ipercolesterolemia

Salve mio marito ha 52 anni ha il colesterolo alto nonostante che segua un alimentazione attenta: colazione un caffè, pranzo: pasta condita co verdure o pesce o carne con sughi senza soffritti e un frutto (mela) cena un secondo carne o pesce con tanta insalata con carote e pomodori un frutto (mela) spesso a cena anche solo una insalatona  e pane.

ha provato con la pasticca di simvastatina 40 mg ed è abbassato il colesterolo ha diminuito a 20 mg e tutto bene come l'ha eliminata il valore è tornato 253. Fa camminate per tre volte al giorno
Per cercare di rientrare nei valori quale potrebbe essere la sua alimentazione e stile di vita senza riprendere la pasticca che gli dava fastidio?
Ringrazio e saluto

Risposte di salute

Sandra Carlotto Naturopata
Gent Sira Simonetta per quanto riguarda il colesterolo non e' molto importante il valore di 253mg di colesterolo totale. E' importante invece il valore dell'indice di rischio cardiovascolare (IRC) = colesterolo totale /colesterolo buono (HDL). Tale valore IRC deve essere < 5 per l'uomo e < 4,5 per la donna. Quindi, poichè lei non ha detto il valore di hdl di suo marito, non si sa se sia una situazione preoccupante o meno. Gli aspetti da tenere presente per il colesterolo sono: stress, movmento e alimentazione (in ordine di importanza) Per quanto riguarda le camminate vanno bene in generale, ma, affinchè il movimento sia efficace sul colesterolo dovrebbe essere un allenamento aerobico, che aumenta il battito e modifica la respirazione per almeno 20 min-1 ora, per 3,4 volte alla settimana. Va bene quindi camminare, ma a passo lesto, cominciando gradualmente e aumentando un poco la prestazione, in modo da allenare il muscolo cuore e i polmoni. La saluto, Sandra Carlotto

di Sandra Carlotto Naturopata

Ilenia Frittoli
Gentile Signora Simonetta, le consiglio l'olio di semi di Lino biologico, 1 cucchiaino tutte le mattine appena sveglio, i semi di lino sono ricchi di vitamine del gruppo B, sali minerali e OMEGA 3 chiamato ACIDO ALFA LINOLENICO, quest'ultimo, aiuta a mantenere bassi i livelli di colesterolo alto e mantiene pulite le arterie. Resto a sua completa disposizione per ulteriori chiarimenti in merito, mi contatti all'indirizzo mail : ilenia.frittoli@hotmail.it Le saluto cordialmente

di Ilenia Frittoli

Gentile signora, l'alimentazione di suo marito andrebbe modificata a partire dalla colazione. Ogni pasto dev'essere nutriente e bilanciato, l'apporto di zuccheri semplici, colesterolo e grassi saturi contenuto, ma di certo un semplice caffè come primo pasto della giornata non è la soluzione migliore, anzi può aggravare l'ipercolesterolemia. In associazione ad una corretta nutrizione, si potrà consigliare una camminata a passo sostenuto almeno 30 minuti al giorno e valutare l'utilizzo di integratori nutrizionali quali ad esempio, colina e inositolo, tanto per citarne qualcuno. Le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno specialista in nutrizione, che abbia esperienza in patologie dismetaboliche. Cordiali saluti.

di Redazione Redazione

Erboristeria
Spesso non viene considerato che l'ipercolesterolemia è, anche, scatenata da fattori di stress e ansia, comunque, oltre a considerare questo fattore che può essere affrontato con tiglia tomentosa Mg1Dh, , il resto lo si può affrontare con pasticche a base di riso rosso fermentato e integratori di Omega 3-6-9. Saluti Dr. F.Pietroni

di Erboristeria "Armonia" Dr. Fabiola Pietroni