Articolo

3 gustose ricette della cucina sikh

La cucina sikh, un'interessante latto-vegetarianismo basato sulla tradizionale cucina indiana del nord, può rivelarsi una miniera d'oro per chi segue questa dieta, generalmente considerata una ragionevole transizione tra la comune dieta onnivora e la dieta vegetariana. Impariamone tre ricette

3 gustose ricette della cucina sikh

Se prima pensavamo che fossero solo una strana versione di mussulmani, pian piano in Italia cominciamo a conosce i sikh, un'etnia del nord dell'India, assai onorevole, fortemente incentrata sul lavoro, la famiglia e le buone maniere.

Da anni stanno investendo nel nostro paese, producendo latte e latticini, settore in cui sono esperti da secoli.

Una delle loro caratteristiche è la socievolezza: la loro religione infatti li spinge a offrire gratuitamente cibo ad amici e compaesani.

Il cibo sikh, originario dell'India, è strettamente latto-vegetariano, un'interessante via di mezzo per chi non riesce a rinunciare ai latticini. I loro piatti speziati, spesso a base di legumi e verdure marinate, sono una interessante nicchia nel panorama della cucina indiana.

Scopriamo 3 ricette di questa cucina.

 

Paneer tikka, gli spiedini sikh

Verdure marinate con formaggio indiano (paneer), sostituibile facilmente con del tofu. Il lungo tempo richiesto dalla marinatura è ripagato dall'intrigante gusto.

Ingredienti:
> 200 gr di yogurt
> aglio
> peperoncino
> curcuma
> coriandolo
> olio
> curry
> limone
> cumino
> 1 peperone giallo
> 1 peperone rosso
> 1 peperone verde
> 250 gr di paneer o tofu

Preparazione: cominceremo preparando la marinatura: a 200 gr di yogurt aggiungeremo un cucchiaino di aglio tritato, uno di peperoncino, uno di coriandolo, uno di cumino, uno di curry, uno di curcuma e del sale. Mescoleremo aggiungendo il succo di un limone. Dopodiché taglieremo in pezzettoni un peperone giallo, uno rosso e uno verde, nonché 250 di paneer o tofu.

Il tofu e i peperoni andranno a marinare per un paio di ore, passate le quali infileremo il tutto negli spiedi che, dopo aver ricevuto un filo d'olio, saranno pronti per la brace.

paneer tikka

 

Aloo Gobi versione sikh

Aloo è il termine per patata mentre gobi indica il cavolfiore, pertanto il nome molto semplice ci dice tutto. Si tratta di un piatto veloce e piuttosto sano, con le giuste spezie per aiutare e stimolare la digestione.

Ingredienti:

> 400 gr di cavolfiore pulito
> 350 gr di patate pelate
> 5 cm di zenzero
> curcuma
> peperoncino
> olio
> coriandolo
> curry

Preparazione: tagliare in piccoli pezzi il cavolo e metterlo a borrile per circa un quarto d'ora. Fare lo stesso con le patate e quando con una forchetta possiamo sentirle ben cotte le metteremo, assieme al cavolo, a saltare in una pentola con dell'olio.

Dopo 7 minuti circa aggiungeremo lo zenzero tagliato molto finemente. Aggiungere tutte le spezie e saltare per altri 10 minuti, meglio se con un coperchio, a fiamma bassa. Servire con un filo di yogurt alla base del piatto e con una spolverata di foglie di coriandolo.

aloo gobi

 

Kadhi pakora di cipolle

Il termine pakora, spesso tradotto con "polpetta", in realtà sta più per "frittella sferica". Il kadhi invece è una crema di yogurt assai speziata.

Ingredienti:
> 400 gr di yogurt acido
> farina bianca
> peperoncino
> curcuma
> cipolle rosse
> olio di senape
> curry
> cardamomo
> cumino
> fieno greco

Preparazione: partiamo dai pakora di cipolle: misceleremo una tazza di farina con un cucchiaino di peperoncino e uno di curry, più sale quanto basta. Aggiungere circa 150 grammi di anelli di cipolle tagliate non troppo spesse, impastarle nel mix di farina e spezie e lasciarle ad assorbire per circa mezz'ora. In questo tempo l'acqua delle cipolle si mescolerà con l'impasto, ma se non fosse sufficiente aggiungeremo altra acqua. Quando l'olio di senape sarà bollente, vi metteremo a friggere i nostri pakora, assicurandoci che si dorino su entrambi i lati. Passiamo al kadhi: metteremo nei 400 gr di yogurt 8 cucchiai circa di farina, un cucchiaino di peperoncino, uno di curry e uno di sale.

Misceleremo il tutto aggiungendoci dell'acqua fintanto sia abbastanza liquido. Adesso, due cucchiai di olio, metteremo a soffriggere un cucchiaio di cumino, uno di fieno greco, e una piccola manciata di cipolla tritata. Passati tre minuti aggiungeremo peperoncino e curry a piacere. A questo punto vi verseremo il nostro preparato di yogurt, lasciandolo cuocere per poco meno di dieci minuti. Una volta spenta la fiamma vi aggiungeremo i pakora, aggiusteremo di sale e spezie, e serviremo così com'è o accompagnato da dell'ottimo riso bianco.

kadhi pakora

 

Scopri altre ricette della cucina indiana

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio