Articolo

Pappa reale: esistono controindicazioni?

La Pappa Reale fa parte della nostra tradizione e generalmente è un integratore privo di tossicità. Ormai sembra che tutto faccia male, ma spesso dipende da altri fattori esterni ai rimedi in sé e a possibili nuove interazioni

Pappa reale: esistono controindicazioni?

“Prendi la pappa reale che ti fa bene”. “Ti tira un po’ su”!  Credo siano indicazioni che abbiamo sentito fin da bambini.

La mamma quando dovevamo affrontare carichi di studio intensi o ai cambi di stagione ci sottoponeva ad una cura di fiale di pappa reale. E anche oggi perpetriamo il rito con le nuove generazioni.

Scopriamo esattamente che cos’è la pappa reale e se ha reali controindicazioni.

 

Pappa reale: cos'è e le sue proprietà

Partiamo proprio dal suo nome: è il nutrimento dell’ape regina. Si tratta di una gelatina resinosa prodotta dalle ghiandole delle api nutrici, che viene data in pasto alla larva designata a diventare l’ape regina, la quale cresce molto più forte e robusta rispetto alle altre larve alimentate solo col miele.

L’estrazione della pappa reale dalle arnie è un’operazione molto complessa, che un bravo apicoltore deve saper praticare per non deprivare i suoi alveari di una sostanza così importante. Questo ne giustifica anche il prezzo che troviamo sul mercato, ma un’estrazione e una raffinazione di qualità ci garantisce innanzitutto il rispetto del nostro ecosistema e poi un prodotto che risponda alle caratteristiche che ci aspettiamo.

La pappa reale è ricca di proteine, carboidrati e lipidi, contiene vitamine B1, B2, B5, B6, B12, C, acido folico, calcio, ferro, fosforo, potassio, zolfo.

Espleta un’azione fortificante dell’intero organismo, svolgendo un’attività immunostimolante a protezione nei cambi di stagione, grazie alla presenza di vitamina B5 ed oligoelementi.

È un energizzante, ben adatto a soggetti in fase di remissione da una malattia. Stimola il sistema nervoso centrale e lo sostiene in caso di forme depressive e astenie mentali.

In sé questa gelatina non è tossica, però può presentare alcune controindicazioni. Vediamo in quali casi è necessario porre attenzione all’uso della pappa reale.

 

Scopri come usare e conservare la pappa reale fresca

 

Eventuali controindicazioni della pappa reale

Pappa reale e allergie

È bene prestare attenzione a somministrare pappa reale a coloro che hanno già manifestato forme allergiche nei confronti di sostanze prodotte dalle api, come miele e propoli.

Spesso poi in persone affette da allergie ai pollini si sono manifestati casi di orticaria, asma bronchiale e anche shock anafilattico; è consigliabile quindi sottoporsi ad un test tossicologico per scongiurare incidenti pericolosi.

 

Pappa reale e altri farmaci

Pur non esistendo studi che ne attestino forme di interazione accertate, esiste una casistica che ha evidenziato possibili controindicazioni in persone che fanno uso di farmaci anticoagulanti.

 

Pappa reale e gravidanza

Non sono state annoverate reazioni o controindicazioni in merito all’assunzione di pappa reale durante il periodo di gravidanza, per cui può essere un buon rimedio per controllare i livelli di acido folico, per energizzare la futura mamma e per prevenire malattie da raffreddamento o virali.

 

Pappa reale e obesità

La pappa reale stimola l’appetito, quindi potrebbe essere poco indicata in soggetti con disturbi alimentari, che devono sottostare a diete ferree, ma in ogni caso non presenta controindicazioni per presunti apporti calorici eccessivi: 100 grammi di pappa reale possiedono infatti un valore energetico pari a circa 145 kcal.

 

Come usare la pappa reale per i bambini?

 

 

Per approfondire:

> Le proprietà, gli usi e i benefici della pappa reale

 

 

Immagine | "Weiselnaepfchen 29a-Detail" di Waugsberg

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio