Articolo

Le alternative agli snack spazzatura

“Junk food”, ovvero cibo spazzatura, termine peggiorativo con cui si indicano tutti i cibi industriali, perconfezionati, esorbitanti in calorie dovuti a zuccheri raffinati, grassi, conservanti, coloranti e altri additive chimici. Hanno un valore nutrizionale scarsissimo ma un grande appeal. Esistono delle alternative sane?

Le alternative agli snack spazzatura

Ciò che rende degno del cestino della spazzatura il junk food è un duplice aspetto: da un lato si tratta del valore nutrizionale pressoché nullo, mancando di fibre, vitamine, proteine sane; dall’altro lato c’è da valutare tutta una serie di risvolti sulla salute legati al suo consumo: l’eccesso di zuccheri e grassi saturi che aprono le porte all’obesità e a varie forme di diabete, nonché a noti problemi cardiovascolari.

Non è un caso che in molti paesi si è cominciato a mettere avvisi sulle confezioni di questi cibi, un po' come sulle sigarette, relativi ai danni alla salute causati dal consumo di snack e cibo spazzatura.

Ma perché rinunciare al gusto? Esiste una maniera di godere dei piaceri di gola senza farsi del male?

È noto che il junk food è veloce ed economico, ma questa economicità deve insospettire, perché spesso è indice di bassissima qualità degli ingredienti.

In due parole, abbiamo delle alternative agli snack spazzatura?

Scopriamo perché gli snack spazzatura fanno così male e quali sono le alternative naturali e sane.

 

Gli snack spazzatura

Patatine fritte

Sono ufficialmente riconosciute come uno dei 3 più importanti fattori negativi che provocano l’obesità: ricche di oli di scarsissima qualità, cotti oltre misura e quindi cancerogeni, danno un senso di sazietà (soprattutto a causa della frittura che impegna le capacità dello stomaco) senza però nutrire. Zero fibra e alti livelli di sodio, una delle peggiori combinazioni.

 

Ciambelle e donuts

Pare che per capirci qualcosa nella lista degli ingredienti che compongono questi alimenti sia necessario essere degli esperti di chimica.

Bombe caloriche, ricche di coloranti, dolcificanti, conservanti e altri ritrovati di sintesi, vengono oltretutto intinti in zuccheri liquidi e fritti. Fate voi.

 

Bevande dolci con “zero zuccheri”

Eccoci a commentare altri artifici della chimica: le bevande zuccherate sono nemici della salute, spesso eccitanti, collegati all’incremento dell’obesità, con l’esca degli “zero zuccheri” senza specificare che le proprietà dolcificanti vengono date da sostanze di sintesi sospette di provocare il cancro ed altri seri danni alla salute.

 

Pizzette e calzoni già pronti da riscaldare

È facile andare in frigo, aprire una confezione, riscaldare in pochi minuti una pizzetta o un calzone e soddisfare la propria fame; ma cosa stiamo mangiando?

In genere si tratta di un misto di oli si semi di bassa qualità e idrogenati, sciroppo di mais, creme con sapori artificali, mozzarella finta fatta con scarti di produzione casearia, e altre belle cosette.

 

Mood Food: cibo per ogni umore

 

Gli snack alternativi al cibo spazzatura

Snack con l'avena

E chi l’ha detto che l’avena è ideale solo a colazione? Mangiare una bella tazza di avena con frutta fresca, o muesli, o frutta secca, o semi come anacardi, nocciole, noci e pinoli, è un’ottimo snack, al quale possono essere aggiunti melassa, miele, malto e altri dolcificanti naturali, insieme a latte vegetale o scaglie di cioccolato.

Molti studi dimostrano come l’avena abbia capacità preventive verso il diabete di tipo 2, i problemi di cuore e la tendenza a ingrassare.

La fibra dell’avena è infatti in grado di assorbire il colesterolo e il glucosio nel sangue, mentre tutti gli snack privi di fibra non fanno che incrementare il livello di glucosio ed insulina nel sangue.

 

Curd e yogurt greco

Se prodotti in modo sano, il curd e lo yogurt greco sono una buona fonte di proteine animali, con un basso livello di grassi, perfetto per chi ha problemi di pressione alta.

Si accompagnano e integrano benissimo con semi di sesamo e dolcificanti naturali non raffinati, nonché con altri semi e frutta.

Sono inoltre indicati per chi voul evitare abbuffate, poiché il curd e lo yogurt greco danno un senso di sazietà prolungato.

 

Pistacchi e semi di zucca

Questi snack sono la cosa più lontana da uno snack spazzatura: ottime fonti di grassi monoinsaturi, pochi carboidrati, che li rende perfetti per mantenere basso il livello di colesterolo cattivo.

Comprare i pistacchi e i semi di zucca ancora da sgusciare aiuta a non eccedere nelle scorpacciate, evitando così eccessi calorici. Niente è meglio di una manciata di questi preziosi snack alleati al giorno.

 

Kombucha

Non sapete rinunciare alle bevande dolci e frizzanti? Scegliete la kombucha, una bevanda funzionale, data dalla fermentazione del tè o della tisane di menta o citronella.

Si ottiene tramite una colonizzazione della bevanda da parte di speciali batteri e lieviti; il risultato è un prodotto da bere, dolce, lievemente effervescente, ottimo per tenere in spolvero il sistema immunitario.

 

Gli snack naturali fai-da-te

Come fare le barrette coi cereali avanzati

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio