Articolo

Castelluccio di Norcia e le sue fioriture spettacolari

In tarda primavera la fioritura di Castelluccio di Norcia è uno spettacolo mozzafiato. In questo paesaggio la natura dà il meglio di sé creando mosaici di colori che tolgono il fiato e mostrano un'armonia superiore.

Fioritura Castelluccio di Norcia

Credit foto
©Benedetto Fiori / 123rf.com

Il senso della bellezza

Per millenni l’arte ha cercato di imitare la natura, perché ai suoi apici la natura è in grado di manifestare livelli di bellezza che sfiorano la trascendenza. In Oriente si dice che la lo scopo della materia sia quello di manifestare il Divino tramite la bellezza mentre in Occidente, gli antichi Greci dicevano che il bello e il buono conincidono, concetto ripreso da molti poeti romantici. 

 

Nel Rinascimento abbiamo avuto studi sulla sezione aurea chiamati “De Divina Proportione”, proprio perché la bellezza è il Divino. E parlando di sezione aurea, i fiori sono tra le manifestazioni naturali più belle conosciute, una vera e propria offerta della natura allo spirito. In Italia sono famose le fioriture di Castelluccio di Norcia, appuntamento imperdibile di cui si discute anche su molti website in lingua straniera. 

 

Le emozioni della fioritura di Castelluccio

Castelluccio è un piccolo villaggio della Provincia di Perugia, più precisamente nel comune di Norcia. Sul Piano Grande dell’Appennino Umbro-Marchigiano, non lontano dai Monti Sibillini, ogni primavera la natura dà il meglio di sé,  ben visibile anche dalla strada statale che conduce a Castelluccio. 

 

Questo fenomeno senza pari rende Castelluccio qualcosa più di un semplice borgo da visitare, quanto piuttosto un’esperienza indelebile, che suscita forti emozioni. Quella valle vista dall’alto permette di godere dell’armonia di tutti i diversi tipi di fiori di differenti colorazioni, dando una sensazione di pace e bellezza che attira curiosi e viaggiatori da tutto il mondo.
 

Una primavera tra fiori e animali

Il momento più propizio per godere delle spettacolari fioriture di Castelluccio di Norcia è la tarda primavera, tra maggio e luglio, quando è possibile osservare il mosaico naturale offerto dai fiori della valle.

 

Giallo, bianco, rosso, ocra, lavanda, viola si alternano sui petali di margherite, fiori di legumi, gli immancabili papaveri, con viole, genziane, narcisi, sulle e trifogli. Se decidiamo di dedicare abbastanza tempo all’osservazione di questa pittura naturale, sarà possibile notare anche la fauna locale, che tramite il piccolo trotto di un cinghiale, i gioghi di una coppia di lepri o i balzi di una cerva, trapuntano il tessuto colorato della valle.
 

Castelluccio di Norcia: qualche consiglio

Esiste un Festival della Fiorita che si celebra in zona, la terza e la quarta domenica di giugno, ma questa non è garanzia di una buona visibilità dei fiori. La fioritura è un fenomeno naturale che risponde solo alle leggi del clima, che cambiano ogni anno. 

 

Per cui questa può avvenire prima o dopo, a seconda delle piogge estive, del momento di piantagione delle leguminaceae e delle temperature raggiunte in quel momento dell’anno. Una volta giunti da queste parti, ci sono molte cose da apprezzare assieme ai fiori. La valle e l’Appennino sono luoghi fantastici dove poter andare a cavallo, fare trekking, godere dell’ottima cucina tradizionale umbra, spostarsi in bicicletta, fare fotografie. Per via di recenti allussi record, il Comune di Norcia ha ordinato il divieto di parcheggiare l’auto lungo la strada statale.  
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio