Articolo

7 modi per evitare lo spreco di cibo

Lo spreco alimentare in Italia è ancora molto diffuso: ecco 7 modi per evitare di sprecare il cibo.

7 modi per evitare lo spreco di cibo

Sei famiglie su dieci, in Italia, hanno ridotto lo spreco alimentare. Lo sperpero di cibo, però, è ancora molto diffuso e ha un valore di oltre dodici miliardi e mezzo l’anno.

Gli alimenti che più spesso finiscono nella spazzatura sono, nell’ordine, frutta, verdura e pane; a seguire, carne, formaggi e salumi.

Evitando di sprecare il cibo si ha doppio un doppio vantaggio:

> Si producono meno rifiuti a beneficio dell’ecologia;
> si risparmia denaro, a vantaggio dell’economia familiare.

Per evitare di sprecare il cibo è sufficiente un minimo di organizzazione in più e qualche volta ci vuole un pizzico di fantasia. Ecco, dunque, 7 consigli anti-spreco.

 

Compila un menu settimanale

Per sapere esattamente cosa ti serve, per tutta la settimana. Se conosci già i piatti che intendi cucinare sarà più semplice fare acquisti razionali e non sprecare cibo. Il menu settimanale ti aiuta anche a mangiare in maniera più sana.

 

Leggi anche Il food sharing contro lo spreco alimentare >>

 

Fai una lista della spesa e rispettala

Con il menu settimanale a portata di mano, fai una lista della spesa e, una volta in negozio, rispettala, senza farti tentare da offerte e sconti. Se vuoi beneficiare, comunque, delle promozioni del supermercato è sufficiente comporre il menu settimanale e fare la lista della spesa con il volantino del negozio sottomano, inserendo i prodotti più convenienti.

In questo modo avrai un doppio risparmio: non solo acquisterai meno perché nel carrello finirà soltanto il necessario ma porterai a casa molti prodotti a prezzo scontato. Non è vietato fare piccole scorte di alimenti a lunga scadenza quali, per esempio, pelati e pasta, l’importante è non esagerare e tenere comunque conto del consumo che se ne fa.

Organizza il cibo e il menu in maniera razionale

Lo sappiamo tutti: gli alimenti più deperibili vanno consumati subito, quelli di più lunga durata possono essere conservati più a lungo. Quindi, per esempio, quando organizzi il menu settimanale fai in modo di inserire la verdura più facilmente deperibile subito dopo l’acquisto e quella più resistente nei giorni successivi, conservandola nella maniera più adeguata.

 

Quando cucini, non eccedere

Quando cucini, non eccedere in quantità e valuta le porzioni in base alle persone che saranno presenti a tavola. Pesare il cibo, o comunque avere una chiara idea delle porzioni adeguate, ti aiuta a non sprecare ma anche a seguire una dieta sana e misurata.

 

Riutilizza gli avanzi

Per non sprecare cibo, una delle regole fondamentali è imparare l’arte della cucina degli avanzi. Infatti, anche se fai la spesa comprando il giusto e cucini senza esagerare con le quantità può avanzare qualcosa.

Per esempio, se ti avanza un pugnetto di risotto perché farlo finire nella spazzatura quando potrebbe diventare l’ingrediente di un’ottima frittata?

Il pane, uno degli alimenti che si spreca più spesso, si presta a mille usi; per esempio, ci puoi fare il pan grattato oppure le bruschette, ottime polpette, meravigliosi ripieni. Gli avanzi di verdure, formaggi e salumi possono arricchire i tuoi ripieni. La frutta troppo matura può finire in frullati e centrifugati, tra gli ingredienti di una torta casalinga, in una golosa confettura fai da te.

 

Usa il congelatore

Congela gli alimenti in eccesso, indicando la data sul contenitore. Se, nonostante tutte le attenzioni, ti accorgi di aver acquistato e/o cucinato troppo cibo, un ottimo modo per non sprecarlo è quello di congelarlo subito. Anche il pane si può congelare.

 

Utilizza anche la parte meno nobile degli alimenti

Questo è un consiglio anti-spreco un po’ più estremo, ma consente di ridurre ulteriormente i rifiuti e anche il budget per la spesa. Per esempio, le bucce delle patate possono diventare squisite chips e con i baccelli di piselli e di fave ci puoi preparare ottime vellutate.

Basta un po’ di fantasia in cucina e, dopo qualche prova, diventerà automatico anche cucinare con quella parte degli alimenti che solitamente si butta via.

 

Leggi anche 20 modi per riutilizzare le bucce di frutta e verdura e non solo! >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio