Articolo

3 Saponi a confronto: Aleppo, sale rosa e microrganismi effettivi

Ecco a confronto tre saponi naturali: il classico sapone di Aleppo, la saponetta di sale rosa dell'Himalaya e il relativamente nuovo sapone ai microrganismi effettivi, li usate già o non li conoscete?

3 Saponi a confronto: Aleppo, sale rosa e microrganismi effettivi

Il ritorno alla saponetta

Se anche voi volete dire no alla plastica e accogliere un modo di vita pienamente in accordo con la natura, ecco qui tre speciali saponette a confronto, da valutare ed, eventualmente, sperimentare in prima persona. 

Tutti e tre sono saponi vegetali naturali, che dovrebbero essere privi di sostanze chimiche e additivi di sintesi - per esempio parabeni, ftalati, fosfati, stabilizzanti, conservanti, colori sintetici, sodium laureth sulfate (SLS) -, sostanze non così amiche della pelle, che potrebbero scatenare allergie e intolleranze.

Inoltre sono generalmente privi di imballaggi di plastica, quindi anche attenti al benessere del pianeta, cosa da non sottovalutare per chi desidera impostare una vita "Zero Waste". Ultimo ma non ultimo: ormai si trovano facilmente!

Come potete immaginare, ognuno di questi tre saponi speciali :

> Sapone di Aleppo
> Sapone ai microrganismi effettivi.
> Sapone al sale rosa dell'Himalaya

ha delle caratteristiche particolari, che lo rendono adatto a un certo tipo di pelle o per una determinata parte del corpo. Scoprite quello che più fa al caso vostro. 

 

Leggi anche Sapone alla nigella: il sapone nero >>

 

Una schiuma lieve di velluto: Aleppo

Un sapone morbidissimo quello di Aleppo - come si sa, a seconda della percentuale di olio di alloro contenuta, la sua schiuma sarà più o meno densa e consistente - per cui cui si percepisce subito la differenza rispetto agli altri saponi, soprattutto per chi ha la pelle secca e disidratata.

Ideale per la pelle di tutto il corpo e per i capelli, bisogna fare attenzione perchè il sapone di Aleppo irrita leggermente gli occhi; non è così ideale dunque per la pulizia e il lavaggio del viso.

La sua schiuma vince su tutte: densa e soffice ma al tempo stesso leggera, morbida, come velluto sulla pelle, tanto che c'è chi la usa anche per la depilazione con il rasoio; il suo profumo poi è inconfondibile.

Di questo sapone ci si innamora ed è difficile fare marcia indietro una volta che si è provato! Il prezzo? Un panetto gosso di sapone grezzo di Aleppo, puro, con olio di alloro al 50% circa può costare intorno alle 10/13 euro. Si trova anche a meno con minori percentuali di olio di alloro. 

 

Sapone ai microrganismi effettivi: una detersione profonda ma delicata 

Un sapone lieve e delicato quello ai microrganismi effettivi, conosciuto anche come sapone EM (Effective Microorganism), lascia la pelle delicatamente pulita, meno "grasso", più leggero rispetto al sapone di Aleppo.

Come per il sapone di Aleppo, la sensazione è quella di una detersione e igiene profonda, data appunto da oli biologici spremuti a freddo e dall'azione dei microrganismi effettivi presenti.

Risulta ideale per la detersione della pelle del viso e per le zone delicate. Spesso questo sapone è integrato con sale marino integrale o polvere di ceramica, che tonificano e idratano ancora più a fondo la pelle. Una saponetta da 75 grammi costa circa 10 euro.

 

Esfoliare naturalmente: la saponetta di sale rosa puro

La saponetta di sale rosa è indicata sia per chi ha la pelle grassa che secca, è infatti considerato un sapone regolatore naturale di PH e rigenerante, perchè ricco di minerali preziosi.

Puro non fa schiuma, si può usare anche come deodorante naturale e, non contenendo alcool o altri additivi, è adatto anche a chi ha la pelle delicata. Di profonda azione antisettica, tiene lontani germi, batteri, funghi e verruche.

Non si deve mai bagnare la saponetta di sale rosa puro, ma si usa direttamente così, sulla pelle baganata, ed è ideale per la pelle di gambe, braccia e piedi, perchè ha un lieve effetto esfoliante.

Il modo migliore per lavare il viso con la saponetta è riscaldarla per pochi minuti nelle mani inumidite con un po' d'acqua calda, quindi lavare il viso permettendo ai principi attivi del sale di penetrare nella pelle. Abbiate cura poi di asciugarla bene con un panno. Un panetto di sapone puro al sale rosa dell'Himalaya da circa 250 grammi costa intorno ai 5 euro.

 

Attenzione: Il sapone di Aleppo brucia un po' gli occhi, quindi ,se si usa per fare il bagnetto ai bambini, tenetene conto. Anche per i saponi ai microrganismi effettivi e al sale rosa il contatto con gli occhi è da evitare.

Quando comprate questi tre saponi assicuratevi, come sempre, di leggere bene l'indice Inci e di essere sicuri della sostenibilità riguardo la provenienza e la lavorazione dei prodotti. 


Leggi anche

Il sapone di Nablus, l'oro della Palestina
> I saponi e la cosmesi ai microrganismi effettivi