Articolo

Tutti gli usi della lavanda

Ecco come utilizzare la lavanda per la salute, la bellezza e la casa

Tutti gli usi della lavanda

La lavanda, simbolo della Provenza, è una pianta aromatica utilizzata da sempre per le sue innumerevoli proprietà.

La lavanda trova infatti impiego in numerosi disturbi legati all'apparato digerente e respiratorio, calma il mal di testa e i dolori muscolari, ha effetto rilassante, purifica la pelle e lenisce le irritazioni.

Vediamo nel dettaglio tutti gli usi della lavanda.

 

La lavanda per la salute

La lavanda vanta numerose proprietà per la salute, che si possono sfruttare preparando infusi e oleoliti con i fiori essiccati di lavanda oppure utilizzando l'olio essenziale o l'idrolato di lavanda.

La tisana di lavanda è calmante e rilassante e aiuta a conciliare il sonno in adulti e bambini, se assunta poco prima di andare a dormire. Ber una tazza di infuso di lavanda dopo i pasti aiuta invece a facilitare la digestione e combattere in modo naturale problemi intestinali come flautolenza e coliti. Secondo la medicina popolare, la tisana alla lavanda è utile anche per combattere mal di testa e cefalee.

Grazie all'azione antinfiammatoria, cicatrizzante e antisettica della lavanda, l'infuso può essere utilizzato anche esternamente su piccoli tagli, punture di insetti, irritazioni della pelle e scottature.

Il decotto, l'oleolito e l'essenza di lavanda si utilizzano inoltre per effettuare massaggi efficaci contro i dolori muscolari e articolari come mal di schiena, torcicollo, sciatica, stiramenti e lussazioni.

L'olio essenziale di lavanda è un olio essenziale balsamico che, utilizzato per inalazioni o diffuso nell'ambiente, allevia laringiti, bronchiti e raffreddori.

 

Leggi anche Prova l'olio essenziale di lavanda per la pelle >>

 

Come si prepara la tisana di lavanda

Per preparare la tisana di lavanda procuratevi dei fiori secchi di lavanda in erboristeria, un pentolino e un colino.

Ingredienti
> un cucchiaino di fiori secchi di lavanda
> una tazza d'acqua

Procedimento
Portate a bollore l'acqua in un pentolino e, quando l'acqua bolle, spegnete il fuoco e aggiungete i fiori di lavanda essiccati. Lasciate in infusione per dieci minuti con il coperchio, dopodiché filtrate con il colino e bevete la tisana ancora calda.

 

Cosmesi naturale con la lavanda

La lavanda viene da tempo utilizzata in cosmesi: le proprietà astringenti e purificanti della lavanda sono ad esempio molto utili per il trattamento di pelli e capelli grassi. Chi la la pelle grassa e impura può sostituire il tonico per la pulizia del viso con il decotto o con l'idrolato di lavanda, da usare mattina e sera. Il decotto di lavanda si utilizza anche per effettuare impacchi o risciacqui dei capelli, soprattutto se si hanno capelli grassi.

Gli shampoo che contengono estratti di lavanda vengono impiegati anche per il trattamento di forfora e caduta dei capelli, oltre che per la cute grassa.

Il decotto, l'idrolato, ma anche l'oleolito e l'olio essenziale di lavanda, sono utilissimi per calmare irritazioni della pelle dovute all'esposizione solare, alla ceretta o a dermatiti: dopo l'esposizione al sole, la depilazione o in caso di irritazioni della pelle, applicate sulla parte interessata una noce di gel di Aloe vera a cui avrete aggiunto una goccia di olio essenziale di lavanda.

 

Come si prepara l'oleolito di lavanda

Per preparare a casa l'oleolito di lavanda vi occorreranno fiori di lavanda essiccati, olio di girasole, un colino e un barattolo capiente in vetro, con chiusura ermetica.

Ingredienti

> 200 grammi di fiori di lavanda essiccati
> 700 millilitri di olio di girasole

Procedimento

Sistemate i fiori di lavanda in un barattolo di vetro e coprite con l'olio di girasole. Chiudete il barattolo, agitatelo leggermente e rivestitelo con un foglio di alluminio. Lasciate macerare il tutto al riparo dalla luce, in un luogo caldo per un mese, agitando il barattolo una volta al giorno. Dopo trenta giorni, filtrate l'oleolito con un colino, meglio se rivestito con una garza o un panno di cotone o lino. 

Se volete invece realizzare un olio alla lavanda in pochi minuti, aggiungete 50 gocce di olio essenziale di lavanda a 50 millilitri di olio di mandorle dolci.

 

Usi della lavanda per la casa

Collocare alcune piante di lavanda sul balcone, in terrazza o in giardino, vi aiuterà a tenere lontane le zanzare durante i mesi estivi. Allo stesso scopo, potete diffondere nell'ambiente l'olio essenziale di lavanda, utilizzando un diffusore per le essenze: profumerete così la vostra casa creando un ambiente rilassante per voi ma sgradito alle zanzare.

Per profumare gli abiti e tenere lontane le tarme, collocate nel guardaroba dei sacchetti di fiori di lavanda o dei gessetti profumati con olio essenziale di lavanda.

Infine, per pulire e profumare le superfici lavabili della casa, preparate una soluzione con acqua e aceto di vino bianco e aggiungete una decina di gocce di olio essenziale di lavanda: in questo modo profumerete e disinfetterete gli ambienti.

 

Leggi anche Cura del fegato: sonno, lavanda e molto altro >>

Per approfondire:

> Tintura madre di lavanda: preparazione, proprietà e utilizzo

> Lavanda: proprietà, uso, controindicazioni

> Aceto di lavanda, la ricetta

> Gli usi della lavanda in cucina

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio