Articolo

Ricette leggere con il cavolfiore

Il cavolfiore è una delle verdure invernali più classiche da usare. Non tutti conoscono come poter preparare in modo semplice e veloce il cavolfiore. Andiamo a scoprire qualche leggera preparazione in cucina con il cavolfiore.

Ricette leggere con il cavolfiore

Il cavolfiore è una verdura molto conosciuta e utilizzata nella cucina Italiana. Appartiene alla famiglia delle crocifere come gli altri cavoli: verze, broccoli, cavolo nero, rape, ravanelli e senape.

Il nome scientifico è Brassica oleracea e la sua parte edibile non sono le foglie e il cespo come avviene per il cavolo nero, antenato più spontaneo, ma è la parte centrale che si sviluppa a fiore e che l’uomo ha selezionato nelle sue coltivazioni proprio per ottenere un vegetale sempre più grande.

Solitamente, il cavolfiore è a forma globulare di colore bianco, anche se alcune varietà di cavolfiore hanno invece colori più intensi come viola, rosso, arancione o variegature di rosa.

Il cavolfiore viene coltivato in molti orti contadini e, ovviamente, nelle aziende agricole di tutta Italia, anche se le produzioni del nord sono considerate migliori in quanto, qui, meglio si confà ala coltivazione del cavolfiore.

Il periodo di raccolta del cavolfiore inizia a ottobre per le varietà più precoci e termina a maggio per le più tardive: per questo il cavolfiore è una verdura invernale che necessita del freddo per crescere al meglio.

 

Cavolfiore, come cucinarlo

Solitamente i cavoli vengono preparati in cucina sottoponendoli a cottura. Nel caso del cavolfiore, è possibile anche mangiarlo crudo utilizzandolo in preparati fermentati e macerati in modo quasi similare ai crauti.

Anche tagliato finemente si può aggiungere crudo in insalate miste di verdure. Ottimo il condimento di aceto e limone, ma anche di salse più orientali come la soia o di semi oleaginosi come sesamo, nocciole e anacardi.

 

Leggi anche Il cavolfiore nelle ricette vegan >>


Il cavolo lesso

La più classica cottura per il cavolfiore rimane comunque la bollitura in acqua che preparerà il semplice cavolfiore bollito o lesso. In modo veloce è sufficiente lavare il cavolfiore rimuovendo le sue foglie per poi tagliarlo a pezzi.

In una pentola metteremo nel frattempo dell’acqua a bollire dove aggiungeremo i pezzi di cavolfiore. Serviranno almeno 10 minuti nell'acqua già a bollore per avere il cavolfiore pronto per essere scolato.

Più la cottura sarà prolungata, più l’odore tipico di zolfo sprigionato dal cavolfiore verrà liberato nell'aria, quindi è bene cuocere il meno possibile questa verdura, anche per conservare maggiormente i suoi principi nutritivi.

Il cavolfiore lesso può essere mangiato semplicemente con l’aggiunta di un filo di olio di oliva e sale oppure con altri ingredienti per insaporire come maionese, aglio, pezzetti di cipolla, semi oleaginosi o altre verdure bollite.

Inoltre, il cavolfiore bollito può essere un ingrediente per altre ricette di ripieno, contorno o salse.

 

Il cavolfiore in padella

Un altro metodo di cottura è il cavolfiore in padella che vede semplicemente la preparazione di un semplice soffritto di olio e aglio o di cipolla secondo il nostro gusto, a cui vengono aggiunti i pezzi di cavolfiore.

Faremo saltare nella padella per qualche minuto in pezzi di cavolfiore e successivamente potremo aggiungere un filo d’acqua e lasciare cuocere a fiamma lenta ancora qualche minuto se vogliamo il cavolfiore molto morbido.

Serviremo a tavola ancora caldo, proponendo così un semplice e leggero contorno oppure come sugo per insaporire un primo piatto.

 

Il cavolfiore al forno

Il cavolfiore infine può essere preparato al forno in modo similare alle patate, basterà lavarlo e tagliarlo a pezzi per poi metterlo in forno condito con un filo d’olio, sale e magari qualche spicchio di aglio o spezie a piacere.

La cottura al forno sarà terminata quando il cavolfiore comincerà a presentare zone dorate e croccanti in superficie. Ottimo se servito caldo accompagnato con qualche salsa come mostarda o maionese.

 

Cavolfiore, quali alimenti abbinare

Il cavolfiore è abbinato bene con molte verdure: patate, carote, finocchio e zucchine bollite ma il suo sapore è esaltato altrettanto con i legumi e con tutti i cereali. Anche l’accompagnamento con la carne, il pesce, i formaggi e le uova è gradevole.

I sapori decisi come l’aglio, le olive, i capperi, i pomodori secchi, la senape nella mostarda, le acciughe, la frutta oleaginosa sono tra i migliori abbinamenti che esaltano il sapore degli stessi ingredienti.

 

Leggi anche Cavolfiore gratinato, la ricetta in 3 varianti >>

 

Foto: voltan1 / 123rf.com