Articolo

Cucina di Singapore: caratteristiche e alimenti principali

Un piccolo paese con una grande cucina. Se volete provare il gusto della cucina singaporeana, dovete recarvi lì, a circa 15 ore di volo aereo, scoprendo che ne vale davvero la pena.

Cucina Singapore

Credit foto
©canjoena / 123rf.com

Singapore

Nazione e città-stato, Singapore è famosa oggi come uno dei centri nevralgici della finanza mondiale, annoverata tra le Quattro Tigri Asiatiche, ovvero quegli Stati emergenti dal punto di vista economico e da quello dell’indice dello sviluppo umano. 

 

Tutto questo ne fa un paradiso fiscale, che funge da piattaforma economica ad una multietnicità e multiculturalità ferventi, che attirano non solo i popoli vicini ma anche i cittadini di nazioni lontane. 

 

Situata al vertice meridionale della penisola malesiana, Singapore ha forti influenze cinesi, malesiane, indiane, indonesiane e tailandesi, che vanno a mischiarsi a quelli dei popoli colonizzatori che passarono di qui nei secoli: i britannici, gli olandesi, gli spagnoli ed i portoghesi. 

 

Numerosi gruppi etnici, numerose influenze culinarie, e un grande viavai commerciale che dai tempi della pirateria porta a Singapore numerosi ingredienti da tutti i continenti, su una base climatica tropicale, creano le caratteristiche della cucina Singaporeana, nella quale si distinguono varie correnti: quella indigena, quella cinese, quella indiana, quella europea, quella vegetariana e quella musulmana. Tutto questo ha dato alla cucina singaporeana una buona notorietà internazionale.
 

La cucina singaporeana: piatti tipici

Non è semplice dire quali siano i piatti più tipici della cucina singaporeana perché questi variano a seconda del gruppo etnico di cui facciamo riferimento. 

 

Proviamo comunque a elencarne i più noti. Riso e pollo hainanese è senza dubbio uno dei pasti più comuni: riso stufato con pollo, con contorno di salse di pomodoro dolce e di soia.  

 

Il granchio è uno dei crostacei più consumati, specie nella versione stufata, con salsa di pomodoro piccante. Non mancano i noodle, in questo caso il laska, curry di cocco piccante, con gamberetti e uova. I noodle si possono anche saltare, e allora proponiamo il char kuay teow, molto simile al pat thai, con gamberetti, salsa di soia, salsa di pesce e germogli.

 

Ecco una ricetta indomalesiana: il barbecue di razza, servito con un sambar (salsa indiana piccante) e avvolto in una foglia di banana. Il satay invece è un pezzo di Corea nella cucina singaporeana: spiedini di carne in salsa di soia, granella di noccioline, con cetrioli, peperoncini e riso bianco. 

 

Un piatto davvero particolare? La frittata di ostriche. Le ostriche sono molto amate a Singapore, e la loro omelette viene servita con coriandolo fresco tritato e salse piccanti. 

 

Chiudiamo con un dessert, il cendol, ovvero succo di canna da zucchero e latte di cocco con gelatina verde.
 

Dove mangiare in Singapore (in strada o al ristorante)

Singapore è un mondo in minatura dove possiamo trovare ogni forma di ristorazione, ma i locali amano fortemente quelli che vengono chiamati hawker center, grandi complessi simili a mercati dove al posto dei banchi ci sono rivenditori di cibo caldo. 

 

Qui si può mangiare cibo unico, caldo, sempre nuovo, dal sapore di casa, in un’atmosfera gioviale e famigliare, in mezzo a un sacco di gente.
 

Da non perdere in Singapore

Provate la cucina tribale dei meticci nei loro ristoranti specifici. Le più famose solo la peranakan e la kristang. Provate i piatti tamil con le salsine in versione singaporeana.  

 

Provate la speciale cucina degli immigrati cinesi nei loro locali. Provate la carne indonesiana, sempre succosa. Il pesce rimane sempre la prima scelta. 
 

Cosa evitare in Singapore

Qualcosa da evitare c’è sempre, specie se non abbiamo uno stomaco di ferro. Anzitutto i sandwich al gelato, lasciateli pure a chi non ha mai avuto la fortuna di provare il vero gelato italiano.  

 

Se non amate la testa del pesce, sappiate che qui si trova in molte zuppe in quanto considerata come una prelibatezza. Singapore è inoltre uno dei paesi al mondo con più alto consumo di insetti a tavola. Ottimi, ma solo se siete aperti all’esperienza. 
 

Consigli e curiosità

Preparatevi all’idea che Singapore può essere un’interessantissima meta culinaria

 

Le cose da provare sono tantissime e potreste dover spendere molti soldi se davvero avete voglia di avventurarvi. Una curiosità su tutte? La speciale marmellata di cocco, che non si trova da altre parti al mondo.