Articolo

Autoerotismo in gravidanza: è sicuro?

La masturbazione col pancione deve farci preoccupare? Tutt'altro. Se abbiamo finalmente sfatato il mito per cui il sesso in gravidanza sia da evitare, ancora dobbiamo lavorare su quanto anche l'autoerotismo in gravidanza sia un ottimo modo per rilasciare endorfine utili al nascituro e mantenere un buon rapporto con il proprio corpo in un momento di trasformazione. Vediamo quali accorgimenti è bene tenere presente.

Autoerotismo in gravidanza: è sicuro?

A cura di MySecretCase

 

Autoerotismo in gravidanza: è sicuro?

Stando ai dati presentati nel recente saggio Il piacere al femminile. Miti e realtà della funzione orgasmica della donna dai sessuologi Roberto Bernorio e Milena Passigato, l’84% delle 1200 donne intervistate ha dichiarato di essersi masturbata almeno una volta nella vita e il 50% lo fa almeno una volta al mese.

Il tabù della masturbazione femminile è caduto? Forse (speriamo!), anche se a restare tabù è l’autoerotismo in un momento specifico della vita femminile: la gravidanza. Masturbarsi in gravidanza è pericoloso? Può nuocere al nascituro? È possibile usare i sex toys in gravidanza? Ecco le risposte a queste (scabrose) domande. 

 

Come cambia il piacere durante la gravidanza

Fortunatamente i tempi in cui alla gravidanza corrispondevano nove mesi di astensione sessuale sono lontani. Ginecologi, ostetriche e sessuologi sono concordi nel sostenere che, in caso di gravidanza fisiologica e in assenza di complicazioni, non esistano controindicazioni alla prosecuzione della normale attività sessuale.

Anzi: coccole, carezze e rapporti sessuali aiutano la donna a sentirsi amata (anche in un momento di rollercoaster ormonali e cambiamenti fisici) e la coppia a restare unita e innamorata. Inoltre, moltissime donne sentono un aumento del desiderio durante la gestazione, soprattutto nel secondo trimestre, quando le nausee e i timori di inizio gravidanza sono lontani e l’ingombro del pancione è facilmente gestibile.

L’aumento della congestione vascolare nelle parti intime facilita la lubrificazione e intensifica la sensibilità, e l’aumento di volume dell’utero amplifica la percezione delle contrazioni uterine durante l’orgasmo (sempre presenti, ma meno forti).

 

Leggi anche Ginnastica pelvica pre e post gravidanza >>

 

Masturbazione e gravidanza

Componente essenziale della sessualità, solitaria o in coppia, la masturbazione è consigliata tanto quanto i rapporti sessuali. Anzi, anche di più. In coppia, la masturbazione reciproca è possibile anche quando fare sesso risulta difficoltoso o nel caso in cui il futuro papà si senta inibito dal pancione per fare “altro”.

E, da sole, l’autoerotismo è un modo per stare bene con se stesse e prendersi cura del proprio piacere e della propria femminilità. Senza timori per il bebé: il piacere provocato dalla masturbazione provoca il rilascio di endorfine, che fanno stare bene la mamma e quindi anche il nascituro.

Perché non mettere a frutto la maggior eccitabilità dovuta ai cambiamenti ormonali e la maggior facilità con la quale si raggiunge l’orgasmo durante questi straordinari nove mesi?

 

Sex toys e gravidanza

E cosa succede se sommiamo tra loro due grandi tabù, cioè la masturbazione in gravidanza e i sex toys? Assolutamente niente di spiacevole, purché si seguano delle norme di buon senso e si adotti qualche accortezza particolare, soprattutto nella scelta del sex toy e nel suo utilizzo.

Abbiamo visto che durante una gravidanza regolare la penetrazione non è un rischio; quindi nessun ostacolo all’utilizzo di dildo vaginali, purché si effettuino movimenti delicati. Meglio evitare vibratori vaginali, sia rabbit sia punto G, e soprattutto vibratori rotanti: questi ultimi potrebbero esercitare pressione sul collo dell’utero, e in generale le vibrazioni interne potrebbero favorire contrazioni premature.

Via libera invece ai vibratori clitoride per la stimolazione esterna: in questo caso le vibrazioni non possono in nessun modo influire sul sereno decorso della gravidanza, se non regalandovi momenti di piacere intenso. Che scegliate un dildo o un vibratore clitoride, è essenziale prestare la massima attenzione all’igiene: lavate bene le mani con acqua tiepida e sapone neutro e igienizzate il toy con un toycleaner specifico, sia prima sia dopo l’utilizzo. Godetevi il momento e tutto quello che il futuro da mamma vi riserva!

 

Leggi anche Palline vaginali, come sceglierle a seconda dell'età >>