Articolo

Acido urico, cos'è e che funzione svolge

L'acido urico è un prodotto di scarto del nostro organismo. La sua presenza nel corpo è, entro certi valori, normale. Un eccesso o una concentrazione troppo bassa di acido urico nel sangue può provocare dei disturbi o essere sintomo di qualche squilibrio.

Acido urico, cos'è e che funzione svolge

Acido urico: cos'è

L'acido urico è un prodotto naturale dell'organismo. La sua concentrazione nel sangue, entro certi limiti, non è fonte di malattie. Livelli di acido urico elevati o troppo bassi, invece, sono da considerare segnali che qualcosa non va.

Il corpo umano è costituito da cellule. Nel nucleo di ogni cellula è presente il DNA e RNA. Tutte le cellule del corpo sono soggette ad un ciclo di vita: si formano e si degradano, fino a morire. Le cellule si rinnovano continuamente, in misura differente a seconda dell'apparato a cui appartengono. Il rinnovamento cellulare permette la vita del corpo umano.

L'acido urico viene prodotto del corpo nel normale metabolismo cellulare; quando le cellule muoiono i nuclei vengono scissi, formano acido urico. L'acido urico è quindi un prodotto di scarto del rinnovamento cellulare.

Esso si produce continuamente dal fegato, che ha la funzione di smaltire le sostanze di scarto del ciclo di vita cellulare, e continuamente viene filtrato, tramite il sangue, dai reni. I reni sono l'organo deputato all'eliminazione dell'acido urico. La concentrazione di acido urico nel sangue dovrebbe essere quindi costante.

Altro motivo per cui si forma l'acido urico è il metabolismo e la digestione di alcuni alimenti. Come per il ciclo di vita cellulare anche l'acido urico derivante dalla digestione di alimenti è un prodotto di scarto.


Leggi anche Acido urico e gotta, quale legame c'è >>

 

Acido urico: a cosa serve

La funzione dell'acido urico è quella di veicolare verso l'esterno del corpo sostanze di scarto non più utilizzabili dall'organismo o dannose.

Pur essendo un prodotto di scarto la concentrazione di acido urico (uricemia) nel sangue dà importanti indicazioni dello stato di salute del corpo.

Si è portati a pensare che soltanto un alto livello di questo acido sia segnale di una cattiva salute: in realtà anche una bassa concentrazione può nascondere problemi organici.

Poiché l'acido urico è costantemente prodotto a seguito dell'incessante rinnovamento cellulare, esso deve mantenersi entro certi limiti. La sua assenza, o una sua concentrazione troppo bassa, indica che non si stanno smaltendo in maniera adeguata le sostanze di scarto. I motivi per cui l'uricemia è troppo bassa sono da ricercare nei seguenti casi:

 

> Squilibri alimentari, inerenti soprattutto la carenza di alimenti proteici;

> malfunzionamento renale, poiché sono i reni a dover smaltire l'acido urico;

> problemi metabolici;

> malfunzionamento del fegato, perché è il fegato a metabolizzare e a produrre acido urico;

> possibile anemia, dato che anche le cellule del sangue si rinnovano continuamente e quando queste scarseggiano anche il loro ciclo di vita risulta alterato.

 

Un'alta concentrazione acido urico, parimenti, può dare indicazioni altrettanto importanti:

> Alimentazione squilibrata, con eccessivo carico proteico o di alimenti ricchi di purine;

> malfunzionamento renale;

> patologie a carico del fegato;

> eccessivo uso di alcool;

> eventuale sovrappeso.

 

Acido urico elevato (iperuricemia): conseguenze

L'iperuricemia porta alla manifestazione di particolari malattie: in particolare la gotta. L'acido urico in eccesso può precipitare a livello di articolazioni e tessuti, formando cristalli e edemi e, nei casi più gravi, portando all'insorgenza di calcoli biliari e renali.

Esso inoltre può sovraccaricare l'organo emuntore di riserva dei reni, che è la pelle, con la comparsa di secchezza eccessiva della cute, eczemi, pruriti, psoriasi: non riuscendo, i reni, a smaltire l'acido urico in eccesso, la pelle si fa carico di eliminare gli acidi tramite la traspirazione, con conseguente alterazione del film idrolipidico che la riveste.

Mutando, inoltre, la composizione e qualità del sangue, e incidendo sulla normale funzionalità renale, un eccesso di acido urico può avere come diretta conseguenza l'ipertensione.

 

Leggi anche Gotta, riconoscerla dai sintomi >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio