Ho problemi di circolazione LINFATICA, soprattutto nella parte superiore, braccia, viso, occhi.

Ho cercato le piante con le proprietà utili a questo problema e o trovato: Meliloto, Ippocastano, Rusco, Centella.

Preferirei usare tinture madri, e vorrei sapere se è meglio usare un rimedio per volta o se consigliate di associarli, nel tal caso quali e in che posologie, GRAZIE!

Reana

Risposte di salute

Ciao Reana. Personalmente ritengo che sia meglio non mescolare le varie tinture madri insieme,anche perchè qualora volessi usare tutte le piante sopracitate troveresti dei prodotti già pronti con un accurato dosaggio che hanno un'efficacia altrettanto buona. Se vuoi, invece,usare le T.M. ti consiglio di sceglierne due,magari consigliandoti con l'erborista o il farmacista e facendoti indicare da loro la giusta posologia che può variare a seconda della ditta produttrice. Ti indico anche la tintura madre di pilosella che è un ottimo drenante che non fa disperdere i sali minerali nelle urine,quindi qualora tu avessi una pressione arteriosa normale non rischieresti di avere dei fastidiosi abbassamenti. Buona giornata, Alessandra.

di Dott.ssa Alessandra Giacomozzi

Dott.ssa Alessandra Romeo
Ciao Reana Io comincerei con il gemmoderivato di Betulla Verrucosa Linfa, che puoi trovare sotto forma di gocce e serve per il drenaggio del sistema linfatico. Questo estratto non ha alcuna controindicazione e ti consiglio di assumerlo per almeno 2 mesi, nella quantità di 40 gocce per 2 volte al giorno in mezzo bicchiere d'acqua, da bere lontano lontano dai pasti. Per maggiori informazioni ti suggerisco la lettura di questo articolo: http://www.cure-naturali.it/articoli/rimedi-naturali/erboristeria/gemmoderivato-linfa-betulla-drenare.html Comunque, tra le tinture madri da te citate, Ippocastano e Rusco, sono rimedi elettivi della circolazione sanguigna più che linfatica, perciò per il tuo problema sarebbe meglio il Meliloto.

di Dott.ssa Alessandra Romeo

Elisa Cappelli
Reana, un consiglio. Il corpo tutto reagisce acnhe al movimento. Stai talvolta con le gambe capovolte, in alto contro il muro e il tuo sacro che sta bene contro la parete, mentre il tronco è tutto disteso a terra. Poi, invece, da posizione eretta, metti un braccio contro un muro mentre il busto tende verso avanti, con la testa sempre leggera, che non vada nella stessa direzione del tronco ma resti elevata verso l'alto. Così facendo solleciti molto l'area dove trovi tutti i linfonodi

di Elisa Cappelli