Articolo

Burro di Illipé per i capelli

In estate i capelli possono essere soggetti a fattori stressanti (dall'esposizione solare alla salsedine) che rischiano di rovinarli. I burri vegetali come quello di Illipé rigenerano le chiome più sfibrate.

Capelli disidratati dal vento e dalla salsedine di ritorno dalle vacanze al mare?

Capelli secchi e rovinati dalle troppe tinture o da trattamenti liscianti, con piastre e ferri caldi?

Serve un rimedio d’urto, che rigeneri i capelli dalla radice alle punte. Il burro di Illipé è la risposta più indicata per ricostruire le chiome, ricce o lisce che hanno subito stress di qualsivoglia natura: climatica, meccanica o patologica.

 

Burro di Illipé, di cosa si tratta

Il burro di Illipé si ricava dalla spremitura a freddo dei semi di magnifiche piante tipiche della Malesia, la Shorea Stenoptera o la Macrophylla. Si ottiene un burro simile al burro di cacao, dal colore bianco rosato, che profuma di noce.

Il burro di Illipé possiede molteplici proprietà ed è largamente utilizzato nell’industria fitocosmetica, per la produzione di saponi, balsami per le labbra, candele da massaggio, balsami e maschere per capelli.

Vanta proprietà idratanti, nutritive, elasticizzanti e cicatrizzanti.

 

Burro di Illipé per la cura dei capelli

Il Burro di Illipé è un rimedio “salva capelli” che può essere impiegato puro direttamente su tutta la lunghezza delle chiome e anche sulla cute

Agisce soprattutto in caso di:  

> Capelli fortemente stressati da trattamenti chimici, come permanenti, tinture con fissativi all’ammoniaca, o da trattamenti meccanici come le piastre liscianti o i ferri arricciacapelli possono trovare la loro cura rigenerante nel burro di Illipé, applicato su tutta la lunghezza e “impacchettato” nella pellicola: più tempo resta in posa meglio è per consentire una profonda ricostruzione del capello

Una volta terminato il trattamento è consigliabile lavare i capelli con uno shampoo all’olio di Macassar, delicato e nutriente. 

Capelli disidratati dalla salsedine, dal vento, dal cloro, da lavaggi quotidiani perché si è al mare e anche il sole contribuisce ai processi ossidativi, devono necessariamente essere curati con un trattamento d’urto.  

Il Burro di Illipé può essere utilizzato per preservare la bellezza del capello anche in spiaggia. Lo si può applicare tutti i giorni, una volta in spiaggia sui capelli inumiditi, come fosse un solare protettivo: dona un effetto bagnato alla chioma, la protegge dagli agenti disidratanti, e nel contempo nutre, idrata e rigenera il capello. Alla sera shampoo e balsamo completano il trattamento. 

Non aspettiamo di correre ai ripari una volta rientrati, ma sfruttiamo la vacanza per un trattamento intensivo di facile gestione.

> Cute secca
, forfora, capelli grassi possono essere riequilibrati con il Burro di Illipé, da applicare direttamente alla radice del capello, sulla cute. Le sue proprietà eudermiche, svolgono un’azione idratante, cicatrizzante. Calma il prurito, rigenera il tessuto desquamato, aiuta a regolare la produzione di sebo.  

Il burro infatti nutre il capello, lo pulisce senza seccare, e l’informazione che arriva alle ghiandole sebacee è normalizzante. Avete mai notato infatti che se si soffre di capelli grassi più li si sottopone a lavaggi frequenti, più peggiora la condizione?


> Doppie punte: il burro di Illipé può essere utilizzato anche per un trattamento “pronti e via”, ma è fondamentale dosarne poco, scaldarlo tra le dita e applicarlo solo sulle punte a capelli bagnati, prima dell’acconciatura. 

E’ ideale per chi alliscia i capelli con la piastra o li arriccia col ferro, perché protegge le punte, evita che si spezzino, e se già sfibrate ne previene la bruciatura, con conseguente effetto schiarito e crespo.