norma tenersi lontano dalle cucine troppo sporche se se ne ha la possibilità. Spesso non viene usato l'olio ma il grasso di porco, e il glutammato viene usato al posto del sale in quantità industriale.

Purtroppo sarà quasi impossibile evitare l'estrema untuosità di quasi tutte le portate, bisogna solo farsene una ragione.

Importante: se volete evitare il glutammato monosodico imparate bene a dire «méiyu gu an swan» o, meglio ancora, mostrate un biglietto con su scritto: 没有谷氨酸

 

Consigli e curiosità della cucina cinese

I cinesi sono gente estremamente simpatica ed amano provare a comunicare, basta che la cosa non divenga imbarazzante e che il viaggiatore si dimostri adattabile ed elastico in caso di fraintendimento. Riderci su aiuta sempre.

 

Per approfondire:
>  La dietetica cinese, principi e alimenti
Cucina coreana, consigli e come orientarsi