Articolo

Come evitare i dolori alle ginocchia andando in bicicletta

Dopo una lunga uscita in bicicletta sentite dolori pungenti che vi tormentano le ginocchia? A volte sono così fastidiosi e persistenti che vi impediscono persino di muovervi e camminare. Ecco spiegato perché ciò può accadere e come vi si può porre rimedio.

Come evitare i dolori alle ginocchia andando in bicicletta

Cosa può essere il dolore alle ginocchia del ciclista

Si pensa subito al menisco rotto, ma non sempre è così, o meglio non per forza deve essere così grave. Possono infatti essere vari fattori a determinare il dolore alle ginocchia di chi usa spesso o a lungo la bicicletta.

infiammazione dei muscoli finali della coscia o lesione degli stessi, borsite, tendinite, cistiti nella parte posteriore del ginocchio, meniscopatia, ovvero possibile infiammazione del menisco; e ancora artrosi, nonostante in certi casi sia consigliato pedalare al fine di protrarre nel tempo la degenerazione delle cartilagini.

Ovviamente anche stile di vita, età, stress, predisposizione genetica e allenamento scorretto possono diventare esse stesse cause di dolore e affaticamento. 

 

Ragioni meccaniche del male alle ginocchia

Le ragioni del male alle ginocchia di chi pedala per tante ore non vanno ricercate solo sul fisico: tanto importante quanto la preparazione atletica, o meglio imprescindibile, è la sistemazione del mezzo bicicletta, ovvero il “set up” delle varie componenti: misure e altezze o larghezze di sella, pedali, manubrio, scarpe ed eventuali tacchetti.

Se una bicicletta è impostata in modo scorretto, ecco che possono sopravvenire dolori e disturbi, tanto alle ginocchia, quanto alla schiena o ad altre parti del corpo. 

Se state pedalando su rulli da casa, potete rendere interattiva non solo la corsa, ma il settaggio stesso della bici, impostando una valutazione biodinamica che vi permette di personalizzare e migliorare la posizione di sellino, manubrio, distanze e lunghezze varie.

Se invece si parla di bicicletta tradizionale, ecco che la pagina “Come regolare la bicicletta” di Bikeitalia.it vi può tornare molto utile. Se non vi piace il fai da te e volete qualcosa di ancora più preciso e serio, affidatevi a uno specialista biomeccanico per far fare il posizionamento della bicicletta.

Ricordate che vi sono moltissimi forum e social network per chi viaggia in bici in grado di offrire utili spunti di riflessione, discussione e confronto, essendo spesso quella delle due ruote una vera e propria passione. 

 

Leggi anche Come riconoscere l'artrosi al ginocchio >>

 

 

Ragioni fisiche del dolore al ginocchio

Si va dalla predisposizione genetica, a squilibri strutturali, per cui per esempio una gamba può essere leggermente più lunga o corta dell’altra; a infortuni, lesioni o traumi precedenti che rendono la zona del ginocchio più sensibile e debole rispetto a prima o a chi non ha mai avuto incidenti.

Molto importante è allenare e preparare tutto il fisico, non solo le gambe: gli addominali per esempio, inclusi bacino e tratto lombare, sono punti di bilanciamento fondamentali per chi va in bici, in grado di stabilizzare la seduta. 

 

Per approfondire: BikeItalia è un’ottimo portale che permette di approfondire ancora meglio la questione, proponendo utili esercizi per alleviare il dolore e continuare ad allenarsi con piacere mentre la Fiab è l'istituzione che si occupa della tutela del ciclista urbano. Il libro "Bicicletta e salute. I consigli del medico sportivo" di Marco Pierfederici è ugualmente consigliato.

 

Leggi anche

I benefici della bicicletta
> Il progetto della ciclabile Vento