Articolo

Riso da scoprire, la campagna per conoscere il riso

Alla scoperta di "Il Riso Denominatore Comune di Bontà" : campagna di comunicazione e di informazione promossa dal MIPAAF – Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, realizzata da ISMEA – Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare in collaborazione con Ente Nazionale Risi

Riso da scoprire, la campagna per conoscere il riso

Spopolano sulle nostre tavole le versioni più esotiche del riso. Ma ne conosciamo anche le qualità tradizionali italiane? Sappiamo che in Italia si coltivano svariate qualità di riso, e che il riso ha proprietà nutrizionali tali da essere considerato un "cibo funzionale"? No?

Vediamolo meglio, insieme, grazie alla campagna di comunicazione e di informazione promossa dal MIPAAF – Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, realizzata da ISMEA – Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare in collaborazione con Ente Nazionale Risi.


Il riso italiano: aspetti culturali

Il riso Italiano è una delle principali risorse agricole del nostro Paese. La sua coltivazione affonda le radici nella storia italiana e ha influenzato le tradizioni, le ricette, la cultura popolare e l'arte (chi non ricorda "Riso amaro",celebre film di De Santis del 1949, tra i 100 migliori film italiani?)

Sapevate che in Italia sono ben oltre 140 le varietà di riso? E noi che conoscevamo solo l'Arborio...

Quali sono le altre 139? Le principali sono: 

  • Selenio, Centauro (Risi Tondi), 
  • Vialone Nano (Risi medi), 
  • Loto, Baldo, Carnaroli, Arborio, Volano, Ariete, Roma, S. Andrea,
  • Gladio, Sirio.

La risicoltura in Italia coinvolge oltre 4 mila aziende agricole e 95 industrie di trasformazione (riserie). Il 90% delle superfici investite e il 74% delle riserie ricadono infatti nei primi 5 distretti produttivi: Pavia, Vercelli, Novara, Milano, Alessandria.

Esiste quindi contiguità geografica tra la fase agricola e quella successiva, industriale.

L’Italia è il primo produttore europeo di riso, con un quantitativo che nel 2014 ha superato le 850 mila tonnellate (un controvalore di 1,1 miliardi di euro).  

 

Dieta del riso, come funziona?

 

Il riso: aspetti nutrizionali

Non solo cultura e tradizione. Il riso ha molteplici proprietà benefiche per l'organismo umano. Vediamone le principali.

Apporto in carboidrati: hanno elevata digeribilità, sono assorbiti con facilità quindi immediatamente disponibili come energia per il nostro corpo, funzionando anche come regolatore della flora batterica intestinale.

Apporto in grassi (lipidi): i lipidi contenuti nel riso sono del tipo "buono", omega-6 e omega-3, essenziali al corpo umano.

Apporto di sali minerali: elevato contenuto in potassio e scarso in sodio. Esiste una dieta specifica, la dieta di Kempner, a base di riso bollito, senza sale, indicata come vera e propria terapia nella ipertensione  arteriosa.

Apporto proteico: "poche ma buone". Le proteine contenute nel riso sono in scarsa quantità ma ottima qualità. Infatti non contengono glutine - il che le rende adatte anche ai celiaci - e contengono tutti gli amminoacidi essenziali al funzionamento del metabolismo.

Ma c'è di più: il riso è considerato un vero e proprio functional food”. Infatti dati di laboratorio dimostrano che è ipoallergenizzante, ha attività anti-ipertensiva, abbassa i livelli di colesterolo (soprattutto le frazioni della pula); il riso nero e rosso apportano sostanze anti-radicali liberi mentre il riso rosso fermentato (mediante il lievito Monascus) contiene molecole che agiscono sull'abbassamento dei livelli di colesterolo.

 

La campagna "Riso da scoprire"

La campagna di comunicazione ed informazione "Riso da scoprire" promossa dal MIPAAF – Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, realizzata da ISMEA – Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare in collaborazione con Ente Nazionale Risi, nasce dall’esigenza di avvicinare il pubblico al patrimonio risicolo italiano, valorizzandone l’importanza culturale, le innumerevoli varietà, la versatilità in cucina e le proprietà nutrizionali.

Lo scopo è di far aumentare la consapevolezza dei consumatori su questa pregiata risorsa "Made in Italy", che, come nell'intento ministeriale, va supportata e difesa dalle importazioni concorrenti.

Servono, a supporto, un’attenta ricerca scientifica tesa al costante miglioramento qualitativo e un’adeguata valorizzazione. La campagna si propone di raccontare la storia del riso italiano, il suo passato e il suo presente. Si vuole esplorare il suo legame con il territorio e promuoverne i molteplici utilizzi in cucina, che affondano le radici nella nostra tradizione culinaria.

Il progetto vuole valorizzare il riso sotto vari aspetti:

  • evidenziando l’importanza storica e culturale di questa coltivazione nella storia del Paese, mostrando come questa attività  abbia trasformato la fisionomia del territorio e ridefinito l’assetto geografico e anche sociale di molte zone del nostro Paese. Storie di luoghi, lavori e persone legate alla coltivazione del riso. Ricordiamo le mondine, per esempio.
  • raccontando le grandi ricchezze paesaggistiche ad esso legate. Fauna e flora di insospettabile  fascino.
  • sottolineando le molteplici proprietà nutrizionali di un alimento sano e digeribile che rappresenta uno degli alimenti base dell’alimentazione mondiale e che affonda le radici anche nel territorio italiano. 
  • sensibilizzando il consumatore sulla grande varietà e tipologie di riso italiano esistenti, informando sulle migliori modalità di cucinarlo per ottenere piatti perfetti, dall'antipasto al dolce.

 

Modalità di realizzazione del progetto "Riso da scoprire":

"Io lo faccio così"

Il progetto ha preso il via con un'attività "ambient" nel cuore di Milano: un’installazione che ha colpito l’attenzione del pubblico e lo ha portato ad avvicinarsi e a interagire. Una tovaglia stesa a terra, con un coperto apparecchiato e un piatto contente del riso. L’installazione ha stimolato la curiosità di grandi e piccoli e ha generato riprese e scatti fotografici e video condivisi online grazie all'hashtag dedicato #risodascoprire.


"Il tour"

Con un ape car personalizzato, attrezzato con cucina. Nei weekend dal 22 settembre al primo di novembre, in giro per Milano, offrendo piatti a base di riso e intrattenimento col foodbloggers, food designers, giochi educativi.

 

"Il Video: le terre del riso"

 Un viaggio attraverso i luoghi e la storia dei territori legati alla coltivazione del riso e alle opere che hanno permesso lo sviluppo economico e sociale. Cinque video che raccontano i paesaggi, le storie, i sapori e le peculiarità di cinque territori italiani (Lombardia, Delta del Po, Veneto, Piemonte, Sardegna) che della coltivazione del riso hanno fatto un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale.

 

"Il sito risodascoprire.it"

Si tratta del vero cuore del progetto, che contiene le informazioni e gli approfondimenti, gli aggiornamenti e le interazioni con il pubblico. Un modo per racchiudere tutto quello che viene raccontato durante le tappe del tour e per conoscere i territori dedicati alla risicoltura, le ricette, i giochi e le curiosità sul riso.

 

Sapevi che il riso aiuta a combattere l'insonnia? Scoprilo con qualche ricetta

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio