Articolo

Quando il mal di gola è persistente, come combatterlo?

Ci sono situazioni in cui il mal di gola non passa, ma ci sono rimedi e accorgimenti contro il mal di gola persistente: eccone alcuni

Quando il mal di gola è persistente, come combatterlo?

Succede così, che hai mal di gola da qualche giorno, ma non hai tempo per fermarti, per stare in casa al calduccio.

Esci, vai a lavorare, corri, tutto come al solito. Però lui ti segue sempre, compagno fedele.

Un mal di gola semplice dovrebbe passare in tre-sette giorni. Che fare allora quando il mal di gola si fa persistente? Cerchiamo insieme qualche rimedio.

 

Mal di gola persistente: i primi rimedi

Con il mal di gola persistente, è neccessario partire da questi accorgimenti:

> Evitare i cibi troppo caldi, che potrebbero ulteriormente infiammare la gola e dare dolore

> Preferire cibi freddi, morbidi, che leniscono i sintomi dolorosi, eventualmente succhiate un cubetto di ghiaccio.

> Non fumare ed evitare i luoghi dove si fuma.

> Fare gargarismi con acqua e sale o acqua e bicarbonato.

> Bere parecchio (acqua o tisane fresche o tiepide), specialmente se avete febbre.

> Fare attenzione agli antibiotici: non fate mai cure antibiotiche senza consiglio medico; infatti, se le cause non sono batteriche, ma virali per esempio, gli antibiotici non risolvono il problema; inoltre servono esami specifici (un tampone faringeo per esempio) per capire di che tipo di infezione si tratta.

 

Contro il mal di gola, prova l'olio essenziale di limone

 

Mal di gola persistente, quando chiamare il medico?

Quando il mal di gola persiste, è consigliato chiamare il medico se:

  • Il mal di gola dura da alcune settimane e non migliora
  • Sono fumatore di lunga data
  • Faccio fatica a respirare o a deglutire
  • Non riesco bene ad aprire e chiudere la bocca
  • Non ho più voce
  • Ho dolore forte
  • C'è febbre alta che non diminuisce
  • Ci sono altri sintomi


Perché viene un mal di gola persistente?

Un mal di gola lieve può essere causato dall'aria troppo secca, da irritazione provocata dalla tosse o raffreddore, o dall'aver gridato troppo ieri sera al concerto.

Un mal di gola persistente non va trascurato mai: si potrebbe trattare di una infezione virale causata dal virus del raffreddore (rhinovirus) oppure dall'herpes, ma anche da varicella o mononucleosi (in questo caso potrebbero comparire anche fastidiose afte in bocca).

Potrebbe essere causato da infezioni batteriche, come lo streptococco, che spesso si accompagna a febbre e tosse.

Nel caso si verifichi soprattutto al mattino, bisognerebbe appurare che non si tratti di reflusso gastroesofageo.

Sinusite e raffreddori allergici possono provocare secchezza, irritazione e infiammazione della gola.

Se guardandovi allo specchio vedete la gola arrossata e del pus, potrebbero essere le tonsille infiammate.

I fumatori dovrebbero fare molta attenzione ai mal di gola persistenti e ripetuti nel tempo.

 

Scopri i rimedi per far passare il mal di gola

 


Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio