Articolo

Qual è il periodo migliore per togliere il pannolino al tuo bambino?

Esiste un periodo ideale per togliere il pannolino? Quali sono i segnali a cui fare attenzione? Qualche consiglio pratico da mamma a mamma.

Qual è il periodo migliore per togliere il pannolino al tuo bambino?

I bambini non sono tutti uguali; ce ne sono alcuni che raggiungono il controllo degli sfinteri molto presto e altri che hanno bisogno di più tempo.

Solitamente, comunque, l’estate, subito prima o subito dopo il compimento dei due anni, si rivela un ottimo periodo per togliere il pannolino.

Naturalmente, in estate è molto più semplice per tutta una serie di ragioni pratiche estremamente evidenti: l’abbigliamento più leggero e meno stratificato, il clima e anche la nostra possibilità di essere più presenti come genitori durante le ferie facilitano non poco il compito.

Però, non è solo la stagione a dettare le regole del momento perfetto per togliere il pannolino. Ci sono segnali del bambino che vanno ascoltati.

 

Leggi anche Bambini e pannolino, le domande più frequenti >>

 

Quali sono i segnali che è tempo di togliere il pannolino

 

> Il bambino mostra di essere infastidito dal pannolino bagnato, per esempio chiede di toglierlo non appena lo bagna;
> al mattino, il bambino si sveglia con il pannolino asciutto;
> è incuriosito dal bagno;
> collabora se gli chiediamo di sedersi sul vasino e riesce a starci seduto per 5-10 minuti;
> dimostra di riuscire a trattenere gli sfinteri e comincia a chiedere di essere portato in bagno;
> si sente gratificato dopo aver fatto pipì o altro nel vasino.

 

Come comportarsi per facilitare il compito di togliere il pannolino
 

Togliere il pannolino può essere una passeggiata o, al contrario, diventare un’ardua impresa; molto dipende anche dal nostro atteggiamento nei confronti del bambino in questo periodo così importante per la crescita e l’autonomia.

È importante che mamma e papà non si mostrino stufi e impazienti. Il bambino non va mai mortificato e non si deve fargli pressione. Se affrontiamo il momento come fosse un gioco tutto sarà più semplice e naturale.

I bambini sono abitudinari e, dunque, può essere utile creare qualche rituale, per esempio cominciare a portarlo in bagno al mattino, prima di fare colazione, dopo i pasti principali e prima di andare a letto, senza però essere troppo rigidi se il piccolo non collabora e cercando di rendere il momento il più piacevole possibile.

Prima di cominciare con qualche tentativo, può essere una buona idea andare insieme a comprare un vasino o un riduttore (o entrambe le cose), facendolo scegliere al bambino.

Anche il rinforzo positivo aiuta  moltissimo. Un bel “Bravo!” al momento giusto è estremamente motivante.

Per prepararlo all’idea di liberarsi dal pannolino possiamo anche leggere insieme qualche libro. Ce ne sono tantissimi che raccontano l’avventura dello "spannolinamento" in modo divertente e interessante per il bambino.

Un libro illustrato, e soprattutto il momento che ci ritagliamo per leggerlo insieme, può rappresentare un aiuto enorme in tanti momenti della crescita e anche ora che abbiamo deciso di togliere finalmente il pannolino.

 

Leggi anche Prodotti per l'igiene intima del bambino >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio