Articolo

Rimedi cosmetici per i duroni

Cosa sono i duroni, perché si formano e quali sono i rimedi cosmetici più adatti per prevenirli e curarli?

Rimedi cosmetici per i duroni

Cosa sono i duroni, perché si formano, quali sono i rimedi cosmetici più adatti per prevenirli e curarli. 

 

I duroni: cause e rimedi

I duroni sono ispessimenti della pelle simili ai calli ma più estesi e meno profondi: i calli infatti interessano in genere una piccola area della cute di mani e piedi e arrivano più in profondità negli strati dell’epidermide; i duroni invece compaiono su aree più estese, come il tallone o la pianta del piede, ma sono più superficiali.

I duroni sono causati dall’attrito prolungato sulla pelle del piede: la pelle, sottoposta a uno stress che si protrae nel tempo, reagisce attraverso un adattamento che le consente di proteggersi da una sollecitazione continua.

Nella zona del piede interessata dai duroni, la pelle appare più spessa, ruvida e indurita e può arrivare a screpolarsi e formare delle fessure. Con il tempo la pelle può cambiare colorazione e assumere toni dal giallo al marrone, soprattutto quando si indossano calzature aperte e si accumula sporco sulla pelle, difficile da eliminare proprio a causa dell’indurimento cutaneo.

Inutile dire che i duroni, oltre a provocare dolore, rappresentano un inestetismo che può causare imbarazzo soprattutto durante l’estate, quando si portano sandali e scarpe aperte.

Come già accennato, la causa dei duroni è rappresentata dall’attrito e dalle sollecitazioni su alcune zone del piede e dipende dalla postura, dal modo di camminare e dal tipo di scarpe che si indossano: la pelle risponde all’attrito con la formazione di vesciche che possono evolvere in calli e duroni, ma calli e duroni possono comparire anche senza che si formi prima una vescica: prima che la pelle diventi spessa e ruvida, si può avvertire solo bruciore accompagnato ad arrossamento, senza che vi siano il gonfiore e l’accumulo di liquido tipici delle vesciche.

Allo stesso modo, non tutte le vesciche si trasformano in un callo o in durone poiché l’iperplasia che li caratterizza è reversibile e la pelle torna ad essere normale se lo stimolo cessa.

Per evitare dunque la formazione di calli e duroni è sufficiente scegliere calzature comode, non indossare scarpe con i tacchi per molte ore al giorno e prendersi cura dei propri piedi con rimedi cosmetici e naturali che prevengano i duroni.

 

Rimedi cosmetici per i duroni, quali sono i più efficaci

Un utile rimedio per i duroni consiste nell’effettuare regolarmente pediluvi a base di fiori e erbe emollienti e bicarbonato. È sufficiente tenere a bagno i piedi per un quarto d’ora al giorno in acqua calda o tiepida a cui aggiungere un cucchiaio di bicarbonato di sodio; in alternativa si può effettuare il pediluvio usando un infuso di melissa e menta.

Il pediluvio è inoltre un’occasione per rilassarsi e combattere il gonfiore di piedi e caviglie, molto frequente nelle giornate calde e afose.

Dopo il pediluvio, si può intervenire con una pietra pomice da sfregare sui duroni per ammorbidire ulteriormente la pelle che tornerà anche del suo colore naturale.

Un ulteriore aiuto contro i duroni è rappresentato da unguenti e pomate idratanti ed emollienti, anche fai da te. Infatti, grazie a rimedi cosmetici a base di burro di karitè, olio di cocco e altri oli vegetali, è possibile ammorbidire la pelle e prevenire che si indurisca nuovamente.

 

Rimedi cosmetici per i duroni: l’unguento fai da te

Come abbiamo appena visto, i pediluvi e l’uso della pietra pomice sono rimedi utili per combattere i duroni ma per evitare che si formino di nuovo, occorre che la pelle venga mantenuta morbida e idratata.

È possibile ottenere ottimi risultati applicando regolarmente sui piedi il seguente rimedio cosmetico per i duroni.

Non dimenticate di evitare le calzature troppo strette, le scarpe scomode e l'uso prolungato di tacchi alti.

Ingredienti
> 10 grammi di burro di karitè
> 10 grammi di olio di cocco
> 8 grammi di olio di girasole
> 3 grammi di cera di mimosa
> 5 gocce di olio essenziale di salvia
> 2 gocce di olio essenziale di tea tree

Procedimento: fate fondere a bagnomaria il burro di karitè con l’olio di cocco e la cera di mimosa con l’olio di girasole. Appena la miscela sarà liquida, togliete dal fuoco e travasate in un barattolo pulito e asciutto. Mescolate per qualche minuto e quando il composto sarà tiepido, aggiungete gli oli essenziali. Mescolate di nuovo e lasciate raffreddare a temperatura ambiente con il coperchio chiuso.

Dopo 24 ore potete utilizzare l’unguento applicandolo con un massaggio sui piedi tutte le sere, meglio se dopo il pediluvio e l’uso della pietra pomice. Conservate per un mese al riparo da fonti di luce e calore dirette.

 

3 creme naturali fai da te per i piedi

 

Per approfondire:
> Piedi, disturbi e rimedi naturali

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio