Articolo

Raffreddore in gravidanza, come curarlo?

Future mamme, non aspettate di essere a terra, ecco qualche rimedio naturale ma efficace che può aiutarvi superare in modo semplice i fastidi del raffreddore, anche con il pancione!

Raffreddore in gravidanza, come curarlo?

Le difese immunitarie si abbassano, soprattutto se si attraversa un periodo come il cambio di stagione che dal caldo va verso il freddo, e si possono riscontrare sintomi influenzali come raffreddori accompagnati magari da qualche linea di febbre. Non allarmatevi più del dovuto, anche questo può accadere durante la gravidanza.

Il rhinovirus, la causa base del raffreddore, si insinua nelle vie respiratorie e provoca mal di gola, secrezioni eccessive di muco, mal di testa e difficoltà respiratorie.

Come si può curare il raffreddore in modo naturale in un periodo tanto delicato come la gravidanza?

Ecco qualche consiglio prima di arrivare al paracetamolo.

 

Il riposo come cura per il raffreddore

Anzitutto, il risposo, non appena si avverte qualche sintomo di stanchezza, affaticamento, irritabilità è bene non ignorare, ma ascoltare il proprio corpo e i segnali che ci invia.

Se state ancora conducendo una vita stressante, con ritmi serrati e fate finta di non avere il pancione, fermatevi.

Fate un bel respiro: è proprio arrivato il momento di rallentare. Non lasciate che le difese immunitarie si azzerino totalmente perchè poi sarà ancora più difficile recuperare.

 

Contro il raffreddore, l'acqua

Il secondo consiglio tutto naturale è a portata di bicchiere, di bacinella, di tazza, di gargarismi e di lavaggi nasali.

Non fatevi mai mancare l'acqua, almeno un litro e mezzo al giorno da bere; lavatevi spesso le mani; usate l'acqua bollente per fare i suffumigi, riempite di acqua le vaschette del calorifero, nella stagione invernale, aggiungendo gocce balsamiche, come l'olio essenziale di timo, eucalipto o menta.

Bevete tante tisane a base di tiglio e tè rooibos, ricco di vitamina C e privo di teina.

 

Bicarbonato di sodio contro il raffreddore in gravidanza

Questa fantastica polvere bianca, insieme all'acqua bollente e a qualche goccia di olio essenziale di timo o eucalipto contribuisce a purificare le vie respiratorie grazie a suffumigi, fumenti e vapori caldi.

Procuratevi un asciugamano e regalatevi cinque minuti per stare con il viso sottocoperta a respirare i benefici effluvi con il bicarbonato di sodio. Vi regalerà anche una pelle ancora più pura!

 

La cipolla per il raffreddore in gravidanza

Primo rimedio della nonna, non solo da mangiare, in Spagna ancora in uso, quando si ha raffreddore o l'aria è viziata, tagliare in quattro una cipolla e lasciarla nell'angolo della stanza, cambiandola con una nuova il giorno dopo.

La cipolla purifica, elimina e fagocita batteri, sia da dentro che fuori. Se respirata aiuta la congestione nasale. 

 

Miele e limone, accoppiata vincente contro il raffreddore in gravidanza

Il miele, unito al succo di limone, è ideale per disinfettare e ammorbidire le mucose irritate. Mettetene un cucchiaino in un bicchiere di acqua tiepida la mattina, con qualche goccia di limone, e sorseggiate a digiuno.

 

Zenzero contro il raffreddore in gravidanza: si o no?

Tanto dibattuta la questione zenzero in gravidanza. Sì o no? Tra esperti che sconsigliano la radice ed erboristi che dicono il contrario, rimaniamo fedeli all'esperienza e alla via di mezzo: un paio di grammi nella tisana una volta al giorno non presentano controindicazioni in una gravidanza con valori nella norma.

Ottimo il decotto allo zenzero contro il raffreddore: un pezzettino di radice fresca, qualche seme di cumino, qualche seme di finocchio, la buccia di limone biologico e un chiodo di garofano. Far bollire il tutto per circa cinque minuti, filtrare con un colino direttamente in una tazza, in cui andrete ad aggiungere un cucchiaino di miele e due gocce di limone. 

 

Oli essenziali contro il raffreddore in gravidanza

Come visto, gli oli essenziali, purché benefici in altri momenti della vita, vanno evitati in modo diretto durante la gravidanza. Da evitare sono quindi massaggi con oli essenziali o assunzioni per via orale.

Utilissimo è invece un loro uso per combattere il raffreddore attraverso suffimigi o bagni di vapore, nei deodoranti naturali per la casa, come anche nelle vaschette del calorifero, oppure nei moderni o meno moderni diffusori per l'ambiente.

Ideali per lo scopo sono:

 

Aceto e sale per il raffreddore in gravidanza

Se vi svegliate con la gola rossa e in fiamme e i lacrimoni agli occhi al pensiero di dovere affrontare così la giornata, non temete, un rimedio naturale, un po' rude forse, ma molto efficace c'è: acqua, aceto bianco e sale, ennesimo rimedio della nonna.

Coraggio, questi ingredienti non vanno bevuti, servono solo per fare dei gargarismi! mezzo bicchiere di acqua, un paio di cucchiai di aceto, un cucchiaino di sale fino, mescolare. Forse non vi suona bene il mix agro-salato, ma fidatevi, meno acqua si mette e più funziona.

La gola vi brucerà come non mai al primo gargarismo, solo per qualche secondo, dopodiché sentierete un sollievo incredibile: continuate per cinque o sei volte. Se proprio non ce la fate, optate per dei gargarismi con un infuso a base di foglie fresche di salvia.

 

Spray orali gravidanza-compatibili contro il raffreddore

Vi sono case produttrici attente alla questione, quindi troverete in commercio nelle parafarmacie, farmacie o erboristerie più fornite anche prodotti per la gola innocui in gravidanza.

Per esempio, da spruzzare fino a tre o quattro volte al giorno, esiste uno spray naturale a base di semi di pompelmo, echinacea e aloe.

 

Febbre in gravidanza, i consigli e le cure

 


Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio