Articolo

Come usare l'argilla: 6 usi interni ed esterni

L'argilla è un ottimo rimedio naturale per uso interno, per depurare l'organismo e come integratore minerale, e per uso esterno, contro artrite, artrosi e piccole ferite. Ecco 6 modi semplici ed efficaci di usare l'argilla.

Come usare l'argilla: 6 usi interni ed esterni

L'argilla è un prodotto naturale con un grande potere assorbente e mineralizzante in grado di svolgere un'azione cicatrizzante. Può essere usata sia internamente, ingerita con acqua, oppure esternamente per fare cataplasmi e impacchi. Scopriamo meglio come usarla. 

 

Descrizione dell'argilla

L'argilla è un tipo particolare di roccia composta da molti minerali. Caratteristica principale dell'argilla è quella di assorbire facilmente l'acqua, e legare le amalgame di cui fa parte.

A seconda della provenienza esistono diversi tipi di argilla, dalla bianca alla rossa. Ciascuna ha composizione chimica differente.

Quella più comunemente usata come rimedio naturale è l'argilla verde ventilata. Il metodo estrattio e il trattamento a cui è sottoposta prima di essere immessa in commercio la rende adatta sia all'uso interno che esterno.

 

Proprietà e usi dell'argilla

Le proprietà dell'argilla si esplicano sia come rimedio naturale interno che come rimedio naturale esterno. L'argilla ha le seguenti caratteristiche:

  • potere assorbente: per la propria struttura molecolare l'argilla è un potente legante, essa assorbe e lega l'acqua e le sostanze tossiche con cui entra in contatto. Questo la rende indicata in caso di edemi, gonfiori e internamene per detossificare l'intestino;

  • potere cicatrizzante: l'argilla verde ventilata è priva di microorganismi e grazie alla propria struttura permette di cicatrizzare lesioni lievi della pelle, favorendo la caogulazione, e la rigenerazione dei tessuti;

  • potere rimineralizzante: è ricca di ferro, calcio, potassio, sodio e magnesio. Il suo uso interno è un potente riequilibrante. È un naturale antianemico.

 

Come usare l'argilla ventilata per i massaggi

 

Usi interni

L'argilla verde ventilata può essere ingerita. A seconda degli obiettivi che si desidera ottenere l'argilla si può utilizzare nei seguenti modi:

  • Acqua e argilla: si mescola ad un bicchiere di acqua mezzo cucchiaino di argilla. È indicata per depurare l'organismo, in caso di diarrea o dopo intossicazioni alimentari, come integratore minerale. Si assume una volta al giorno a stomaco vuoto. È da evitare in caso di stipsi.

  • Acqua argillosa: si mescola ad un bicchiere di acqua un cucchiaino di argilla verde ventilata, si lascia riposare per circa otto ore, e si beve soltanto l'acqua che si forma in superficie al mattino a digiuno, e senza mescolare. Ha le stesse proprietà alcalinizzanti dell'acqua e argilla, ma è indicata anche in caso di stipsi;

  • L'argilla in questo caso si usa secca: si formano delle palline di argilla e acqua, grandi quante un pisello, e si lasciano essiccare. Quando saranno asciutte si assumono. Presa in questo modo l'argilla esplica maggiormente il proprio potere assorbente, legando a se i liquidi presenti nell'intestino e le sostanze tossiche.

 

Usi esterni

Gli usi esterni dell'argilla sfruttano la capacità di assorbire l'umidità. Sono utili in caso di edemi, traumi, nei casi di artriti e contro l'artrosi, sfiammante, e come cicatrizzante per piccole ferite, anche purulente. Gli usi esterni dell'argilla possono essere:

  • Cataplasmi: i cataplasmi si applicano direttamente sulla pelle. Si mescolano due tazze di argilla verde ventilata, una tazza di acqua, e mezzo cucchiaino di olio di oliva. L'impasto dovrebbe risultare morbido ma non liquido, in caso contrario si aggiusta a occhio calibrando la quantià di argilla e acqua. Si applica direttamente sulla parte dolente. È utile in caso di infiammazioni alle articolazioni, storte, gonfiori, slogature, edemi, contusioni;

  • Bagni di argilla: si può usare in pediluvi o maniluvi. È utile in caso di dolori articolari, reumatismi e problemi circolatori, per regolare l'eccessiva sudorazione;

  • Argilla secca: si può usare sia in ambito cosmetico al posto del sapone, come scrub naturale, sia come rimedio per tagli, scottature, cicatrizzante e anche come disinfettante.

Nota: l'argilla per applicazioni esterne va usata soltanto una volta, poichè assorbe le tossine.

 

Leggi anche

Come depurarsi con l'argilla verde
> Le tipologie di argilla 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio