Articolo

Prodotti per l’igiene intima in gravidanza

L'igiene intima in gravidanza richiede un prodotto naturale specifico tendenzialmente acido e arricchito di principi vegetali lenitivi, rinfrescanti e antibatterici.

Prodotti per l’igiene intima in gravidanza

L’igiene intima femminile in qualunque condizione è di fondamentale importanza per tutelare il proprio benessere.

Nel periodo della gravidanza l’organismo subisce cambiamenti e sbalzi ormonali che possono mettere a dura prova l’equilibrio della flora batterica vaginale. Infatti gli estrogeni, in condizioni normali, mantengono un livello di acidità in ambiente vaginale atta a contrastare la presenza di formazioni batteriche.

Durante i nove mesi di attesa, invece, il livello degli estrogeni subisce un picco e, come conseguenza inversamente proporzionale, diminuisce il grado di acidità vaginale. Questa alterazione dell’equilibrio della flora batterica lascia spazio a possibili infezioni a carico di patogeni come la Candida e il Trichomonas.

E’ quindi importante selezionare i giusti prodotti di igiene intima, specifici per questo periodo tanto delicato.


Leggi anche Vaginite e candidosi: quali differenze >>

 

Detergenti intimi acidi

Considerata la premessa va da sé che dovremo favorire la scelta di detergenti intimi che aiutino a riequilibrare l’ambiente vaginale esterno depauperato del giusto grado di acidità per l’aumento di estrogeni.

Il pH del prodotto da utilizzare in gravidanza dovrà essere quindi leggermente più acido di quelli soliti: leggiamo attentamente le etichette e scegliamo un sapone specifico solido o liquido con un pH acido, l’ideale è tra 3.5 e 5.5, in grado di detergere delicatamente e coadiuvare le difese naturali della flora vaginale.

 

Fitodetergenti intimi

In commercio possiamo reperire anche detergenti di produzione fitocosmetica. I componenti naturali selezionati sono quelli più rispettosi dell’ambiente vaginale, dalle proprietà lenitive, rinfrescanti, antibatteriche, con tensioattivi ricavati da aminoacidi vegetali, come quelli del grano per esempio.

Vediamo alcune sostanze funzionali naturali che fanno bene alla flora batterica vaginale e all’igiene intima:

Lichene d’Islanda: ricco di mucillagini dalle proprietà lenitive, rinfrescanti, emollienti, cicatrizzanti e di acido usnico per un’azione battericida.
Piantaggine: grazie alla sua componente di glicosidi iridoidi svolge un’azione antinfiammatoria, antimicrobica e antiallergica
Olio essenziale di Melaleuca Alternifolia: svolge azione antimicotica e antibatterica, contrasta quindi anche agenti patogeni provenienti da lieviti.
Calendula: svolge un’attività lenitiva, cicatrizzante grazie alla presenza di carotenoidi. Possiede proprietà antinfiammatorie e antibiotiche.

Prediligiamo prodotti con queste componenti: l’igiene sarà potenziata con un vero e proprio trattamento riparatore, a tutela delle mucose vaginali, senza agenti chimici aggressivi, ma con antibatterici naturali.

E’ importante anche non esagerare con le pratiche igieniche quotidiane: sono più che sufficienti due lavaggi al giorno per non depauperare la barriera lipidica e attenzione quando si fa la doccia non commettiamo l’errore di utilizzare il bagnoschiuma al posto del detergente intimo!

 

Leggi anche Gravidanza: consigli di bellezza >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio