Articolo

Cura e igiene del neonato

Come si cura l’igiene del neonato? Come fare bagnetto e cambio del pannolino ma anche come trattare la crosta lattea, tagliare le unghie, tenere pulite orecchie e naso.

Cura e igiene del neonato

L’igiene del neonato ha bisogno di attenzioni semplci, ma importanti.

Vediamo insieme:

> Bagnetto;
> crosta lattea;
> cambio del pannolino;
> igiene delle orecchie del neonato;
> igiene delle unghie del neonato;
> igiene del naso del neonato

 

Bagnetto del neonato

I primi tempi, anche se al corso preparto ci hanno spiegato come fare, il bagnetto del neonato può sembrare una cosa complicata, soprattutto se il bambino piange disperatamente e si agita.

Se il neonato non gradisce il contatto con l’acqua, può essere utile cercare di farlo abituare gradualmente a questa esperienza per lui nuova, facendo un bagnetto molto breve all'inizio per poi allungarlo un po’ alla volta, quando comincerà a trovare più piacevole l’esperienza; in ogni caso, il bagnetto deve durare pochi minuti.

Se il neonato non gradisce, non è necessario fare un bagnetto completo tutti i giorni.  

Può sembrare banale, ma... prima di procedere con il bagnetto è importante preparare tutto l’occorrente in modo da avere ogni cosa sotto mano. Quindi, la prima cosa da fare è sistemare accappatoio a triangolo e abiti puliti.

Non è necessario usare troppi detergenti: i prodotti migliori per l’igiene del neonato sono quelli naturali, quindi è sufficiente un detergente o un sapone il più naturale possibile.

Per motivi pratici, è consigliabile usare un solo prodotto che vada bene sia per la cute sia per il resto del corpo.

Quando è tutto a portata di mano, immergere il neonato delicatamente nell’acqua e sostenerlo con il braccio.

La temperatura dell’acqua deve essere leggermente superiore rispetto a quella corporea, quindi circa 37 gradi, e l’ambiente adeguatamente riscaldato.

Il bagnetto, alla sera, può favorire il sonno. Per rendere questo momento ancora più rilassante, dopo aver asciugato bene il bambino, può essere utile fargli un delicato massaggio con olio di mandorle dolci.

 

Leggi anche Qual è il momento migliore per levare il pannolino al proprio bambino >>

 

La crosta lattea

La crosta lattea è frequente nei primi due mesi di vita del neonato. Le crosticine di materiale grasso si formano soprattutto sulla cute del cuoio capelluto, ma anche su fronte e sopracciglia.

Con il tempo si risolve da sola, può essere tuttavia utile passare sul capo una garza imbevuta di olio di mandorle dolci e poi lavarlo con un sapone naturale.

Per la crosta lattea sono utili anche gli shampoo oleosi.

Cambio del pannolino

Per una corretta igiene, lo sappiamo tutti, il pannolino va cambiato frequentemente; se necessario, deve essere cambiato anche durante la notte.

Le parti intime del neonato vanno mantenute sempre asciutte e pulite, ma, per il lavaggio, non si deve usare tutte le volte il sapone; è sufficiente sciacquarle sotto acqua corrente tiepida.

Se necessario, utilizzare poco sapone delicato. È fondamentale asciugare molto bene, usando un morbido asciugamano e lasciando la pelle all’aria per più tempo possibile.

Per mantenere la pelle idratata è sufficiente del semplice olio di mandorle dolci, che funge anche da barriera protettiva.

In caso di irritazioni rivolgersi al pediatra per farsi indicare il prodotto più indicato per il caso specifico.

 

Igiene delle orecchie del neonato

La prima regola quando si parla di igiene delle orecchie del neonato è: vietato usare i bastoncini di cotone, sono pericolosi e favoriscono la formazione del tappo di cerume.

Per l’igiene delle orecchie è sufficiente bagnarle con un piccolo quantitativo di acqua tiepida, senza sapone, durante il bagnetto, e pulire la parte esterna, delicatamente, con una garza.

 

Igiene delle unghie del neonato

Le unghie vanno tenute corte per evitare che il neonato si graffi. Poiché crescono davvero molto in fretta vanno tagliate regolarmente, almeno una volta a settimana, con le apposite forbicine a punta rotonda che si trovano in farmacia e nei negozi specializzati in articoli per la prima infanzia.

L’ideale è tagliare le unghiette quando il neonato è molto tranquillo, per esempio durante una poppata oppure addirittura quando dorme.

 

Igiene del naso del neonato

I neonati e i bambini piccoli hanno cavità nasali molto minute ed è quindi importantissimo mantenere il naso libero per evitare raffreddori che si complicano facilmente in disturbi ben più fastidiosi quali otite, bronchite e bronchiolite.

È dunque buona norma fare attenzione all’igiene nasale del neonato.

Per lavare il naso sono sufficienti una siringa senza ago e una comune soluzione fisiologica (3 o 4 ml per volta). In alternativa, in commercio esistono flaconcini monouso molto pratici da usare che rendono questa operazione ancora più semplice.

 

Leggi anche Stitichezza del neonato, i rimedi >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio